Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Emanuele Sacchi dice che Distretto 13 - Le brigate della morte è il film da salvare oggi in TV.
Su 7 Gold alle ore 23:45.

State già seguendo su TIMVision la seconda stagione di Killing Eve ? Vi riproponiamo l'intervista doppia alle due attrici protagoniste realizzata per l'arrivo della prima stagione, l'anno scorso.

Remake, reboot, prequel, sequel. E degli adattamenti, non possiamo proprio fare a meno? L'opinione di Roy Menarini.

Michelle Yeoh è appena stata scelta da James Cameron per i tre sequel previsti di Avatar. Vi riproponiamo allora la locandina di Emanuela Martini scritta per il film del 2009.

Sulla seconda stagione abbiamo pareri discordi (cfr. il Perché sì / Perché no di FilmTv n° 16). Ma la prima stagione di The OA ci era piaciuta molto: la recensione di Giulio Sangiorgio.

La seconda stagione di Big Little Lies , che era nata come miniserie, uscirà a giugno ed è diretta non più da Jean-Marc Vallée ma da una regista americana di cui abbiamo parlato spesso nelle nostre pagine. Questo è il primo film suo che abbiamo recensito nella rubrica Scanners.

La citazione

«E questo è quanto (Casinò - Martin Scorsese)»

cinerama
8577
servizi
3051
cineteca
2784
opinionisti
1885
locandine
1023
serialminds
809
scanners
486
Pubblicato su FilmTv 41/2008

Quei bravi ragazzi


Regia di Martin Scorsese

Se su alcune delle pellicole successive (come Gangs of New York o The Departed) rimane il dubbio se si tratti di titoli “minori” o di capolavori mancati, su Quei bravi ragazzi ci sono solo certezze: è un’opera straordinaria che alla sua uscita fece sussultare tutti. Era come se Martin Scorsese ritornasse a casa, tra i suoi goodfellas, poco lontano dalle mean streets dei vecchi tempi. E intanto lo stile cresceva, si affinava, (ri)dava al cinema lo spessore dell’arte corale, dove la musica, i movimenti di macchina, il testo e la performance degli attori concorrono a dare vita a un film. Rispetto a tanti colleghi (quasi tutti i suoi colleghi, diciamo la verità), a fare la differenza nel cinema di Scorsese è proprio la sua vitalità, il ritmo irrefrenabile che ti lascia senza fiato sulla sedia. E poi risulta vincente l’idea di sbirciare dentro i meccanismi mafiosi dalla parte della manovalanza, manco si trattasse di impiegati che devono guadagnarsi la pagnotta.

Salvato in Cineteca da Mauro Gervasini
Messa in onda: 13/10/2008 - 23:35 - Rete4
Quei bravi ragazzi (1990)
Titolo originale: Goodfellas
Regia: Martin Scorsese
Genere: Gangster - Produzione: USA - Durata: 145'
Cast: Robert De Niro, Ray Liotta, Joe Pesci, Lorraine Bracco, Paul Sorvino

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Articoli consigliati


Toro scatenato» Locandine (n° 09/2013)
Quei bravi ragazzi» Secondo Matteo (n° 43/2018)

Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.


Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy