I ponti di Madison County di Clint Eastwood

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Jane Eyre è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 17:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Solo chi lascia il labirinto può essere felice, ma solo chi è felice può uscirne (Michael Ende - Lo specchio nello specchio)»

cinerama
9277
servizi
3734
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Pubblicato su FilmTv 10/2020

I ponti di Madison County


Regia di Clint Eastwood

Nell’autunno del 1965 Robert, fotografo professionista, si trova a Madison County per girare un servizio sui famosi ponti coperti della zona. Là incontra Francesca, sposata e con due figli, ma sola a casa per quattro giorni: questo è il breve quanto intenso lasso di tempo in cui esplode la loro passione. Vi sfidiamo a non aver sperato, almeno una volta e contro ogni razionalità, vedendo o rivedendo il finale del film, che Meryl Streep stringesse la mano intorno a quella maniglia e saltasse sull’auto di Clint Eastwood, sotto la pioggia, lasciando quel bietolone d’un marito, senza rimpianti perché «questo genere di certezze si ha soltanto una volta nella vita». Se non succede è perché il mélo di Eastwood si consuma solo dopo i titoli di coda: tra quella scena e l’inizio, quando due figli ignari ricevono la lettera di una sconosciuta, una madre che in vita sua ha conosciuto l’amore per quattro giorni. Più saldamente americano dei ponti coperti nell’Iowa rurale c’è solo il sacrificio compiuto da Francesca in nome dell’ideale del nucleo familiare: il focolare vince, anche se la passione perdura oltre i confini dei fotogrammi, oltre gli scatti rubati al tempo dall’obiettivo di Kincaid. Che doveva essere Robert Redford, ma non potrebbe essere altri che Clint: coriaceo e scavato dall’età, è un playboy legnoso e sofferto che si spoglia di quarant’anni di carriera da duro per aprirsi il petto davanti alla macchina da presa. Il fatto che dall’altro lato dell’obiettivo, a catturare questa fragilità, ci sia sempre lui, è ciò che rende grande il film.

Salvato in Cineteca da Ilaria Feole
Messa in onda: 15/03/2020 - 12:05 - IRIS
I ponti di Madison County (1995)
Titolo originale: The Bridges of Madison County
Regia: Clint Eastwood
Genere: Mélo - Produzione: Usa - Durata: 135'
Cast: Meryl Streep, Clint Eastwood, Annie Corley, Victor Slezak

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Articoli consigliati


I ponti di Madison County» Cineteca (n° 43/2011)

Ilaria Feole

Ilaria Feole è nata nell’anno di Il grande freddo, Il ritorno dello Jedi e Monty Python – Il senso della vita e tutto quello che sa l’ha imparato da questi tre film. Scrive di cinema e televisione per Film Tv e  Spietati.it. È autrice della monografia Wes Anderson - Genitori, figli e altri animali edita da Bietti Heterotopia.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy