Scanners - Caccia all'inedito

970x250_FI.JPG

Scanners /// Raccolta di invisibili dimenticati dalla distribuzione italiana.

Sieranevada

Regia: Cristi Puiu

Anno: 2016
Genere: Drammatico
Produzione: Romania/Francia/Bosnia ed Erzegovina/Croazia/Macedonia
Durata: 173 minuti

Cast: Mimi Branescu, Judith State, Bogdan Dumitrache, Dana Dogaru, Sorin Hedeleni, Ana Ciontea, Tatiana Jekel, Valer Dellakeza, Ioana Craciunescu

Una riunione di famiglia in attesa d’un pranzo commemorativo, una festa per celebrare i 40 giorni dalla morte del patriarca, un atto d’amore postremo, secondo il dettame del rito ortodosso. 2 ore e 53 minuti di film, chiusi in un appartamento di Bucarest, in attesa del pasto. Un Kammerspiel pieno di gente, nonne, madri, figli, amanti e mariti, un mucchio eterogeneo anagraficamente, differente per ceto, per credo politico, ma drammaticamente omogeneo secondo le norme del sistema-famiglia. Una ciarla continua, irritabile e instabile, irragionevole e isterica. Un jeu de massacre gratuito, che s’accende e si spegne a seconda del momento, del discorso d’occasione, con l’on/off incastrato tra il sensibile e il labile, in un folle balbettio di (ri)sentimenti, in un andirivieni di pathos e apatia. Il titolo scelto da Puiu per questo suo film, in Concorso a Cannes 2016, è un assurdo, che identifica un luogo. Luogo per luogo, parte per il tutto: il focolare domestico, ça va sans dire, sono le camere della Romania. La stessa che il cinema di questo paese, tra un Mungiu, un Sitaru e un Porumboiu, scruta da 15 anni a questa parte, con quello sguardo di cui lo stesso Puiu, da La morte del signor Lazarescu in poi, è stato principale portatore. Un presente su cui pesa il passato, il defunto, l’estinto carissimo, l’ombra del ricordo del comunismo, l’ossessione per le bugie del potere (qui a raggio globale e poi intimo: da Ceausescu si passa all’11 settembre 2001, alla tragedia di “Charlie Hebdo”, poi ai tradimenti tra parenti), il surrealismo concreto di un mondo privo di centro identitario (e dunque di un fulcro narrativo, di uno sviluppo coerente, di un progetto di senso preciso), e il seguente bisogno costante, da parte di ognuno, di simboli e rituali con cui costruirsi, a cui appigliarsi, con cui salvarsi. Come sempre, Puiu sceglie di salvaguardare il grottesco, con la sua macchina da presa che si dichiara immediamente punto d’osservazione impotente e imparziale, incapace di aprire le porte, di dettare il ritmo dell’umana e troppo umana commedia, con quel distacco ghignante che sa di satira e resa. Come fosse lo sguardo del morto, come fosse un turista in Sieranevada. Signori e signore, ecco L’angelo sterminatore di Puiu, un film frammentato, farsesco, umanista, esteticamente estremo, sicuramente stremante: non arriva il momento di mangiare, non arriva lo stacco delle lunghissime inquadrature, non importa che il racconto abbia un fine. Quel che conta è solo l’accumulo di presente, per comprendere quel di cui è fatto e sfatto un paese. In dvd francese da € 19,99. 

Treme (2010)

Oltre il fiume c’è un luogo proibito. Ma quando i tre fratelli in fuga (come Il piccolo fuggitivo di Morris Engel & Co. 60 anni prima) lo raggiungono, scoprono un paese dei balocchi...

FilmTv n° 44 / 2014

Beloved Sisters (2014)

Regia di Dominik Graf

Calvi, Corsica. Jürgen e Katrin. Lui sta per tornare al continente: sua moglie è incinta. Lei - l’amante, la segretaria - resta sull’isola, sbandando in notti etiliche, abbandonandosi alle onde...

FilmTv n° 41 / 2016

Belly (1998)

Regia di Hype Williams

Dell’ultimo lavoro di Hype Williams (il video di Booty, di Jennifer Lopez feat. Iggy Azalea) abbiamo parlato a pagina 31 di FilmTv 40/2014. Lucido e tamarrissimo teorico del videoclip,...

FilmTv n° 40 / 2014

Transformers: The Premake (2014)

Regia di Kevin B. Lee

Autorità nell’ambito del videosaggio, critico 2.0 che costruisce discorsi con frammenti audiovideo, in Transformers: The Premake Kevin B. Lee raccoglie e assembla materiale prodotto...

FilmTv n° 29 / 2015

Wu xia (2011)

Regia di Peter Ho-sun Chan

Ritorno a un progetto personale per Fruit Chan, autore che con film come Made in Hong Kong, The Longest Summer, Little Cheung è stato in grado di dare forma...

FilmTv n° 07 / 2015

Archivio Scanners

Titolo Regia Autore FilmTv n°
Beyond the Black Rainbow Panos Cosmatos Giulio Sangiorgio 27 / 2015
Mars Geoff Marslett Adriano Aiello 27 / 2015
The American Astronaut Cory McAbee Luca Pacilio 27 / 2015
Into The Abyss Werner Herzog Giulio Sangiorgio 25 / 2015
On Death Row Werner Herzog Roberto Manassero 25 / 2015
Goliath David Zellner Giona A. Nazzaro 24 / 2015
Le Chat du Rabbin Antoine Delesvaux, Joann Sfar Ilaria Feole 24 / 2015
The Strange Little Cat Ramon Zürcher Roberto Manassero 24 / 2015
Scabbard Samurai Hitoshi Matsumoto Adriano Aiello 21 / 2015
Survive Style 5+ Gen Sekiguchi Nicola Cupperi 21 / 2015
Why Don't You Play in Hell? Sion Sono Alice Cucchetti 21 / 2015
Pluto Su-won Shin Adriano Aiello 20 / 2015
Seven Invisible Men Sharunas Bartas Giulio Sangiorgio 20 / 2015
The Paper Will Be Blue Radu Muntean Claudio Bartolini 20 / 2015
Celestial Wives of the Meadow Mari Aleksey Fedorchenko Giulio Sangiorgio 18 / 2015
Elena Andrey Zvyagintsev Roberto Manassero 18 / 2015
Hard to Be a God Aleksey German Giulio Sangiorgio 18 / 2015
A Girl Walks Home Alone at Night Ana Lily Amirpour Ilaria Feole 16 / 2015
How I Live Now Kevin Macdonald Ilaria Feole 16 / 2015
Raze Josh C. Waller Claudio Bartolini 16 / 2015
Arrête ou je continue Sophie Fillières Ilaria Feole 14 / 2015
La chambre bleue Mathieu Amalric Giulio Sangiorgio 14 / 2015
La dune Yossi Aviram Giulio Sangiorgio 14 / 2015
A Dirty Shame John Waters Giulio Sangiorgio 13 / 2015
Power/Rangers Joseph Kahn Luca Pacilio 11 / 2015
Vittima degli eventi Claudio Di Biagio Claudio Bartolini 11 / 2015
Models Ulrich Seidl Giulio Sangiorgio 10 / 2015
Saint Laurent Bertrand Bonello Roberto Manassero 10 / 2015
The Return Karl Lagerfeld Luca Pacilio 10 / 2015
The Runaways Floria Sigismondi Luca Pacilio 09 / 2015

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy