Lo zio fantastico

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Luca Pacilio dice che Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 21:10.

Era atteso per il 2021 il remake live action di Akira , ma la produzione è stata fermata dal momento che il regista Taika Waikiki ha invece firmato per dirigere il quarto Thor . Il cult di Katsuhiro Otomo era del 1988, ma era ambientato nel 2019. E non è la prima volta che se ne annunciava un remake.

Film Tv di questa settimana è un numero speciale che raccoglie le classifiche dei migliori film del decennio 2010-2019. Quello che vi proponiamo è uno dei tanti film citati: Tsai Ming-liang è decisamente uno dei massimi registi contemporanei. Buona lettura.

Il 14 luglio 1969 usciva Easy Rider , cult generazionale e pietra miliare del cinema.

Possiamo riciclare i buoni propositi che Roy Menarini aveva fatto per il cinema del 2017 ancora oggi? Probabilmente sì.

La 14esima stagione è annunciata a settembre negli Usa, mentre la 13esima parte il 19 luglio su Fox in prima visione assoluta. Particolarmente longeva e molto politicamente scorretta, ritorniamo sulla 12esima stagione di C'è sempre il sole a Philadelphia , nell'attesa.

La citazione

«Revolution is my boyfriend»

cinerama
8748
servizi
3169
cineteca
2859
opinionisti
1945
locandine
1035
serialminds
839
scanners
492

Editoriale


Pubblicato su FilmTv 28/2019

Lo zio fantastico

Gli anniversari sono pretesti per creare eventi, organizzare cene, riempire i giornali e le rassegne. Però diciamo la verità: sono come le feste comandate. Non se ne può fare a meno ma che noia, sempre un po’ le stesse situazioni, le stesse facce. A meno che tra gli invitati non ci sia un parente pazzo che fa casino, lo zio fantastico di cui canta Edoardo Bennato. Ecco, da qui al 20 luglio leggerete, ascolterete, vedrete decine di cose dedicate all’anniversario dello sbarco sulla Luna ma la nostra, di cosa, è il parente pazzo. Lo zio fantastico. Una rivista di 120 pagine intitolata Film Tv Rewind. Abbinata a Film Tv n. 29, quello in edicola dal 16 luglio, insieme al prezzo speciale di € 5,50 (solo per un numero: da quello seguente si torna al prezzo usuale di € 2). Poi, dalla settimana successiva, Rewind sarà venduta separatamente in edicola fino alla fine dell’estate. L’allunaggio come pretesto per raccontarvi come al solito di film, dischi, fumetti e serie tv. Dicevamo 120 pagine: in parte con riproposti alcuni storici articoli o servizi del settimanale pescati dall’archivio tra quelli più belli e pertinenti (il tema portante è la fantascienza); in (gran) parte, invece, testi inediti scritti proprio partendo dai 50 anni del primo uomo sulla Luna per spaziare (è il caso di dirlo) attraverso una filmografia fitta fitta che fa i conti con la produzione di un anno incredibile: il 1969. Nasceva, per dirne una, la new Hollywood. Ne leggerete delle belle. Ma poche settimane dopo «il giorno che (Neil) sbarcò sulla Luna» (sempre Bennato) un composito popolo che oggi definiremmo “del rock” si è riunito in massa non troppo lontano da New York per il Festival di Woodstock. I famosi tre giorni di pace, amore e musica (15-18 agosto 1969). Celebriamo anche quelli e recensiamo i 20 (venti) dischi migliori di quell’anno magico, non solo in campo pop. E ancora: i Pink Floyd, X-Files, Spazio 1999... Film Tv Rewind non è, quindi, un giornale come un altro bensì una specie di concept album giornalistico-letterario che ci siamo divertiti a realizzare e speriamo divertirà anche voi nella lettura, magari offrendo percorsi di visione e ascolto meno consueti. Poi, siccome un bel gioco può durare non poco, ne faremo un altro fra mesi, sempre seguendo la stessa formula (abbinamento al settimanale per sette giorni poi da solo in edicola) e cambiando naturalmente il tema conduttore. Mi raccomando il cerchiolino sulla data in calendario: dal 16 luglio 2019 in edicola con Film Tv.


Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy