C'è musica dall'altra parte

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Hollywood Ending è il film da salvare oggi in TV.
Su Premium Cinema 2 alle ore 21:15.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«E questo è quanto (Casinò - Martin Scorsese)»

cinerama
9277
servizi
3734
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511

Editoriale


Pubblicato su FilmTv 43/2019

C'è musica dall'altra parte

Abbinato a Film Tv n. 44, in edicola da martedì 29 ottobre 2019, troverete Film Tv Rewind n. 2 (o come lo chiamiamo noi: Rewind 02) al prezzo complessivo di € 5,50 (settimanale + pubblicazione speciale). Dalla settimana successiva (quindi dal 5 novembre 2019) Film Tv rivista tornerà in edicola al solito prezzo di € 2. Lo rifacciamo, insomma, tre mesi dopo l’uscita del Rewind dedicato agli anniversari dell’allunaggio e del festival rock di Woodstock. Lo rifacciamo perché la risposta di voi lettori a luglio è stata molto positiva, a livello di commenti addirittura entusiasmante, e le vendite hanno premiato un esperimento raro e un rischio tutt’altro che calcolato in un mercato editoriale come noto in difficoltà. Lo rifacciamo perché per una realtà piccola ma agguerrita e resistente come la nostra poter ancora investire sull’edicola ha un significato enorme, fermo restando che il centro propulsore di tutto il nostro lavoro resta il giornale che avete in mano e che ogni settimana, e poi ogni giorno nella consultazione, vi guida nella “selva oscura” delle proposte cinematografiche e televisive. Lo rifacciamo perché Rewind 02 è ancora più ricco e speciale del precedente. Lo abbiamo dedicato all’anniversario della caduta del Muro di Berlino e al 1989, lo abbiamo riempito di articoli sul cinema di spionaggio, di interviste, di digressioni musicali e letterarie. Abbiamo recuperato la formula del Serial Graffiti per approfondire due serie destinate a diventare presto “classiche”: The Americans e Deutschland 83 e 86. Abbiamo passato in rassegna i migliori film che hanno saputo raccontare Berlino nel periodo della Guerra fredda, ma anche scavato nella sua eccezionalità musicale, da Brian Eno alla techno delle LoveParade. Abbiamo riascoltato i 20 migliori dischi usciti nel 1989, tutti recensiti (Oh Mercy di Bob Dylan per dirne uno), e rivisto i dieci migliori film. Fu un anno memorabile il 1989; nessuno si ricordava che per esempio L’attimo fuggente, o Fa’ la cosa giusta o per restare ancora più in tema Palombella rossa fossero stati distribuiti poco prima o subito dopo il crollo non solo simbolico del Muro. Lo rifacciamo perché pensiamo che 120 pagine così, con tutto questo cinema, questa musica, questi libri, con le foto più belle, valesse la pena condividerle, insieme alla passione di chi le ha pensate, scritte, impaginate. Lo vedrete, Film Tv Rewind n. 2: è come un libro, ma i capitoli sono dedicati a A 007, dalla Russia con amore, Le vite degli altri, Good Bye Lenin! (che peraltro in occasione dell’anniversario sarà ridistribuito in sala a novembre), Uno, due, tre! di Billy Wilder, Heimat... Dalla settimana prossima aspetta solo voi.


Mauro Gervasini

Firma storica di Film Tv, che ha diretto dal 2013 al 2017, è consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e insegna Forme e linguaggi del cinema di genere all'Università degli studi dell'Insubria. Autore di Cuore e acciaio - Le arti marziali al cinema (2019) e della prima monografia italiana dedicata al polar (Cinema poliziesco francese, 2003), ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare su cinema francese e di genere.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy