In nome di Dio - Il texano di John Ford

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Il silenzio degli innocenti è il film da salvare oggi in TV.
Su Spike alle ore 01:10.

Il 24 aprile è la data in cui usciranno in Francia dvd e bluray di High Life di Claire Denis, con Robert Pattinson e Juliette Binoche. Ancora non è prevista un'uscita nelle sale italiane, ma per l'occasione rispolveriamo la recensione di un altro film invisibile della stessa regista.

State già seguendo su TIMVision la seconda stagione di Killing Eve ? Vi riproponiamo l'intervista doppia alle due attrici protagoniste realizzata per l'arrivo della prima stagione, l'anno scorso.

Remake, reboot, prequel, sequel. E degli adattamenti, non possiamo proprio fare a meno? L'opinione di Roy Menarini.

Michelle Yeoh è appena stata scelta da James Cameron per i tre sequel previsti di Avatar. Vi riproponiamo allora la locandina di Emanuela Martini scritta per il film del 2009.

Sulla seconda stagione abbiamo pareri discordi (cfr. il Perché sì / Perché no di FilmTv n° 16). Ma la prima stagione di The OA ci era piaciuta molto: la recensione di Giulio Sangiorgio.

La citazione

«Il cinema è come un uomo a cavallo che arriva in una cittadina del West, e noi non sappiamo niente di lui. (Jean-Claude Carrière)»

scelta da
Marianna Cappi

cinerama
8590
servizi
3060
cineteca
2790
opinionisti
1889
locandine
1024
serialminds
811
scanners
487
Pubblicato su FilmTv 11/2019

In nome di Dio - Il texano


Regia di John Ford

In fuga attraverso il deserto dopo una rapina, tre banditi fuorilegge si imbattono in una partoriente che, in punto di morte, affida loro il neonato. I nuovi “padrini” promettono alla donna di occuparsi del piccolo, e intraprendono un faticoso e interminabile viaggio per portarlo sano e salvo fino in città. Due di loro non ce la faranno. Riuscirà il terzo a portare a compimento il nobile intento? Il western come racconto metaforico-esistenziale. È una chiave di lettura del più classico genere americano approfondita a partire dagli anni ‘70, in pieno “controwestern”. Ma come abbiamo già detto scrivendo di Il grande sentiero, John Ford aveva come al solito anticipato i tempi declinando il suo cinema “di frontiera” a qualunque tipo di sguardo e di morale. In nome di Dio. Il texano, tratto da un romanzo di Peter B. Kyne già portato sullo schermo da Ford, è un film atipico per il regista, che trasforma la vicenda in una parabola evangelica e il cammino dell’insolito terzetto in un itinerario verso un’insperata redenzione: una parabola sentimentale e morale preziosa, prima di tutto in senso figurativo. In alcuni momenti lo stile fordiano si fa assolutamente visionario, proprio perché il sogno e i simbolismi sono trasfigurati nell’epopea di questi tre cowboy (Wayne, Carey jr. e Armendáriz) chiamati a raggiungere la terra promessa con un neonato in braccio. Dedicato alla memoria di Harry Carey, fedelissimo di Ford, definito dal regista «la stella splendente del primo firmamento western».

Salvato in Cineteca da Mauro Gervasini
Messa in onda: 21/03/2019 - 16:45 - Rete4
In nome di Dio - Il texano (1948)
Titolo originale: Three Godfathers
Regia: John Ford
Genere: Western - Produzione: USA - Durata: 106'
Cast: John Wayne, Pedro Armendariz, Harry Carey jr., Ward Bond

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Articoli consigliati


In nome di Dio - Il texano» Cineteca (n° 11/2008)

Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.


Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy