La Disney rilancia con Star Wars

970x250_FI.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Ilaria Floreano dice che Coriolanus è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai2 alle ore 00:40.

Mentre Sky Atlantic HD trasmette la terza stagione di Gomorra - La serie, riproponiamo la riflessione che il giornalista-scrittore fece in esclusiva per Film TV sull’importanza di una fiction televisiva che a trent'anni dalla prima Piovra ha di nuovo il coraggio di raccontare la criminalità organizzata. Un “sistema” che anche il suo libro ZeroZeroZero, a sua volta destinato a ispirare un'altra serie tv diretta da Stefano Sollima, ha saputo descrivere nei suoi connotati transnazionali.

Visconti e il lato positivo della censura, ovvero quando Gianni Amelio vide per la prima volta Rocco e i suoi fratelli .

Prima di Good Time , nelle sale questa settimana, i fratelli Safdie erano già passati tra le pagine di Scanners con Heaven Knows What . Una segnalazione di Ilaria Feole assolutamente da recuperare.

Chicago, Nairobi, Seul, Londra, Città del Messico, San Francisco, Berlino, Mumbai. Sono otto, sono collegati. Da recuperare senza porsi domande.

C'è tutto un cinema che non passa per le sale ma che merita di essere visto, sostenuto, cercato. Due libri per voi che sono anche due inviti a guardare oltre.

La citazione

«Ognuno prende i limiti del suo campo visivo per i confini del mondo. (Arthur Schopenhauer)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
7513
cineteca
2392
servizi
2248
opinionisti
1496
locandine
949
serialminds
627
scanners
451
Articolo pubblicato esclusivamente su questo sito

La Disney rilancia con Star Wars


Il cinema è un'industria e non è nemmeno un'industria autonoma, ma ormai convive in un tentacolare intreccio con il più vasto mondo dell'entertainment, del merchandising, del marketing e Dio solo sa di quali altri interessi, fino ad arrivare a Wall Street. Tocca così parlare anche dell'argomento più grigio del mondo: le fluttuazioni azionarie.

Ieri infatti il titolo Disney in borsa non ha dato i dividendi previsti, mancando l'obiettivo di 5 centesimi di dollaro per azione e con un ricavo diminuito del 3% rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente. Una flessione dovuta tra le altre cose al declino dei canali via cavo sportivi del brand ESPN, che l'azienda aveva tentato di tamponare lanciandone una versione in streaming: ESPN Plus. Inoltre la prima parte dell'anno, pur con i buoni incassi dei parchi a tema e con il mega successo di La Bella e la Bestia ha avuto un titolo animato relativamente debole come Cars 3 e il successo di Thor: Ragnarok è iniziato solo ora, troppo tardi per incidere. La "Casa del Topo" conta comunque di rifarsi entro la fine dell'anno con il film Pixar Coco e con Star Wars - Gli ultimi Jedi

Ovviamente i vertici erano al corrente che oggi sarebbe stata annunciata questa flessione e così Bob Iger aveva pronte da dare in pasto alla stampa e agli azionisti una serie di succulenti news, per presentare questo momento di difficoltà come un'occasione di rilancio verso il futuro.

rian.jpg

Prima di tutto: una nuova trilogia di Star Wars, che sarà interamente realizzata da Rian Johnson, del cui operato su Episodio VIII a questo punto la Disney e l'esigente Kathleen Kennedy appaiono soddisfatti oltre ogni dire. Il suo impegno spiega anche perché non potesse essere lui a girare Episodio IX dopo la fuoriuscita di Colin Trevorrow, sostituito infatti da J.J. Abrams. Ogni informazione in merito alla nuova trilogia è secretatissima, a parte per il fatto che sarà sia scritta che diretta da Johnson, il quale ha twittato: «Ovviamente spero che vi piaccia The Last Jedi. Ma ragazzi ora DAVVERO spero che vi piaccia The Last Jedi».

Avevamo già parlato dell'abbandono di Netflix per una nuova propria piattaforma da parte di Disney, che decide di calare gli assi per rendere questo nuovo servizio pressoché imprescindibile per il suo sterminato numero di fan. A partire sempre da quelli di Star Wars, che vedranno finalmente un progetto a lungo sembrato irrealizzabile: una serie tv in live-action sul mondo di Guerre StellariArriverà nel tardo 2019 e se ne sa ancora meno che della nuova trilogia, visto che è ignoto anche chi ne sarà l'autore. Il nome più probabile è quello di Dave Filoni, di cui sta per concludersi la serie animata Star Wars: Rebels e che ha parlato recentemente di un imprecisato progetto in live-action, oltre che del suo desiderio di continuare a lavorare sulla galassia lontana lontana di Star Wars.

rebels.jpg

È stata poi annunciata una nuova misteriosa serie Marvel, sempre in live-action, cosa che però non è esattamente esclusiva, visto che tra i vari Defenders e il Punitore ce ne sono già ben sei su Netflix; almeno una tuttora in corso su ABC (Agents of Shield); due prossime al lancio rispettivamente su Hulu (Marvel's Runaways) e Freeform (Cloak & Dagger); una in cerca di casa dopo essere stata scartata da Freeform, ossia la comedy New Warriors (e tutto questo senza contare quelle di Fox sui mutanti Marvel). Tra i progetti di cui si parla da qualche anno ce ne sarebbe uno d'autore, firmato da John Ridley, ma la nuova serie potrebbe benissimo essere di qualcosa di più nuovo, legato agli ultimi ancora ignoti sviluppi dell'universo Marvel cinematografico. 

monsters.jpg

Non poteva poi mancare un annuncio legato alla Pixar, ed ecco spuntare una serie animata sul mondo di Monsters & Co.Monsters University, anche in questo caso però avvolta dal più totale mistero. Così come non è dato sapere in che modo verrà rinnovata l'immarcescibile High School Musical. Quello che è certo è che la piattaforma, il cui debutto è previsto nel 2019, offrirà migliaia di ore dal catalogo cinematografico e televisivo Disney. Ciò nonostante, dice Bob Iger, avrà un prezzo di abbonamento sostanzialmente inferiore a quello di Netflix.

Non è sfuggito agli acuti osservatori di Variety che quella di Iger è una strategia ambiziosa, ma in fondo poco originale, che sembra copiare le mosse di CBS, dove come testa d'ariete è stata usata la saga di Star Trek, e della Warner, che si affiderà per la sua piattaforma ai supereroi DC con Titans. D'altra parte quando si hanno in mano i franchise più grossi del pianeta è inevitabile che l'espansione scommetta su di loro. 

Non sono mancate infine domande sulla vociferata acquisizione di Fox che Disney starebbe tentando, cui Iger ha risporto con il più tipico dei No Comment. D'altra parte ha anche dichiarato che, dopo le grandi acquisizioni degli ultimi anni, Disney «non sembra aver bisogno in questo momento di aggiungere altri film sul tavolo».

luke.jpg


Articoli consigliati


Mulholland Drive n° 50/2015» Mulholland Drive (n° 50/2015)
Guerre stellari» Cineteca (n° 30/2010)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy