Il Sassolino n° 41/2017

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che St. Elmo's Fire è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 10:00.

Il 29 giugno scorso è uscito negli Usa Soldado , di Stefano Sollima. In Italia uscirà a ottobre, intanto vi riproponiamo la locandina del film di cui Soldado è sequel, ossia Sicario di Denis Villeneuve.

La ricerca di riscatto di un mite toelettatore di cani, la discesa agli inferi di un ex pugile manesco. Il nuovo film del regista di Gomorra torna nella terra di nessuno delle fiabe dark. Premiato come migliore attore al Festival di Cannes il protagonista Marcello Fonte.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

La citazione

«Un ingenuo e stupido film americano può insegnarci qualcosa “per mezzo” della sua scempiaggine. Ma non ho imparato mai niente da uno scaltrito film inglese. (Ludwig Wittgenstein)»

cinerama
8027
servizi
2604
cineteca
2566
opinionisti
1669
locandine
984
serialminds
719
scanners
467

Il Sassolino


Pubblicato su FilmTv 41/2017

Il Sassolino n° 41/2017

Cronaca di alcuni giorni d’ottobre, nel 2017. Sabato compare online un commento all’intervista col regista Robin Campillo (autore di 120 battiti al minuto, film sulla militanza contro l’AIDS negli anni 90, vedi Film Tv n. 40/2017): «Quanti animali innocenti vivisezionati per curare questi cosi?». Il seguente lunedì, la concorrente del Grande fratello Vip Giulia De Lellis (fidanzata dell’ex tronista Andrea Damante: non lo diciamo per amor di gossip, ma perché è questo a qualificarla come “vip”) viene redarguita da Alfonso Signorini in merito a una frase da lei pronunciata («Se in discoteca gay o drogati mi chiedono un tiro di sigaretta, pur di non fumarla più gliela lascio»). Signorini ne approfitta per spiegare in diretta su Canale 5 che no, gay non è sinonimo di malato di AIDS, e che in ogni caso l’AIDS non si trasmette tramite saliva. Il giorno successivo, il regista Sebastiano Riso (autore di Una famiglia, sul tema dei neonati comprati dalle coppie impossibilitate ad adottare, vedi Film Tv n. 39/2017) viene aggredito da due uomini nell’androne del suo palazzo, che picchiandolo gli urlano «i froci non devono avere figli». Alcuni giorni dopo, 120 battiti al minuto è in sala, col divieto ai minori di 14 anni (anche legittimo, secondo chi scrive, per la crudezza di alcuni contenuti), ma in capoluoghi come Napoli e Verona non ve ne è traccia perché, spiega Teodora Film dalla pagina Facebook, alcuni esercenti non desiderano programmarlo; Giulia De Lellis è ancora al GF Vip, ha ancora facoltà di parlare davanti a quasi 5 milioni di spettatori, minori di 14 anni compresi, e non ha ancora capito cosa ci sia di sbagliato nell’assimilare i gay ai drogati. In Italia, l’omofobia non è (ancora?) un reato. E nemmeno l’ignoranza, purtroppo. 

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy