Volume a undici

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che eXistenZ è il film da salvare oggi in TV.
Su Sky Cinema Suspense alle ore 22:45.

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Ognuno prende i limiti del suo campo visivo per i confini del mondo. (Arthur Schopenhauer)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
9406
servizi
3881
cineteca
3235
opinionisti
2218
locandine
1096
serialminds
1027
scanners
514
Articolo pubblicato esclusivamente su questo sito

Volume a undici


Christopher Nolan e le sue scelte sul missaggio sonoro

Tempo un sacco di anni e i film di Christopher Nolan, come succede ai grandi autori, verranno richiamati alla memoria con un'etichetta sintetica. Ma se i film di Lars von Trier, ad esempio, saranno quelli “matti e depressi” e quelli di Clint Eastwood saranno quelli “anziani e fascisti” (si scherza, qui), i film di Nolan saranno “quelli che fanno DOOOOONNNNN a volumi spaccaorecchie”. L'avanguardia tecnica è, da sempre, uno degli obiettivi (sia tematici, sia realizzativi) nel cinema del regista e sceneggiatore londinese; e il missaggio sonoro (la post-produzione dei suoni di un film) fa certamente parte di questa filosofia, abbastanza da far dichiarare a Nolan (era il 2017) che “da un paio di film a questa parte, abbiamo deciso che non avremmo mixato il nostro sonoro per venire incontro alle sale che sono sotto lo standard tecnico”. Solo che ogni tanto - un esempio su tutti: Tom Hardy in Il cavaliere oscuro - Il ritorno - pare che il regista si impegni fin troppo per rendere inintelligibili i suoi dialoghi, sommergendoli nella colonna sonora. La questione, rinvigorita dalla recente uscita di Tenet, era già stata affrontata da Nolan ai tempi di Interstellar: “Ci sono situazioni in cui decido di usare i dialoghi alla stregua di effetti sonori, quindi a volte sono mixati a un volume appena inferiore rispetto a quello degli altri effetti, oppure sono integrati ad altri effetti per enfatizzare quanto è forte il rumore circostante. Non sono d'accordo con l'idea che si possa raggiungere la chiarezza solamente tramite il dialogo. Io cerco di ottenere chiarezza, della storia e delle emozioni, in maniera stratificata, usando tutti i mezzi a mia disposizione: immagini e suono. Ho sempre amato i film che approcciano il suono in maniera impressionista, che è un approccio inusuale per un blockbuster”. Gli fa eco Richard King, montatore del suono e collaboratore di lunga data: “Chris vuole creare un tipo di atmosfera densa, quasi punk-rock. Non cerca di presentare un'idea di suono naturalistica, ma vorrebbe trasmetterne la realtà intrinseca restando nei confini del possibile”. E adesso è tutto molto più chiaro, proprio come i dialoghi nei film di Nolan.


Articoli consigliati


The Greatest Showman» Servizi (n° 34/2020)
Tenet» Cinerama (n° 35/2020)
Opera con autore» Servizi (n° 36/2020)
Tenet» Locandine (n° 37/2020)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy