Home

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Emanuele Sacchi dice che 20 anni di meno è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 17:55.

Nel 2011, in occasione dell’uscita in sala del film di Jean-Jacques Annaud Il principe del deserto , con Antonio Banderas e Tahar Rahim, avevamo voluto ripercorrere la storia del Sahara al cinema. Vi riproponiamo oggi questo percorso.

Il cibo, la tradizione, il vino... ma la birra? Piccolo excursus su una bevanda popolare, ma non così tanto al cinema.

Al cinema da giovani è una raccolta di scritti di Maurizio Ponzi, appena uscita, da cui abbiamo tratto l'intervista che Ponzi fece a Jean-Pierre Melville negli anni '60, pubblicata su FilmTv n° 33. Per accompagnare quella lettura vi proponiamo il testo di Emanuela Martini su Lo spione .

Il 21 agosto arriva su Sky Atlantic la settima e ultima stagione di Veep . Riprendiamo il filo con la recensione della stagione 6.

Un horror diverso dal solito? Il pasto è servito.

La citazione

«Scrivere è anche non parlare (Marguerite Duras)»

scelta da
Marianna Cappi

In edicola: Martedì, 13 Agosto, 2019

Il tempo nuovo di Domitilla Pirro: terza puntata, speciale Blade Runner ricordando Rutger Hauer, analisi sull'horror dell'ultimo decennio, Maurizio Ponzi intervista Jean-Pierre Melville, Scanners di The Beach Bum, Serial Minds di The Boys, locandina di Blade Runner: 2049 di Denis Villeneuve e tanto, tanto altro.

Acquista il numero
o accedi agli articoli digitali

Editoriale


Matto come un Carey

Facciamo un gioco estivo, così per vincere la noia, in quest’estate con pochissimo cinema in sala. Gli attori preferiti. Senza decenni per non creare malumori. Io ai primi posti metterei Timothy Carey (1929-1994). Tarantino stravedeva per lui, tanto da dedicargli la sceneggiatura di Le iene insieme ad altri numi tutelari. Di certo ha affascinato Nicolas Cage, la cui recitazione, l’espressione folle, deve tutto a Carey. Che storia straordinaria la sua. È un marcantonio di quasi due metri. Due occhi spiritati e tragici. Dice di aver seguito corsi di recitazione a New York, il famoso Metodo messo a punto da Lee Strasberg. Sarà vero? Si presenta a Billy Wilder nel bel mezzo delle riprese di L’asso nella manica. Vuole una parte. La ottiene come figurante nella scena all’interno della caverna, però si posiziona in primo piano, davanti a Kirk Douglas. Viene licenziato. Poco tempo prima aveva recitato la parte del morto in un film di William A. Wellman, Il cacciatore del Missouri. Due frecce conficcate nella schiena. Giace in un ruscello, ma, come Hrundi V. Bakshi in Hollywood Party, si rifiuta di morire. Wellman sbotta: «Dite a quel cretino di stare fermo!». È il suo problema. Lo sottolineava anche Stanley Kubrick. Recita in due suoi film: Rapina a mano armata e Orizzonti di gloria. «Era un selvaggio, pericoloso da avere intorno. Brillante, ma impossibile da dirigere». Ma che meraviglia in Orizzonti di gloria! È lui il condannato a morte che schiaccia la blatta nella cella. Ed è sempre lui a gettare la birra in faccia a Brando in Il selvaggio. Che non l’aveva presa bene, ma lo stimava a tal punto da richiamarlo sul set di I due volti della vendetta. Tanti ruoli di secondo piano in film di André De Toth, Kazan, Hathaway, molti B movie. Parti brevissime che fa sue, rubando la scena, come in Duello alla pistola, dove interpreta la parte di un aiuto-sceriffo. Eccolo, appare nell’inquadratura e inizia a gesticolare, baciare figuranti, fa il vuoto intorno a sé. Pazzo, eccentrico, selvaggio. Racconta di aver rifiutato parti in Il Padrino e Il Padrino: Parte II, La conversazione. Ha una passione per i peti, Salvador Dalí e i serpenti. Potete ammirare un magnifico boa nel film che lui stesso ha diretto, The World’s Greatest Sinner (1962). Interpreta la parte di un santone rock che si crede Dio (alla colonna sonora collabora Frank Zappa). Cassavetes lo chiama a recitare in Minnie e Moskowitz e L’assassinio di un allibratore cinese. Poi lavora alla tv: Colombo, CHiPs, Charlie’s Angels. Al cinema chiude la carriera con Echo Park, un film ingiustamente dimenticato. L’incubo dei registi, ma quanta classe.

Film Tv Rewind

rewind-ridotte-0_0.JPG

Articolo - Cineteca
5 Giugno 2019

Raimunda vive a Madrid con la figlia e il compagno. Quando, per difendersi, la ragazza uccide l’uomo, la madre fugge insieme a lei e alla sorella verso il paese natìo, dove è appena morta una...

News
4 Giugno 2019

Altra infornata di oro placcato
Vogliono farli passare per premi alla carriera, solo consegnati con partenza intelligente, quando c'è meno traffico sulla tangenziale di...

Articolo - La collina degli stivali
4 Giugno 2019

Lo sceriffo John T. Chance fa la guerra ai banditi guidati da Nathan Burdette, ricco e violento latifondista che spadroneggia in quel di Rio Bravo. Arresta Joe Burdette, rampollo di famiglia e...

Articolo - Un post al sole
4 Giugno 2019

Un post al sole - n° 22/2019

News
31 Maggio 2019

Il miglior consulente matrimoniale di sempre
La versione per la gente normale è “Non conosci mai veramente una persona finché non ci hai vissuto insieme”. Nei biscotti...

News
30 Maggio 2019

Meglio Tbilisi di Atlanta
Se c'è una giustizia a questo mondo, ha fatto sì che i governanti della Georgia si titillassero per almeno qualche giorno con un pensiero...

Articolo - Cineteca
30 Maggio 2019

È bistrattato, sottovalutato, vilipeso. Per pura pigrizia o per spocchia, Fantozzi contro tutti è spesso considerato “uno dei tanti” episodi successivi ai primi due di Luciano Salce,...

News
29 Maggio 2019

Abbraccio di gruppo per Kit Harington
Tendenzialmente, il principio da queste parti è che ci si debba tenere a debita distanza dai vassoi di fatti altrui; ma ogni tanto fa...

Articolo - Locandina
29 Maggio 2019

Quandò morì Fellini, Anthony Quinn pronunciò, in tutta buona fede, un necrologio imbarazzante: «Col suo grande talento, Federico sarebbe potuto diventare un altro David Lean...». L'ottimo...

News
28 Maggio 2019

Corso di promozione per biopic, sale in cattedra Elton John
Domani uscirà un po' ovunque, compresa l'Italia, Rocketman, il biopic su Elton...

Pagine

La Newsletter di FilmTv

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy