Scanners - Caccia all'inedito

970x250.JPG

Scanners /// Raccolta di invisibili dimenticati dalla distribuzione italiana.

Policeman

Regia: Nadav Lapid

Anno: 2011
Genere: Noir
Produzione: Israele/Francia
Durata: 105 minuti

Cast: Yiftach Klein, Yaara Pelzig, Michael Moshonov, Menashe Noy, Michael Aloni, Gal Hoyberger, Meital Barda, Shaul Mizrahi, Rona-Lee Shim'on, Ben Adam

Il miglior noir di questi ultimi anni è israeliano, l’ha diretto un trentanovenne al suo primo lungometraggio, Nadav Lapid, e si chiama Policeman, versione internazionale dell’originale Ha-shoter. Del genere in sé ha molto poco, se non la pura e semplice struttura: l’opposizione fra una squadra antiterrorismo e un gruppo di estremisti di sinistra. Blocchi interi di film si concentrano sulla vita di agenti superspecializzati, patriottici e proletari e, all’opposto, su studenti idealisti, indignati e benestanti. Il punto di non ritorno è un sequestro di persona tentato dai terroristi e gestito militarmente dai poliziotti, ma non è tanto sulla trama che si concentra Policeman, quanto sulle contraddizioni politiche di cui i due gruppi sono espressione. Con uno sguardo oggettivo e rigoroso, Lapid mette in scena due forme opposte di deriva della società contemporanea: l’ideologia della difesa nazionalista da un lato e il sogno rivoluzionario dall’altro. La dinamica dello scontro è netta, a tratti tesa e con inevitabili passaggi “di genere”: l’addestramento, la preparazione del colpo, l’assalto, la sparatoria… Al di là della narrazione antispettacolare, però, al di là del bagliore biancastro di una fotografia che rende visivamente l’idea di un mondo in cui nulla si distingue, in cui è impossibile scindere tra bene e male, giusto e sbagliato, a emergere in Policeman è soprattutto la dimensione spirituale dello stile di Lapid, la riflessione su cosa significhi, oggi, in Israele, essere uomini e donne, mariti e figli, protettori dell’ordine o eversori in nome della giustizia sociale. Per questo la vera forza del film sta nella descrizione antipsicologica di alcune figure tragiche e insieme fragili, oltre i ruoli che la società impone o che ciascuno sceglie per sé. Figure come il poliziotto fascistoide teneramente innamorato della moglie incinta; come il terrorista legato al padre da affetto sincero; come la ragazza spietata e segretamente invaghita di un compagno. Ed è a questi uomini e a queste donne che Lapid guarda, con uno stile che ricorda Bresson e Rossellini e che si fa puramente politico nel momento in cui è puramente cinematografico. Policeman è il primo film della nostra piattaforma FilmtVOD. In streaming, a noleggio, a 2,50€.

The Passage (2011)

Regia di Roberto Minervini

Quando Roberto Minervini non era ancora il migliore tra i giovani registi italiani, prima di Low Tide e Stop the Pounding Heart. The Passage è il suo lungometraggio d’...

FilmTv n° 52 / 2013

Crystal Fairy (2013)

Regia di Sebastián Silva

Cileno, classe 1979, regista con all’attivo una proficua collaborazione con la sfera dell’indie americano che ruota attorno al Sundance, Sebastián Silva è un autore imprevedibile. Nel 2013 ha...

FilmTv n° 09 / 2014

Visage (2009)

Regia di Tsai Ming-liang

Girato fra gli appartamenti imperiali e le gallerie del Louvre, su invito degli stessi curatori del museo, Visage segna, dopo Che ora è laggiù?, un nuovo incontro fra il cinema di Tsai e...

FilmTv n° 01 / 2015

The Selfish Giant - Il gigante egoista (2013)

Regia di Clio Barnard

Il gigante egoista è una favola di Oscar Wilde, che la regista Clio Barnard ha liberamente adattato per il suo esordio nel film di finzione. Lo stile di The Selfish Giant,...

FilmTv n° 11 / 2014

Vic + Flo ont vu un ours (2013)

Regia di Denis Côté

Un oggetto indefinibile, grottesco, rabbioso, eppure tenacemente umanista. È la storia di Victoria, sessantenne in libertà condizionata, che nella casa in cui è cresciuta si ricongiunge con...

FilmTv n° 25 / 2017

Archivio Scanners

Titolo Regia Autore FilmTv n°
Survive Style 5+ Gen Sekiguchi Nicola Cupperi 21 / 2015
Why Don't You Play in Hell? Sion Sono Alice Cucchetti 21 / 2015
Pluto Su-won Shin Adriano Aiello 20 / 2015
Seven Invisible Men Sharunas Bartas Giulio Sangiorgio 20 / 2015
The Paper Will Be Blue Radu Muntean Claudio Bartolini 20 / 2015
Celestial Wives of the Meadow Mari Aleksey Fedorchenko Giulio Sangiorgio 18 / 2015
Elena Andrey Zvyagintsev Roberto Manassero 18 / 2015
Hard to Be a God Aleksey German Giulio Sangiorgio 18 / 2015
A Girl Walks Home Alone at Night Ana Lily Amirpour Ilaria Feole 16 / 2015
How I Live Now Kevin Macdonald Ilaria Feole 16 / 2015
Raze Josh C. Waller Claudio Bartolini 16 / 2015
Arrête ou je continue Sophie Fillières Ilaria Feole 14 / 2015
La chambre bleue Mathieu Amalric Giulio Sangiorgio 14 / 2015
La dune Yossi Aviram Giulio Sangiorgio 14 / 2015
A Dirty Shame John Waters Giulio Sangiorgio 13 / 2015
I cancelli del cielo Michael Cimino Ilaria Feole 11 / 2015
Power/Rangers Joseph Kahn Luca Pacilio 11 / 2015
Vittima degli eventi Claudio Di Biagio Claudio Bartolini 11 / 2015
Models Ulrich Seidl Giulio Sangiorgio 10 / 2015
Saint Laurent Bertrand Bonello Roberto Manassero 10 / 2015
The Return Karl Lagerfeld Luca Pacilio 10 / 2015
The Runaways Floria Sigismondi Luca Pacilio 09 / 2015
Thou Wast Mild and Lovely Josephine Decker Ilaria Feole 09 / 2015
Viva Anna Biller Giulio Sangiorgio 09 / 2015
Life without Principle Johnnie To Alice Cucchetti 07 / 2015
The Midnight After Fruit Chan Giulio Sangiorgio 07 / 2015
Wu Xia Peter Ho-sun Chan Adriano Aiello 07 / 2015
McCanick Josh C. Waller Claudio Bartolini 05 / 2015
Mea Culpa Fred Cavayé Mauro Gervasini 05 / 2015
Stratos Yannis Economides Giulio Sangiorgio 05 / 2015

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy