Servizi / Interviste

Servizi /// Presentazioni, interviste, Lost Highway, filmografie, approfondimenti.

Bastardi senza (più) gloria


La Berlinale conferma: il suo fondatore è stato un consigliere nazista

I tedeschi devono sempre fare le cose in grande per dimostrare di essere meglio. E come dare loro torto: l'hanno dimostrato con le macchine, con i reich, con le guerre mondiali, e ora ci si mettono anche con la cancel culture. Ché se gli amici alemanni gettano qualcuno dalla rupe dell'oblio, non lo fanno solo quando si è mostrato alla stagista con i mutandoni di lana alle caviglie; ma anche e soprattutto quando di un personaggio pubblico si scopre, seppur tardivamente, un'affiliazione nazista precedentemente rimasta nascosta. È il caso di Alfred Bauer, storico del cinema e primo direttore del Festival internazionale del cinema di Berlino, che i più attenti ricorderanno omaggiato nel nome di uno degli Orsi d'argento - riservato a “film ritenuti particolarmente innovativi e che aprono nuove prospettive sull'arte cinematografica” - assegnati dalla giuria della manifestazione. Premio che è stato spogliato del suo nome sin dall'ultima edizione, dal momento che già alla fine di febbraio il quotidiano tedesco Die Zeit aveva pubblicato le prime indiscrezioni, che svelavano la presunta collaborazione di Bauer con la macchina propagandistica creata da Joseph Goebbels per il regime nazista. Subito dopo lo scoop, la Berlinale aveva commissionato all'istituto di storia contemporanea di Leibniz una ricerca approfondita per stabilire la veridicità delle accuse. Oggi, a qualche mese di distanza, il Festival conferma: Alfred Bauer fu affiliato (fin al 1933) a varie organizzazioni nazionalsocialiste, mentre durante gli ultimi anni del regime fu consigliere del Reichsfilmintendant, posizione creata da Goebbels nel 1942 per accentrare i poteri da direttore artistico dell'industria cinematografica nazionale. “Bauer dev'essere stato consapevole dell'importanza del Reichsfilmintendant all'interno dell'apparato propagandistico del regime nazista. Il suo impiego in quell'ufficio ha contribuito al funzionamento, la stabilizzazione e la legittimazione del regime nazista” dicono i vertici della Berlinale, che non hanno ancora comunicato il nuovo nome dell'ormai ufficialmente ex Premio Alfred Bauer.

Un sapore di carne, ossa e motion scan

Simone Arcagni

Quella del 2011 è una data storica nel mondo delle nuove produzioni digitali. Un videogame, per la prima volta, viene invitato al Tribeca Film Festival di Robert De Niro. Si tratta di L.A. Noire, edito da Rockstar Games e sviluppato da...

FilmTv n° 23/2017

Prima di andare via n° 41/2020 - Il gioiello cinese double face

Roberto Silvestri

Le Giornate del cinema muto di Pordenone alla 39ª edizione limitata (vedi Film Tv n. 39 e 40, ndr) hanno regalato online un controverso restauro della cineteca di Pechino, un film animato da una condivisibile...

FilmTv n° 41/2020

I migliori film italiani - 10: C'eravamo tanto amati

Ilaria Feole

Punti a parte, c’è un vincitore morale del nostro sondaggio, ed è Ettore Scola. Sua la penna dietro ben tre titoli della top ten che trovate in queste pagine: con Ruggero Maccari sceneggiò sia Io la conoscevo bene sia Il sorpasso...

FilmTv n° 34/2018

Non aprite quegli occhi - Intervista a Sandra Bullock

Ilaria Feole

Per interpretare Malorie, madre intrappolata nell’orrorifico futuro di Bird Box, Sandra Bullock ha imparato a recitare senz’occhi: nel film di Susanne Bier, su Netflix dal 21 dicembre 2018, non vedere è l’unico modo per sopravvivere....

FilmTv n° 51/2018

[Speciale Arte e Cinema] Andare al cinema per capire l'arte

Alberto Pezzotta

1. Per buona parte del XX secolo si è ritenuto che arti visive e cinema fossero due ambiti separati, con una ristretta area in comune. In questo terreno condiviso, all’inizio si trovavano pochi nomi: Andy Warhol e Michelangelo...

FilmTv n° 45/2018

Archivio Servizi

Titolo Autore FilmTv n°
Cara Valentina - Intervista a Valentina Lodovini Pedro Armocida 27 / 2020
Come un colpo di pistola Alice Cucchetti 27 / 2020
Divina antidiva Matteo Marelli 27 / 2020
Dylan contro Dylan Filippo Mazzarella 27 / 2020
Eastwood, una vita dalla parte del torto Alberto Pezzotta 27 / 2020
Esplendassi - Prima puntata Ginevra Lamberti 27 / 2020
FEFF 22 - Corea del Sud e Taiwan: due capitoli bui della storia recente Stefano Lacchini, Alberto Savi 27 / 2020
Feuilleton #12 - Piccoli racconti d'appendice Carolina Crespi 27 / 2020
Il ritorno dell'eroe Roberto Manassero 27 / 2020
Intervista a Stefano Jacono Mauro Gervasini 27 / 2020
L'accezione positiva dell'aggettivo Luca Fontò 27 / 2020
L'inaffondabile Tom Ilaria Feole 27 / 2020
Le scelte di Film Tv - Disney Plus Fiaba Di Martino 27 / 2020
Le scelte di Film Tv - MUBI Giulio Sangiorgio 27 / 2020
Le scelte di Film Tv - Netflix Alice Cucchetti 27 / 2020
Magie animate Diana Cardani 27 / 2020
Prima di andare via n° 27/2020 - Il Tenco del COVID Vincenzo Rossini 27 / 2020
«Fa male solo quando rido» Emanuela Martini 27 / 2020
Annecy 2020 - Kill It and Leave This Town: intervista a Mariusz Wilczyński Diana Cardani 26 / 2020
Annecy 2020 - Un viaggio a Teulada: intervista a Nicola Contini Diana Cardani 26 / 2020
Caro Lucio ti scrivo Vincenzo Rossini 26 / 2020
Chi è Juan Bustillo Oro e cosa c'entra con Mario Bava Alberto Pezzotta 26 / 2020
Facciamo l'appello Matteo Marelli 26 / 2020
FEFF 22 - Emancipazione femminile: un percorso tematico Stefano Lacchini, Alberto Savi 26 / 2020
Le scelte di Film Tv - MUBI Giulio Sangiorgio 26 / 2020
Le scelte di Film Tv - StarzPlay Ilaria Feole 26 / 2020
Ma quando arriva mamma? Luca Barra 26 / 2020
Medium: intervista a Laura Cini Matteo Marelli 26 / 2020
Per un pirata ed un signore - In memoria di Corso Salani Giulio Sangiorgio, Mauro Santini 26 / 2020
Prima di andare via n° 26/2020 - L'eccezione Rabin Roberto Silvestri 26 / 2020

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy