Scanners - Caccia all'inedito

Scanners /// Raccolta di invisibili dimenticati dalla distribuzione italiana.

Police, adjective

Regia: Corneliu Porumboiu

Anno: 2009
Genere: Poliziesco
Produzione: Romania
Durata: 115 minuti

Cast: Dragos Bucur, Vlad Ivanov, Ion Stoica, Irina Saulescu, Cerasela Trandafir, Marian Ghenea, Cosmin Selesi, Serban Georgevici, George Remes, Adina Dulcu

Quando un genere cinematografico classico incontra il realismo, ne esce degradato: il reale e i suoi modi non reggono la struttura astratta del genere, la riducono al triviale, la rovinano nel vero, ne mettono in luce l’assurdo, l’incongruità romantica e progressiva della sua ideologia. Si pensi per esempio ai film di Robert Altman, I compari, Gang, Il lungo addio. Creano uno scarto, sarcastico, catastrofico, tra quel che lo spettatore s’aspetta dal genere e quel che i film gli restituiscono: l’amara e spregiante disillusione, l’ammutolirsi dell’epica, l’impossibilità di un eroe, il tacere della catarsi. Police, Adjective di Corneliu Porumboiu è uno di questi film. È un giallo d’indagine. Un genere che dovrebbe restaurare la ragione, curare un ordine logico guastato. E lo fa, ma a modo suo. Ci sono un agente di polizia e un pedinamento, un uomo comune. C’è Cristi, che dovrebbe incastrare un giovane sospettato di possesso, consumo e spaccio di droghe leggere. E che trova le prove per i primi innocui reati, e non quelle per il peggiore. E così decide, nonostante gli ordini del superiore, di non ricorrere all’arresto, convinto che la legge, presto, possa cambiare. È una questione di etica, quella posta da Cristi, di scarto tra legge e giustizia. Ma l’ordine, purtroppo, si restaura lo stesso, lo scarto si rimargina. Perché è vero che l’energia drammaturgica di Police, Adjective è annichilita in lenti e inconcludenti pianisequenza realisti, che i colpi di scena sono in esilio e non rimane che il routinario affastellarsi, mesto e immobile, degli appostamenti e degli interrogatori. Ed è vero che tutto s’incarta nel grottesco banale, nel teatro dell’assurdo quotidiano. Ma nel finale, usando un dizionario, il commissario usa il linguaggio per ricostituire il suo ordine, imponendo la logica semplificatoria della lingua sul reale, riducendo al nulla lo spazio per i dilemmi etici del protagonista, soffocando il pensiero in mere definizioni (coscienza, legge, morale, polizia). Così, per Porumboiu, per il cinema rumeno degli anni zero, il giallo è un genere che paga un vizio antropologico, restaurando un ordine illogico e paradossale: quello di un potere retorico e manipolatorio, mistificatore di realtà, figlio di Ceausescu.

Umshini Wam. Bring Me My Machine Gun (2011)

Regia di Harmony Korine

Gli attori protagonisti di questo oggetto eccentrico, a metà tra il materiale promozionale e lo sfregio, sono i Die Antwoord, un gruppo rap sudafricano di incredibile successo internazionale....

FilmTv n° 28 / 2013

Métamorphoses (2014)

Regia di Christophe Honoré

Fernando è un ornitologo. Canoa. Binocolo. Macchina fotografica. Taccuino. Strumenti da camping. Guarda gli uccelli (non siate timidi: il gretto doppio senso camp non è fuori luogo, qui...

FilmTv n° 25 / 2017

Entertainment (2015)

Regia di Rick Alverson

Un tour tra bettole e rovine. Uno stand up comedian di 50 anni come guida: capelli unti di gel, occhiali da nerd, voce scatarrante. Un comico che cerca uno spettacolo dialettico e scontroso, il...

FilmTv n° 07 / 2016

Kill List (2011)

Regia di Ben Wheatley

Da 8 mesi Jay non riceve uno stipendio. E Shel, sua moglie, non ne è entusiasta. Così quando Gal, l’amico di sempre, gli offre un lavoro, Jay accetta. Perché per l’assassinio, in fondo, ha sempre...

FilmTv n° 26 / 2013

Tchoupitoulas (2012)

Regia di Bill Ross IV, Turner Ross

Oltre il fiume c’è un luogo proibito. Ma quando i tre fratelli in fuga (come Il piccolo fuggitivo di Morris Engel & Co. 60 anni prima) lo raggiungono, scoprono un paese dei balocchi...

FilmTv n° 44 / 2014

Archivio Scanners

Titolo Regia Autore FilmTv n°
Save the Date Michael Mohan Chiara Bruno 23 / 2014
Boarding Gate Olivier Assayas Alice Cucchetti 22 / 2014
Fin août, début septembre Olivier Assayas Giulio Sangiorgio 22 / 2014
Les destinées sentimentales Olivier Assayas Giulio Sangiorgio 22 / 2014
Leviathan Lucien Castaing-Taylor, Verena Paravel Giulio Sangiorgio 21 / 2014
Quel che sapeva Maisie Scott McGehee Ilaria Feole 21 / 2014
Run & Jump Steph Green Mauro Gervasini 21 / 2014
L'Apollonide (Souvenirs de la maison close) Bertrand Bonello Giulio Sangiorgio 20 / 2014
Quelque chose d'organique Bertrand Bonello Giulio Sangiorgio 20 / 2014
Tiresia Bertrand Bonello Roberto Manassero 20 / 2014
A Single Shot David M. Rosenthal Claudio Bartolini 18 / 2014
Jack and Diane Bradley Rust Gray Chiara Bruno 18 / 2014
Yella Christian Petzold Giulio Sangiorgio 18 / 2014
Caníbal Manuel Martín Cuenca Claudio Bartolini 17 / 2014
La folie Almayer Chantal Akerman Giulio Sangiorgio 17 / 2014
Senza santi in paradiso David Lowery Ilaria Feole 17 / 2014
Bestiaire Denis Côté Roberto Manassero 16 / 2014
The Invader Nicolas Provost Giulio Sangiorgio 16 / 2014
Todos tenemos un plan Ana Piterbarg Mauro Gervasini 16 / 2014
Livide Alexandre Bustillo, Julien Maury Claudio Bartolini 15 / 2014
Grand Central Rebecca Zlotowski Ilaria Feole 13 / 2014
I Wish Hirokazu Koreeda Roberto Manassero 13 / 2014
Yesterday Never Ends Isabel Coixet Chiara Bruno 13 / 2014
Hit & Miss Alice Cucchetti 12 / 2014
Nobody's Daughter Haewon Sang-soo Hong Chiara Bruno 12 / 2014
Un été brulant Philippe Garrel Giulio Sangiorgio 12 / 2014
The Iceman Ariel Vromen Ilaria Feole 11 / 2014
The Selfish Giant - Il gigante egoista Clio Barnard Roberto Manassero 11 / 2014
The Slut Hagar Ben-Asher Giulio Sangiorgio 11 / 2014
Camille Claudel 1915 Bruno Dumont Giulio Sangiorgio 10 / 2014

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy