Di ghiaccio e di fuoco

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che '71 è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiStoria alle ore 21:10.

Il cast dei sequel di Avatar cresce (ve ne parliamo nella prossima newsletter, nella vostra casella di posta sabato 18 maggio). Per l'occasione vi riproponiamo un confronto critico pubblicato all'epoca dell'uscita del primo film.

Il calciomercato delle piattaforme streaming e dei canali a pagamento, dai destini sempre più intrecciati. Un'analisi di Andrea Bellavita.

Lo scorso 9 maggio è morto a Seattle lo sceneggiatore Alvin Sargent, fra gli sceneggiatori più eclettici e di maggior successo nelle ultime cinque decadi di Hollywood. Suo è Paper Moon , che gli valse la prima nomination agli Oscar. Vi riproponiamo la locandina di Gianni Amelio.

Il 24 maggio arriva su Netflix una nuova serie spagnola che si chiama Alto mare (ve la segnaliamo brevemente nel numero di questa settimana). Avrà il successo di La casa di carta ?

«O dio mio, aprimi le porte della notte». In memoria di Jean-Claude Brisseau (1944-2019) ripubblichiamo la recensione del film che gli valse il Pardo d'oro a Locarno.

La citazione

«Ognuno prende i limiti del suo campo visivo per i confini del mondo. (Arthur Schopenhauer)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
8638
servizi
3084
cineteca
2807
opinionisti
1901
locandine
1027
serialminds
816
scanners
488
Servizio pubblicato su FilmTv 15/2014

Di ghiaccio e di fuoco


Piccola guida ai cofanetti home video dedicati nel tempo alle prime tre stagioni di Il trono di spade

«Se pensi che questa storia abbia un lieto fine, significa che non stai prestando attenzione» ribadisce, durante la terza stagione di Il trono di spade, il misterioso psicopatico che tortura Theon Greyjoy. Non distrarsi è fondamentale, nell’approcciarsi all’universo fantasy creato da George R.R. Martin con la saga letteraria Cronache del ghiaccio e del fuoco e portato sul piccolo schermo HBO da Edward Benioff e D.B. Weiss. Perché la mole di personaggi è sterminata, l’intreccio di casate, stemmi, motti è complesso e stratificato, ma soprattutto perché anche il dettaglio più insignificante può scatenare rovinose reazioni e ribaltare le pedine dell’intera scacchiera. È così fin dalla prima annata (che a un episodio dalla fine ha tolto di mezzo il suo protagonista principale), eppure anche gli spettatori più appassionati (per lo meno quelli che si sono tenuti alla larga da libri e spoiler) non avrebbero potuto aspettarsi la sanguinolenta carneficina che è evento cruciale del terzo ciclo. Ora i fan italiani si rivolgono trepidanti a Sky Atlantic HD - dove è in onda a breve distanza dalla programmazione Usa la quarta stagione - ma per il ripasso d’obbligo sono imperdibli le edizioni home video, soprattutto se nell’alta definizione del Blu-ray. La serie HBO è ormai definitivamente un fenomeno di culto (il nuovo Lost, sussurra qualcuno, anche se le due produzioni non potrebbero essere più distanti): il senso d’imprevedibilità costante («chiunque può essere ucciso», «Valar Morghulis, tutti gli uomini devono morire») si accompagna a quello di incombente catastrofe («Winter is coming»), lasciando il pubblico orfano degli abituali punti di riferimento narrativi, ma libero di tifare per chiunque gli aggradi. La terza annata sembra muoversi più lenta, frammentandosi tra location e intrighi, ma, come spiega l’infido Ditocorto, l’inseguimento del potere non è una corsa ma una lunga, faticosa e potenzialmente mortale arrampicata: sopravvivere è questione di resistenza, determinazione, fortuna. A far eco alle sue parole, orde di mostri oltre la Barriera di ghiaccio, l’avanzata di Daenerys e dei suoi draghi di fuoco: vincerà il migliore? Pare che non siano previsti happy ending.

  • Il trono di spade

    Stagione 1
    L’eccellente qualità video del Blu-ray rende giustizia all’accuratezza con cui l’alto budget HBO ha ricostruito Westeros. I 5 dischi con i primi 10 episodi introducono all’universo fantastico, grazie ai numerosi extra, equamente divisi tra approfondimenti tematici e dietro le quinte. 
    (Il trono di spade st.1, 2011, Warner Bros., €44,99)

    Stagione 2
    Venti di guerra sul Continente occidentale: la seconda annata scatena lo scontro tra i re, l’ottima edizione Blu-ray continua a viziare i fan con una valanga di contenuti speciali, spesso interattivi. Come la caccia alle uova (di drago) nascoste, che offre l’accesso a ulteriori extra. 
    (Il trono di spade st.2, 2011, Warner Bros., €36,70)

    Stagione 3 (edizione speciale)
    Piccoli draghi crescono. I fortunati che si sono accaparrati l’edizione speciale della prima stagione (con la fedele riproduzione di un prezioso uovo di drago) non si perderanno quella della terza annata, in vendita in esclusiva su Amazon, corredata dal modellino di uno sputafuoco fatto, finito e ad ali spiegate. I 5 dischi Blu-ray (anche in versione standard, a € 43,55), oltre ai 10 episodi commentati, regalano una miniera di extra, tra cui brilla il lungo backstage (un’ora) della devastante puntata Le piogge di Castamere, oltre a numerosi approfondimenti sul densissimo universo di Westeros.
    (Il trono di spade st.3 Collectors Edition, 2013, Warner Bros., €79,90)

    Claudio Bartolini

Articoli consigliati


Visioni dal fondo n° 07/2016» Visioni dal fondo (n° 07/2016)
Il trono di spade (S05)» Serial Minds (n° 24/2015)
Il trono di spade (S03-S04)» Serial Minds (n° 22/2014)
Il trono di spade (S01-S02)» Serial Minds (n° 23/2012)
Un uomo va alla guerra - Intervista a...» Interviste (n° 14/2015)
Il trono di spade (S06)» Serial Minds (n° 27/2016)
Simply the best 2016 - Le nostre...» Servizi (n° 51/2016)

Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.


Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy