Scanners - Caccia all'inedito

Scanners /// Raccolta di invisibili dimenticati dalla distribuzione italiana.

The Third Murder

Regia: Hirokazu Kore-eda

Anno: 2017
Genere: Drammatico, Genere: Thriller
Produzione: Giappone
Durata: 124 minuti

Cast: Masaharu Fukuyama, Hirose Suzu, Koji Yakusho, Mikako Ichikawa, Shinnosuke Mitsushima, Yuki Saitô, Isao Hashizume, Kôtarô Yoshida, Izumi Matsuoka

Penultimo film di Hirokazu Kore-eda, presentato in concorso a Venezia 74 (l’ultimo, Un affare di famiglia, è la Palma d’oro di Cannes 71). Prima scena: un uomo compie un omicidio. Dato inconfutabile: quell’immagine dice il vero. Misumi è un assassino. Punto. Di nuovo: l’uomo era già stato condannato, 30 anni prima, per aver ucciso un usuraio. E dunque, l’obiettivo del film non può essere la ricerca del colpevole. Il punto è differente. È una domanda precisa: cosa c’è dietro l’immagine del vero? Dietro a quella prima scena? È questo che si chiede il cinema di Kore-eda. Ed è quello che tenta di mettere alla prova l’avvocato difensore di Misumi, Shigemori, figlio di colui che ai tempi evitò all’uomo la pena di morte. Nel cinema di genere processuale il regista non cerca e non trova un alleggerimento: cerca e trova il luogo ideale per ridurre ai minimi termini il suo cinema, per renderlo terso e trasparente, per mettere in luce il processo di una ricerca morale sui concetti di verità e giustizia. Basta un’immagine semplice a riassumerlo, un’immagine altamente e limpidamente simbolica, in un film di realismo secco e laconico, opaco e lineare, non concessivo: un campo/controcampo tra omicida e difensore, separati da un vetro che rifrange i due visi, li divide e sovrappone. Come se si rincorressero vanamente, come se tentassero di raggiungersi, come se il volto di uno riverberasse sopra e dentro quello dell’interlocutore, e aspirasse a sfumare in questo, non riuscendoci mai. È la figura di una ricerca di comprensione sempre perfettibile. È l’immagine di uno slancio che si chiama empatia. Al proseguire dell’indagine, Shigemori scopre dettagli che mettono in contesto il gesto di Misumi. Fatti che non chiarificano gli eventi, ma rabbuiano le sciocche luci di quello che credevamo fosse il vero, allungando ombre sulle sue sicumere. Alla fine, la giustizia si compie. No, non è uno spoiler (lo annunciava già il titolo). È giusto. E inevitabile. Come è inevitabile che il peso del film sia in tutte le cose che la legge non può cogliere, ma che un uomo, per essere uomo (e un film, per essere umanista), deve provare a cercare e comprendere. È questo ciò a cui dà forma. Oggi è la sola cosa che fa di un film cinema politico. In dvd da € 21,99.

A Spell to Ward Off the Darkness (2013)

Regia di Ben Rivers, Ben Russell

Incontro tra due ipotesi di cinema post-etnografico, oltre le secche del rigore accademico e aperte al pastiche di linguaggi, sempre fuori formato e disponibili all’installazione museale: da un...

FilmTv n° 03 / 2015

Història de la meva mort (2013)

Regia di Albert Serra

Pardo d’oro a Locarno 201 3, Història de la meva mort è il capitolo III di una filmografia, quella del catalano Albert Serra, che si confronta costantemente con il mito e con la...

FilmTv n° 41 / 2014

Blue Caprice (2013)

Regia di Alexandre Moors

In Born Free, videoclip girato per M.I.A, Romain Gavras metteva in scena un ingiustificato rastrellamento militare ai danni di persone dai capelli rossi, fototipo 1. Su di un murales, sopra le...

FilmTv n° 09 / 2016

Notre jour viendra (2010)

Regia di Romain Gavras

In Born Free, videoclip girato per M.I.A, Romain Gavras metteva in scena un ingiustificato rastrellamento militare ai danni di persone dai capelli rossi, fototipo 1. Su di un murales, sopra le...

FilmTv n° 09 / 2016

Catch Me Daddy (2014)

Regia di Daniel Wolfe

In Born Free, videoclip girato per M.I.A, Romain Gavras metteva in scena un ingiustificato rastrellamento militare ai danni di persone dai capelli rossi, fototipo 1. Su di un murales, sopra le...

FilmTv n° 09 / 2016

Archivio Scanners

Titolo Regia Autore FilmTv n°
The Beach Bum Harmony Korine Giulia D'Agnolo Vallan 33 / 2019
Nuestro tiempo Carlos Reygadas Roberto Manassero 31 / 2019
Vox Lux Brady Corbet Emanuele Sacchi 27 / 2019
Mid90s Jonah Hill Simone Emiliani 25 / 2019
High Life Claire Denis Pier Maria Bocchi 23 / 2019
High Life Claire Denis Rinaldo Censi 23 / 2019
As Boas Maneiras Marco Dutra, Juliana Rojas Emanuele Sacchi 19 / 2019
Un couteau dans le coeur Yann Gonzalez Matteo Marelli 17 / 2019
Tyrel Sebastián Silva Alice Cucchetti 15 / 2019
Holiday Isabella Eklöf Fiaba Di Martino 13 / 2019
Aimer, boire et chanter Alain Resnais Giulio Sangiorgio 11 / 2019
Western Valeska Grisebach Roberto Manassero 09 / 2019
The Road to Mandalay Midi Z Emanuele Sacchi 05 / 2019
Assassination Nation Sam Levinson Fiaba Di Martino 03 / 2019
My Entire High School Sinking Into the Sea Dash Shaw Emanuele Sacchi 50 / 2018
Sorry to Bother You Boots Riley Giulia D'Agnolo Vallan 48 / 2018
À travers la forêt Jean-Paul Civeyrac Alessandro Baratti 46 / 2018
Des filles en noir Jean-Paul Civeyrac Alessandro Baratti 46 / 2018
Mes provinciales Jean-Paul Civeyrac Giulio Sangiorgio 44 / 2018
Eighth Grade Bo Burnham Fiaba Di Martino 42 / 2018
The Great Buddha + Hsin-yao Huang Emanuele Sacchi 40 / 2018
Zama Lucrecia Martel Roberto Manassero 38 / 2018
The Third Murder Hirokazu Kore-eda Giulio Sangiorgio 36 / 2018
A fábrica de nada Pedro Pinho Matteo Marelli 32 / 2018
Golden Exits Alex Ross Perry Emanuele Sacchi 30 / 2018
Borderline Olivier Marchal Alessandro Baratti 27 / 2018
Columbus Kogonada Emanuele Sacchi 25 / 2018
La chatte à deux têtes Jacques Nolot Alessandro Baratti 23 / 2018
Happy hour Ryûsuke Hamaguchi Emanuele Sacchi 20 / 2018
Laissez bronzer les cadavres Hélène Cattet, Bruno Forzani Alessandro Baratti 17 / 2018

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy