La pazzia di Sir Hitchcock

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che La notte dell'agguato è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 16:20.

Film di culto, pilastro della storia del cinema, capolavoro assoluto. E... Mel Gibson si prepara a rifarlo. Con un ricco cast, come vi raccontiamo nella prossima newsletter. Rileggiamo le parole di Gianni Amelio.

Arriva il 31 maggio su Prime Video una delle nuove serie più attese dell'anno. Si chiama Good Omens, ed è tratta dal romanzo di Neil Gaiman e Terry Pratchett Buona Apocalisse a tutti! Impossibile non ripensare a American Gods , egualmente tratta da un romanzo dello scrittore inglese.

Tra i film che abbiamo già visto dell'edizione 2019 del Festival di Cannes c'è La Gomera di Corneliu Porumboiu, che non ci ha convinto. Vi invitiamo a confrontare le parole di Roberto Manassero con quelle di Sangiorgio, che con questa recensione, qualche anno fa, nella rubrica Scanners, presentava quest'autore della Nuova onda rumena.

Il cast dei sequel di Avatar cresce (ve ne parliamo nella prossima newsletter, nella vostra casella di posta sabato 18 maggio). Per l'occasione vi riproponiamo un confronto critico pubblicato all'epoca dell'uscita del primo film.

Il calciomercato delle piattaforme streaming e dei canali a pagamento, dai destini sempre più intrecciati. Un'analisi di Andrea Bellavita.

La citazione

«We want our film to be beautiful, not realistic.»

cinerama
8650
servizi
3092
cineteca
2812
opinionisti
1906
locandine
1028
serialminds
820
scanners
488

La pazzia di Sir Hitchcock


Intrigo internazionale di Alfred Hitchcock

Locandina pubblicata su FilmTv 17/2005

Diceva Jean-Luc Godard che Alfred Hitchcock era un grande regista anche perché sapeva immaginarsi una storia semplicemente dopo aver visto qualche immagine in giro. Vedeva, per esempio, un mulino a vento e si diceva: «Guarda un po', se le pale di quel mulino si fermassero... che cosa significherebbe? Ah, sarebbe un segnale di qualcuno che si è nascosto là dentro». e cominciava a rimuginare un soggetto, era capace di inventario, o magari comprava i diritti di un libro che lo aiutasse a sviluppare la sceneggiatura. Ma era capace di vedere già tutte le inquadrature, a partire da quella prima immagine che un giorno gli era capitata davanti per caso... Hitchcock nel monte Rushmore si sarà imbattuto decine di volte, magari solo in cartolina. e voglio pensare che qualche sforzo l'abbiano fatto - lui e lo scrittore Ernest Lehman - per costruire tutte le peripezie che portano Cary Grant ed Eva Marie Saint su quei faccioni scolpiti nella roccia. Intrigo internazionale è nato da quella meta turistica di tipico gusto americano dove si svolge la parte finale, come Il prigioniero di Amsterdam nacque dal mulino a vento. Anche Sabotatori si ricorda per l'ultima scena sulla Statua della Libertà, nonostante prima, per un paio d'ore, ne succedano di tutti i colori. l due film un po' si somigliano e in entrambi è piuttosto complicato stare dietro ai colpi di scena continui. Sarebbe un difetto grave, ma non con Hitchcock, il quale tra pretesti e svincolamenti, ti porta sempre dove vuole lui, alla faccia della verosimiglianza e della logica. Soprattutto nei suoi film più leggeri (quelli a colori con Cary Grant, ben distinti da quelli a colori con James Stewart). Hitchcock racconta vicende complicate di cui a lui per primo non interessano le cause. Perciò ci conduce senza sforzo a dipanare la matassa sapendo che quello che conta è il come, non il perché. A proposito di un'altra sequenza celebre di Intrigo internazionale, quella dell'aereo che insegue il protagonista per i campi di mais, François Truffaut notava giustamente che il suo fascino stava proprio nella sua totale gratuità, e che per questa ragione il cinema di Hitchcock diventava un'arte astratta, come la musica. Hitchcock annuiva sorridendo: il gusto dell'assurdo io lo pratico - confessava - come una religione. Ma che significa il titolo originale Norlh by Northwest? È quello che dice di sé Amleto: sono pazzo solo a nord nord-ovest. cioè ci sto perfettamente con la testa. anche se gli altri pensano il contrario. Una riflessione che sembra fatta apposta per Hitchcock, un'epigrafe per almeno metà dei suoi capolavori.

Intrigo internazionale (1959)
Titolo originale: North by Northwest
Regia: Alfred Hitchcock
Genere: Spionaggio - Produzione: USA - Durata: 136'
Cast: Cary Grant, Eva Marie Saint, James Mason, Leo G. Carroll

Articoli consigliati


Intrigo internazionale» Cineteca (n° 13/2015)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy