Domani è un'altra notte

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Stregata dalla luna è il film da salvare oggi in TV.
Su Sky Romance alle ore 21:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Noi siamo orfani della Rivoluzione. E spesso pensiamo che non c'è più una vittoria possibile, che il mondo è disincantato e alla fine ci rassegniamo. Il cinema, al contrario, ci dice, a suo modo, che ci sono vittorie possibili anche nel mondo peggiore.... Non bisogna disperarsi. È quel che il cinema ci racconta, io credo. Ed è per questo che dobbiamo amarlo. (Alain Badiou)»

scelta da
Mariuccia Ciotta

cinerama
9277
servizi
3733
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Servizio pubblicato su FilmTv 23/2020

Domani è un'altra notte


§

C’è una scena, in La prima notte di quiete, che è da sola un capolavoro. È ambientata in una discoteca: mentre Ornella Vanoni canta Domani è un altro giorno (che è una cover, d’accordo, ma rimane una delle canzoni più belle della storia della musica italiana), Daniele osserva dal divanetto Vanina e Gerardo che ballano stretti, tra altre coppie; e il suo sguardo è cupissimo, rapito, irrimediabilmente avvinto, e consapevole di una passione, la sua per la studentessa Vanina, irresistibile ma destinata al disastro. È una scena che si prende quasi tutto il tempo del brano, immersa nel buio, ed è probabilmente il momento in cui il tormento del personaggio, così letterale e letterario, è meglio rappresentato. È qui, in questa scena, che Valerio Zurlini eccelle, molto più che in alcuni dialoghi ridondanti o in certe espressioni inquiete un po’ troppo da cliché tenebroso; eccelle qui e nel ritratto grigissimo e sfatto di una Rimini irriconoscibile, da polar melvilliano, come peraltro conferma la splendida tromba noir di Maynard Ferguson nella colonna sonora di Mario Nascimbene. La prima notte di quiete conserva un credito probabilmente sproporzionato (Zurlini ha fatto di meglio), tuttavia ripassarlo vuol dire anche fare i conti con un cinema fortissimamente (e foscamente) d’autore, che all’epoca si prendeva ancora i suoi rischi senza dimenticarsi del botteghino. Ah, che anni. E che cast, con Alida Valli sboccata, Salvo Randone monco e Adalberto Maria Merli che in occhiali da sole sembra fare già le prove per il suo ruolo in Il poliziotto della brigata criminale. In home video da noi il dvd è fuori catalogo, e lo trovate a prezzi altini. Niente paura, perché in Francia è uscito per la Pathé uno splendido combo Blu-ray + dvd con la versione restaurata in 4K nel 2019 da l’Immagine ritrovata. Sul retro della cover si parla di restauro a partire dal negativo originale, mentre alla fine dei titoli di coda e online si citano non meglio specificati «elementi originali 35 mm». Se l’occhio non m’inganna, non credo si tratti di negativo originale ma di un lavoro - comunque ottimo, ma irrimediabilmente meno definito e più “pastoso” - proprio sul 35 mm. Preziosi, nei contenuti extra, i due minuti di film-giornale del “Panorama cinematografico” (di proprietà della Cineteca di Bologna) in occasione della première del film. 


Articoli consigliati


La prima notte di quiete» Cineteca (n° 32/2015)
Un'opera oscena» Locandine (n° 02/2012)
I migliori film italiani - 23: La...» Servizi (n° 15/2019)
La prima notte di quiete» streaming (n° 27/2019)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy