Blow Out di Brian De Palma - la recensione di FilmTv

Blow Out


Regia di Brian De Palma

Jerry è un tecnico del suono. Una notte salva Sally, la passeggera di un’auto caduta in un torrente, ma nulla può fare per l’autista, il governatore candidato alle presidenziali. Ascoltando i rumori dell’incidente da lui registrati, Jerry scopre che si tratta di un omicidio politico, ma la polizia non gli crede. Continua allora le indagini per proprio conto, con l’aiuto di Sally. Le strade in cui si muove Jerry sono quelle di Philadelphia, culla storica della democrazia statunitense: la città dove è stata redatta la Dichiarazione d’indipendenza, dove Brian De Palma è cresciuto e dove ambienta il suo requiem per i decenni (i 60 e i 70) della consapevolezza politica ormai defunta. Autore da sempre interessato a sviscerare, scarnificare, testare il rapporto fra la verità e l’audiovisivo, con Blow Out imprime al suo discorso un significato apertamente politico: Jerry vive nel post-Nixon, nel post-Watergate, al’alba degli edonisti Eighties. Mutuata dal sempiterno maestro Hitchcock e dal Blow Up di Antonioni, l’ossessione scopica è qui rimpiazzata da quella fonica, la registrazione accidentale è il testo in cui penetrare per decifrarne il segreto: ma Jerry, figlio dei suoi tempi, è intorpidito, inconsapevole, politicamente atrofizzato. Se Henry Caul in La conversazione sentiva più del dovuto, e moltiplicava a ogni ascolto la sua teoria del complotto, fino a perdere contatto con la realtà, Jerry è incapace di sentire oltre. La sua paranoia, come chiosa Pauline Kael, «non solo è giustificata, ma le cose sono molto peggiori di quanto lui immagini. La sua paranoia è inadeguata».

Blow Out (1981)
Titolo originale: Blow Out
Regia: Brian De Palma
Genere: Thriller - Produzione: USA - Durata: 107'
Cast: John Travolta, Nancy Allen, John Lithgow, Dennis Franz

Guarda il trailer


Gli ultimi film segnalati in il classico


film - 27 Dicembre 2017

«Inglourious Basterds: il titolo non è scritto esattamente nella lingua di Shakespeare». «No, infatti - risponde il regista - si scrive e si legge nella mia!». Una semplice battuta rivela un mondo. Quello di Quentin Tarantino. Praticamente ogni suo film è un classico. Riscopritelo nel catalogo di TIMVISION.

film - 20 Dicembre 2017

Paul Thomas Anderson dirige Joaquin Phoenix in una storia con chiari riferimenti a Scientology, che scava nel rapporto tra servo e padrone, tra dominatore e dominato. Coppa Volpi ai protagonisti e Leone d'argento al regista a Venezia 2012, è nel catalogo TIMVISION.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy