Speciale

La donna dello scrittore

La donna dello scrittore - Le curiosità

Chi era dunque Harun Farocki? Impossibile da riassumere in poche righe, se non, forse, dicendo che al pari di Godard è stato il cineasta (ma era anche filosofo, professore, teorico) più lucido nel riflettere sulle immagini e sulla loro costruzione del senso, a partire dal contesto politico, sociale ed economico in cui prendono forma. I suoi film-saggio sulla pubblicità, sulla rappresentazione della guerra, sul valore dei gesti e dei corpi restano passaggi fondamentali per la storia del cinema. E chi era invece Anna Seghers, l’autrice di Transit (in Italia Visto di transito), il romanzo del 1944 da cui è tratto La donna dello scrittore? Tedesca, comunista, fuggita dal nazismo negli anni 30, riparò veramente in Messico durante la guerra. Tornata in patria nel ’47, divenne una delle guide intellettuali della DDR, presidentessa dal ’52 al ’78 dell’Unione degli scrittori della Repubblica Democratica Tedesca. Fu lei, nel ’76, a firmare la cacciata del poeta e cantautore dissidente Wolf Biermann, in uno degli episodi più autolesionisti della storia del DDR.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy