Predator di John McTiernan

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Sergio M. Grmek Germani dice che Sedotti e bidonati è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 10:35.

Se vi sono piaciuti Forza maggiore e The square , c'è un invisibile di Ruben Östlund che vi consigliamo di recuperare, presentato alla Quinzaine 2011.

Gianni Amelio racconta I nuovi mostri e riflette sull'Italia e sulla commedia all'italiana. Rileggete la locandina del 2005, il film è in streaming su RaiPlay.

Il 3 dicembre arrivano su Prime Video le prime 5 stagioni di questa serie Marvel. Curiosi? Scoprite di che parla nella nostra recensione.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Quando la leggenda diventa realtà, si stampi la leggenda (John Ford)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
8332
servizi
2864
cineteca
2680
opinionisti
1794
locandine
1004
serialminds
763
scanners
479
Pubblicato su FilmTv 05/2017

Predator


Regia di John McTiernan

In una foresta dell’America Centrale, un commando di militari statunitensi guidati da un agente della CIA e da Alan “Dutch” Schaefer, ufficiale dei corpi speciali, attacca un gruppo di guerriglieri ma scopre ben presto di essere pedinato da un nemico assai più letale. Un alieno dalle straordinarie capacità mimetiche è infatti sbarcato sulla Terra per dedicarsi al suo passatempo preferito. La caccia all’uomo. Il miglior film di John McTiernan, specialista di action ingiustamente dimenticato, con effetti speciali visivi di Stan Wiston molto più moderni di tante ciofeche digitali che ci propina la fantascienza oggi. Predator è del 1987 ma i suoi anni li porta benissimo. Ci sarebbe anche un côté politico interessante. All’epoca gli statunitensi andavano in America Centrale per foraggiare squadroni della morte e commettere altre porcherie, qui Dutch se ne accorge suo malgrado. Senza contare che lui è un ex MACVSOG, il corpo militare clandestino che operava in Indocina durante la guerra del Vietnam, senza coperture, violando confini e leggi. Nonostante la simpatia di Schwarzenegger, in uno dei suoi ruoli migliori, la presenza di Bill Duke e del mitico Sonny Landham, vero guerriero cherokee meglio noto, agli appassionati, come attore porno, non è disdicevole tifare per l’alieno. Il gruppo tutto, però, ha un suo interesse speciale. A interpretare Cooper, infatti, Jesse Ventura, ex Navy SEALs, ex wrestler e di lì a poco, come Schwarzy, governatore di uno stato (il Minnesota). Erano gli anni di Ronald Reagan alla Casa Bianca. Non ci si annoiava.

Salvato in Cineteca da Mauro Gervasini
Messa in onda: 11/02/2017 - 21:10 - Paramount Channel
Predator (1987)
Titolo originale: Predator
Regia: John McTiernan
Genere: Azione - Produzione: USA - Durata: 104'
Cast: Arnold Schwarzenegger, Carl Weathers, Elpidia Carrillo

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Articoli consigliati


Predator» Cineteca (n° 08/2011)

Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.


Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy