Cobra di George P. Cosmatos

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Sergio M. Grmek Germani dice che Gunga Din è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 05:20.

Uno dei film più amati di Albertone, uno dei suoi personaggi più indimenticabili. La locandina è di Emanuela Martini.

Il 28 febbraio comincia in prima assoluta su Joi la terza stagione di una serie che abbiamo molto amato. Dove eravamo rimasti?

Il vincitore della Berlinale69 è Nadav Lapid, nostra vecchia conoscenza, con il film Synonymes . Vi ricordate quando presentammo Policeman su FilmtVOD?

Ricordiamo il grande cineasta francese, autore del monumentale Shoah , che ha dedicato la vita a indagare il possibile ruolo dell’immagine nella rappresentazione della storia.

Se fossi una donna sarei scandalizzata dal dibattito sulle quote rosa. Molto probabilmente non amerei essere identificata con un colore appiccicoso, infantile e nauseante come il rosa. Quando un uomo politico o un giornalista usa quel colore per identificare la presenza femminile non lo fa solo per scarsa fantasia, ma per tranquillizzarsi con l’immagine di una signorina dal grembiulino color confetto, tutta pizzi, trine, boccoli e totalmente inoffensiva. Se fossi una donna avrei preferito spaziare dal rosso incandescente al grigio glaciale.

La citazione

«Alice Harford: I do love you and you know there is something very important we need to do as soon as possible. - Dr. Bill Harford: What's that? - Alice Harford: Fuck.»

scelta da
Fabrizio Tassi

cinerama
8462
servizi
2975
cineteca
2739
opinionisti
1847
locandine
1015
serialminds
786
scanners
482
Pubblicato su FilmTv 52/2017

Cobra


Regia di George P. Cosmatos

La modella Ingrid Knudsen ha visto troppo: nessun problema, a difenderla ci pensa lo sbirro Marion Cobretti, con tanto di fiammifero fra le labbra. «In America c’è un furto con scasso ogni 11 secondi, una rapina a mano armata ogni 65 secondi, un crimine violento ogni 25 secondi, un omicidio ogni 24 minuti, e 250 stupri ogni giorno». Amen. Inizia così il poliziesco che Cosmatos (un registaccio che però ha in filmografia un gran B movie, Di origine sconosciuta, e una trombonata eccezionalmente divertente, Cassandra Crossing) e Stallone avrebbero voluto quale successo bis del loro Rambo 2 - La vendetta: ma nell’anno di Top Gun c’è poco da fare, e il quasi flop è inevitabile (50 milioni di incasso contro 180!). Tuttavia Cobra è ideale per capire l’andazzo dei tempi, la situazione di un mercato, il pensiero politico di un’epoca. Co-produce guarda caso la Cannon, che sembra aggiornare un suo piccolo Bronson-thriller di qualche anno prima, 10 minuti a mezzanotte: i proiettili sparati e i morti ammazzati non si contano, la volgarità e la tamarraggine della confezione sono al grado massimo, ma si tratta di un prodotto a suo modo perfetto per comprendere l’ansia esponenziale di un paese votato alla conquista del mondo intero attraverso - letteralmente - le proprie misure. Una questione di numeri, insomma, come ben evidenzia la cavernosa voice over iniziale del protagonista che snocciola le cifre sopra riportate. Purissima merce hollywoodiana in serie, di straordinaria bruttezza eppure di formidabile chiarezza teorica. Suo malgrado, naturalmente.

Salvato in Gli amori che restano da Pier Maria Bocchi
Messa in onda: 05/01/2018 - 21:15 - Rete4
Cobra (1986)
Titolo originale: Cobra
Regia: George P. Cosmatos
Genere: Poliziesco - Produzione: USA - Durata: 83'
Cast: Sylvester Stallone, Brigitte Nielsen, Reni Santoni, Andrew Robinson, Brian Thompson, John Herzfeld, Lee Garlington, Art LaFleur

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy