Home

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Goodbye & Amen è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 12:35.

È morto il 16 febbraio scorso a 77 anni Bruno Ganz, una delle cose migliori che siano successe al cinema europeo dalla fine degli anni '70 a oggi . Lo ricordiamo con una Lost Highway del 2012.

Il debutto di George Cukor in televisione. Ad opera di Claudio G. Fava.

Uno dei film più amati di Albertone, uno dei suoi personaggi più indimenticabili. La locandina è di Emanuela Martini.

Il 28 febbraio comincia in prima assoluta su Joi la terza stagione di una serie che abbiamo molto amato. Dove eravamo rimasti?

Il vincitore della Berlinale69 è Nadav Lapid, nostra vecchia conoscenza, con il film Synonymes . Vi ricordate quando presentammo Policeman su FilmtVOD?

La citazione

«Un colpo solo (Michael Cimino - Il cacciatore)»

cinerama
8462
servizi
2975
cineteca
2739
opinionisti
1847
locandine
1015
serialminds
786
scanners
482
In edicola: Martedì, 19 Febbraio, 2019

Michel Houellebecq e il cinema, tre riflessioni critiche su Il corriere - The Mule, Speciale Alberto Sordi, i migliori film italiani: Il Vangelo secondo Matteo, 69ª Berlinale: la seconda parte delle recensioni, Serial Minds di Russian Doll, locandina di L'ultimo treno della notte di Aldo Lado e tanto, tanto altro.

Acquista il numero
o accedi agli articoli digitali

Editoriale


Chi ha paura del lupo?

Non c’è niente da fare. L’idea che ci sia chi decida per noi, e in nome dei nostri figli, che cosa vedere, ascoltare, pensare... risulta sempre odiosa. E spesso ridicola, come il taglio di 62 secondi del «dialogo in ufficio sul lancio del nano» di The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese. Sono ben 61 gli «alleggerimenti», come recita eufemisticamente il documento ufficiale, che hanno massacrato uno dei capolavori del grande regista statunitense nella versione che è andata in onda su Rai2 il 6 febbraio scorso. Intendiamoci, è tutto legale dal momento che il film è stato vietato ai minori di 14 anni e che quindi per legge non poteva essere trasmesso prima delle 23 (la deroga è per le reti, come RaiMovie, che, al contrario dei primi tre canali Rai, hanno attiva la funzione parental control sul decoder). Così il neodirettore di Rai2, Carlo Freccero, ha dovuto tirar fuori la seconda versione presentata dal titolare dei diritti, Leone Film Group, il 7 luglio 2014 alla commissione di revisione cinematografica del ministero per i Beni e le attività culturali, che l’ha derubricata a «film per tutti» grazie a un taglio e cucito brutale di 18 minuti e 21 secondi, trasformando dunque un film di quasi 180 minuti in un’altro, diverso, di 159. Ma le forbici sembrano vivere di vita propria e su RaiPlay è visibile a un pubblico di tutte le età una “inedita” versione da 166 minuti. Il sistema machiavellico della censura a volte ci porta pure a pensare: meglio qualche taglio che niente. Come è successo alla Berlinale 2019 con il nuovo film del regista cinese Zhang Yimou, intitolato One Second e ambientato durante la Rivoluzione culturale cinese, ritirato dal concorso per imprecisate «difficoltà tecniche durante la post-produzione». Stessa sorte toccata a Better Days del regista hongkonghese Derek Kwok-cheung Tsang nella sezione parallela Generation. Due coincidenze fanno un indizio, anche perché non è un mistero che in Cina, da quando Xi Jinping è salito al potere nel 2012, la censura sia stata rafforzata. In Italia siamo ancora in attesa del decreto attuativo della Legge cinema dell’ex ministro Franceschini che ha ridisegnato la revisione cinematografica lasciando ai distributori l’autoclassificazione dei film, aggiungendo la nuova indicazione delle opere non adatte ai minori di 6 anni e consentendo ai dodicenni e ai sedicenni, accompagnati da un adulto, di poter accedere ai film vietati rispettivamente ai 14 e ai 18 anni. Anche se è solo un piccolo passo, speriamo che il nuovo direttore generale per il cinema del MiBAC, Mario Turetta, lo riesca a fare.

Sordi in chicche

Uno speciale on line dedicato ad Alberto Sordi per accompagnare il numero della rivista in edicola con la copertina disegnata da Sergio Ponchione e ispirata a Un americano a Roma. Il film di Steno è uno dei 14 interpretati da Albertone in esclusiva digitale su Chili, la maggior parte dei quali - da Il vento m'ha cantato una canzone a I tre aquilotti - autentiche chicche poco conosciute anche agli appassionati di vecchia data. Abbiamo recuperato le cose scritte negli anni su Film Tv sulle opere con Sordi per riproporle in una nuova impaginazione appositamente pensata per il web. Buona lettura!

News
22 Febbraio 2019

Quota 100 un par di ciufoli
A Sylvester Gardenzio Stallone mancano una manciata di mesi per compiere 73 anni e forse, dico forse, il prossimo ...

Articolo - Piattaforma Generico
22 Febbraio 2019

Nel XIII secolo, Wallace torna in Scozia. Il re è morto e Edoardo I d’Inghilterra si è insediato al suo posto. Gibson dimostra di sapersi muovere da entrambi i lati della macchina da presa...

Articolo - Locandina
22 Febbraio 2019

Ricordiamo Jonathan Demme anche con questo articolo di Gianni Amelio pubblicato insieme alla locandina di Philadelphia, su FilmTv di qualche anno fa.

News
21 Febbraio 2019

Altro che Corti
Aldo, Giovanni e Giacomo hanno festeggiato i primi 25 anni di unione artistica nel 2016 esagerando: un libro, un film, un...

Articolo - L'occhio in meno
21 Febbraio 2019

Ferroviere italiano emigrato nel deserto australiano cerca moglie per corrispondenza. Ovviamente gli si presenta una prostituta sotto mentite spoglie. Ma qualcuno la sgama... Pochi generi...

News
20 Febbraio 2019

Polemicamente, ma senza perdere l'aplomb
Lo stereotipo vuole che le genti al di là della Manica abbiano un approccio molto più posato, cinico, pessimista, sarcastico e...

News
20 Febbraio 2019

 

dove andare, cosa vedere e soprattutto perché
21-24 febbraio 2019

SGUARDI SULL'ARTE (E SULL'ARCHITETTURA)
Cinema e...

Articolo - Locandina
20 Febbraio 2019

Scorsese-DiCaprio, coppia al fulmicotone. Tre ore di film senza pause (e possibilmente senza tagli). Vi riproponiamo la locandina di Emanuela Martini.

Articolo - Locandina
20 Febbraio 2019

Uno dei film più amati di Albertone, uno dei suoi personaggi più indimenticabili. La locandina è di Emanuela Martini.

News
20 Febbraio 2019

Si avvicina marzo. E con esso, oltre agli improvvisi scrosci di pioggia e le prime scalmane primaverili, torna puntuale anche il Cartoomics, la convention di cultura pop...

Pagine

La Newsletter di FilmTv

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy