Diane Keaton

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Alberto Pezzotta dice che Brama di vivere è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 08:55.

Storie di streghe, da Angela Lansbury a Bella Ramsey.

Su FilmTv n° 34 Ilaria Feole racconta la passione/fissazione/nostalgia per gli anni '80 di cinema e serialità. Tra gli 8 horror che non muoiono mai è citato La casa di Sam Raimi, di cui vi raccontiamo la storia con questa locandina del 2008.

Hirokazu Kore-eda torna a Venezia dopo due anni: il suo La vérité aprirà infatti #Venezia76. Il film presentato in concorso a Venezia 74 era stato The Third Murder, tuttora inedito in Italia, fatta eccezione per una proiezione allo Spazio Oberdan di Milano del mese di febbraio 2019. Ne riproponiamo qui la recensione.

Nel 2011, in occasione dell’uscita in sala del film di Jean-Jacques Annaud Il principe del deserto , con Antonio Banderas e Tahar Rahim, avevamo voluto ripercorrere la storia del Sahara al cinema. Vi riproponiamo oggi questo percorso.

Il 21 agosto arriva su Sky Atlantic la settima e ultima stagione di Veep . Riprendiamo il filo con la recensione della stagione 6.

La citazione

«All work and no play makes Jack a dull boy»

cinerama
8787
servizi
3215
cineteca
2884
opinionisti
1971
locandine
1040
serialminds
850
scanners
494
Servizio pubblicato su FilmTv 26/2019

Diane Keaton


Un post al sole n° 26/2019

È stata la musa di Woody Allen, ha vinto un Oscar, ha ispirato i look di generazioni di donne attraverso personaggi meravigliosamente abbigliati. Ma questo non impedisce a Diane Keaton di usare il suo account Instagram con beata ingenuità: la splendida 73enne ha un milione di follower e una deliziosamente scarsa attitudine a seguire le convenzioni del social network (diverso è il caso del suo Twitter, dove è evidente la mano di un social media manager). Per esempio: tutto ciò che scrive è in Caps Lock, interamente in lettere maiuscole, che nell’etichetta del web corrisponde allo strillare, ma è difficile non perdonarla mentre correda di gridatissime didascalie gli scatti allo specchio con l’outfit del giorno. Miracoloso incrocio tra un’influencer e quella vostra nonna/mamma/zia che non si trova a suo agio con la tecnologia (rimandiamo a ZeroCalcare per una più accurata analisi del tema), Diane pubblica fotografie (rigorosamente un po’ storte, sfocate o scentrate, come quelle che ci scattiamo tutti noi nei camerini) dei suoi strepitosi cappelli, pantaloni svasati, maxi gonne e zeppe, confermandosi ineguagliabile trendsetter oltre 40 anni dopo Io e Annie. Poi, come ogni utente medio dei social, rispolvera vecchie foto di famiglia («INDOVINATE CHI ERA QUESTA»), pubblica foto di cagnolini e partecipa alle catene: per esempio quella dei “dieci film in dieci giorni”, che ha usato per celebrare affettuosamente l’idolo cui ha “scippato” il cognome, ovvero Buster Keaton. Se poi siete interessati a seguire le sue attività professionali oltre lo schermo, troverete i link per comprare The Keaton, il vino rosso «da servire ghiacciato» da lei prodotto: costa solo 16 dollari a bottiglia.

,

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy