Servizi / Interviste

Servizi /// Presentazioni, interviste, Lost Highway, filmografie, approfondimenti.

Bastardi senza (più) gloria


La Berlinale conferma: il suo fondatore è stato un consigliere nazista

I tedeschi devono sempre fare le cose in grande per dimostrare di essere meglio. E come dare loro torto: l'hanno dimostrato con le macchine, con i reich, con le guerre mondiali, e ora ci si mettono anche con la cancel culture. Ché se gli amici alemanni gettano qualcuno dalla rupe dell'oblio, non lo fanno solo quando si è mostrato alla stagista con i mutandoni di lana alle caviglie; ma anche e soprattutto quando di un personaggio pubblico si scopre, seppur tardivamente, un'affiliazione nazista precedentemente rimasta nascosta. È il caso di Alfred Bauer, storico del cinema e primo direttore del Festival internazionale del cinema di Berlino, che i più attenti ricorderanno omaggiato nel nome di uno degli Orsi d'argento - riservato a “film ritenuti particolarmente innovativi e che aprono nuove prospettive sull'arte cinematografica” - assegnati dalla giuria della manifestazione. Premio che è stato spogliato del suo nome sin dall'ultima edizione, dal momento che già alla fine di febbraio il quotidiano tedesco Die Zeit aveva pubblicato le prime indiscrezioni, che svelavano la presunta collaborazione di Bauer con la macchina propagandistica creata da Joseph Goebbels per il regime nazista. Subito dopo lo scoop, la Berlinale aveva commissionato all'istituto di storia contemporanea di Leibniz una ricerca approfondita per stabilire la veridicità delle accuse. Oggi, a qualche mese di distanza, il Festival conferma: Alfred Bauer fu affiliato (fin al 1933) a varie organizzazioni nazionalsocialiste, mentre durante gli ultimi anni del regime fu consigliere del Reichsfilmintendant, posizione creata da Goebbels nel 1942 per accentrare i poteri da direttore artistico dell'industria cinematografica nazionale. “Bauer dev'essere stato consapevole dell'importanza del Reichsfilmintendant all'interno dell'apparato propagandistico del regime nazista. Il suo impiego in quell'ufficio ha contribuito al funzionamento, la stabilizzazione e la legittimazione del regime nazista” dicono i vertici della Berlinale, che non hanno ancora comunicato il nuovo nome dell'ormai ufficialmente ex Premio Alfred Bauer.

[Venezia 74 - Concorso] Fuga per due

Alberto Pezzotta

Dei registi in circolazione, Paolo Virzì è forse l’unico che possa essere considerato a buon diritto erede della commedia all’italiana. E non solo perché ha studiato con Furio Scarpelli. Della commedia di una volta ha il mestiere, la capacità di...

FilmTv n° 35/2017

Cuba Libre - Intervista a Olivier Assayas

Giulio Sangiorgio

Accolto malamente dalla stampa alla Mostra del cinema di Venezia, dove era in Concorso, rimontato per l’uscita nelle sale, stroncato dai “Cahiers du cinéma” e difeso da “Positif”, ecco in Italia, solo su Netflix, Wasp Network. L’ultimo...

FilmTv n° 25/2020

Immagini di guerra #4 - Scelte di campo

Giona A. Nazzaro

La guerra, secondo Jean-Luc Godard, è una somma. Un pezzo di piombo entra in un corpo. Come dire: un 1+1 che non fa 2, ma qualcosa di molto meno e, al tempo stesso, tremendamente di più. La questione, dunque, di come filmare le immagini del...

FilmTv n° 08/2017

La caccia è aperta

Gabriele Ferrari

Questa è una storia di vampiri, demoni, apocalissi e sostantivi usati come verbi. Comincia a fine anni 80, e il nostro protagonista è un giovane di belle speranze e rampollo di una famiglia che lavora nello spettacolo da tre generazioni. Si...

FilmTv n° 37/2020

C'era un re... - Intervista a Enzo D'alò

Fiaba Di Martino

I suoi primi vent’anni La gabbianella e il gatto, che tra il 1998 e il 1999 infranse ogni record al box office nostrano incassando 20 miliardi di lire e affermandosi come il cartoon italiano di maggior successo nel mondo, li porta con...

FilmTv n° 11/2019

Archivio Servizi

Titolo Autore FilmTv n°
Italia fiction Cristina Borsatti 31 / 2009
Regole di approccio tra fantasmi enrico ghezzi 31 / 2009
Deliziosamente svitata Raffaella Pazzaia 30 / 2009
Doveva essere morto Mauro Gervasini 30 / 2009
Il cinema? Non è più in forma - Intervista a Paul Schrader Cristina Borsatti 30 / 2009
Il vero e il falso Simone Emiliani 30 / 2009
Dacci oggi l’altro horror quotidiano Giona A. Nazzaro 29 / 2009
Non si sevizia un Paperino Andrea Fornasiero 29 / 2009
Quello sceneggiatore è un copione Cristina Borsatti 29 / 2009
Voglia di gioco Alberto Castellano 29 / 2009
Crime & the City Chiara Bruno 28 / 2009
Il mio nome è Potter, Harry Potter Silvia Colombo 28 / 2009
C’erano una volta tre ragazze molto carine... Maria Maraviglia 27 / 2009
E la Luna bussò... Mauro Gervasini 27 / 2009
Forse non sta partendo forse sta tornando a casa Giona A. Nazzaro 27 / 2009
Il buio di Napoli Alberto Castellano 27 / 2009
Fantastica Moana Andrea Giorgi 26 / 2009
La dimora degli dei Mauro Gervasini 26 / 2009
Velluto Rossellini - Intervista a Isabella Rossellini Enrica Re 26 / 2009
Le scelte di Meryl Aldo Fittante 25 / 2009
Napoli, Bronx Alberto Castellano 25 / 2009
Ora del decesso: 22.39 Arianna Cantoni 25 / 2009
La magia di Re Giorgio Claudio Bartolini 24 / 2009
Loser per vocazione Mario Sesti 24 / 2009
Il martirio dei martiri Giona A. Nazzaro 23 / 2009
Il mito ritorna Silvano Clerici 23 / 2009
Il regno di Lars Claudio Bartolini 23 / 2009
Mann in alto! Andrea Fornasiero 23 / 2009
Revolution Rock Mauro Gervasini 23 / 2009
Se si muovono, uccideteli! Giona A. Nazzaro 22 / 2009

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy