First Love di Takashi Miike

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Stregata dalla luna è il film da salvare oggi in TV.
Su Sky Romance alle ore 21:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Non è più possibile parlare d'arte escludendo la scienza e la tecnologia. Non è più possibile analizzare i fenomeni fisici escludendo le realtà metafisiche. (Gene Youngblood)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
9277
servizi
3733
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Scanners pubblicato su FilmTv 14/2020

First Love


Regia di Takashi Miike

First Love. Primo amore. Quello di Yuri per l’ex compagno di classe Ryuji, l’unico che tentò di difenderla dagli abusi paterni. Quando molti anni dopo Yuri - costretta a prostituirsi per ripagare i debiti del genitore, che si è dato alla macchia - crede di riconoscere Ryuji nel coetaneo Leo, portento del pugilato che ha appena scoperto di avere i giorni contati, questi, esortato da un indovino a smettere di combattere per vanità e a ricorrere invece alla forza per aiutare il prossimo, decide di trarre la fanciulla in salvo dal malvagio piano di un ambizioso giovane yakuza che l’ha eretta a vittima sacrificale. Ed è soltanto l’incipit dell’ultimo film firmato allegramente col sangue da Takashi Miike, scritto dal Masa Nakamura di Dead or Alive 2 - Birds e Sukiyaki Western Django, e accolto da ovazioni alla Quinzaine des réalisateurs 2019. First Love: quello che scocca tutto in una notte fra Yuri e Leo; quello, improvviso e rivelatorio, per la vita, che la coppia lotterà per tenersi stretta fino alle prime luci dell’alba; e quello, duraturo e nuovamente ravvivato, di un incontenibile autore per il suo genere d’elezione. Per mantenerlo sull’attenti, suscettibile a infiniti camaleontismi, Takashi ingaggia ancora una volta lo yakuza movie in una danza seduttiva con caratteri e codici di generi diversi altrettanto scioltamente schierati l’uno con(tro) l’altro. Nella felice ammucchiata di First Love si accavallano senza frizioni criminali old school con buonsenso e disonorevoli novizi (menzione speciale al favoloso Shôta Sometani), suggestivi boss che danno tono all’ambiente, poliziotti corrotti, first lady fuori di senno, impeccabili sicarie e micro-schegge allucinogene, apparizioni fantasmatiche sul metrò, finti commiati pennellati d’autoironia, escrescenze horror (un trauma che si riforma e reincarna incessantemente), e scene quasi a sé stanti da programmata antologia (la resa dei conti nel supermercato, ma soprattutto un momento che coinvolge un peluche a batteria, una vecchia signora, una manciata di candeline e una tanica di benzina). Ma Miike non deve nemmeno fare lo sforzo di scansare l’effetto calderone contaminativo: è la facilità magistrale, l’elasticità stilistica con cui uniforma a un medesimo e inconfondibile universo personale archetipi rinfrescati a fare del suo lavoro numero 103 (!) un delizioso intermezzo pop/pulp, un piacevole intervallo che è anche un riepilogo di poetica. In dvd e Blu-ray da € 19,28.

First Love (2019)
Titolo originale: Hatsukoi
Regia: Takashi Miike
Genere: Drammatico - Produzione: Giappone/Gb - Durata: 108'
Cast: Masataka Kubota, Sakurako Konishi, Shôta Sometani
Sceneggiatura: Masa Nakamura

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Fiaba Di Martino

Fiaba riceve in fasce un nome lezioso che le profetizza l'amore per le storie, nel cinema, sul cinema e del cinema: a dieci anni vota i film disegnando a matita i pollici di Film Tv accanto ai biglietti della multisala più bella di sempre, l'Arcadia; di lì a poco si innamora delle finestre di Hitchcock, degli occhi di Jean Gabin e dell'aplomb di Lauren Bacall, e lo urla al mondo prima dal giornalino scolastico del classico poi dai siti web (MyMovies, Players, PositifCinema, BestMovie.it), mentre frequenta corsi di scrittura alla Scuola Civica di Cinema milanese e scrive un libro su Xavier Dolan con la collega positivista Laura Delle Vedove. Lost in translation nello stereo totale, ritrova se stessa nella pioggia di Madison County, nelle lettere di Gramsci, nelle ferite di David Grossman, nelle urla liberatorie di Sion Sono, nelle risate di Shosanna Dreyfus, nei silenzi di Antonioni, nelle parole di Frances Ha («non sono ancora una vera persona») e nello spazio tra i titoli di testa e quelli di coda.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy