Filippo Mazzarella

Filippo Mazzarella

Filippo Mazzarella (1967) va al cinema da circa 49 anni e da almeno venti macina una media di due film al giorno senza sapere perché né tantomeno capendo esattamente cosa vede. Allo stesso modo, possiede 12.000 dischi che non ha mai ascoltato e 40.000 albi a fumetti che non ha mai letto. Nonostante il vizio del millantato credito, oltre che a FilmTV collabora anche a Corriere della Sera – ViviMilano, alle riviste Ciak e SegnoCinema e al prestigioso Dizionario Mereghetti. Direttore artistico di Cartoomics e consulente di Asti Film Festival, nel tempo libero vorrebbe completare la sua collezione di giocattoli vintage di Star Wars. Ma non ne ha, di tempo libero.
Profilo Facebook

Mulholland Drive - FilmTv n° 28 / 2018

Dal 1° luglio 2018, il colosso Best Buy (maggior rivenditore Usa al dettaglio di elettronica di consumo) ha smesso di tenere in catalogo le novità discografiche e a breve terminerà di esporre cd sui suoi scaffali. Analogamente, Target (la seconda catena americana di grandi magazzini dopo...

Mulholland Drive - FilmTv n° 26 / 2018

Non so quanti di voi conoscano Branca de Neve (2000), il penultimo film di quel genio poeta eversivo beffardo cialtrone mai abbastanza compianto che era João César Monteiro. Pensate: un sequel della fiaba di Biancaneve dove la principessa svela la...

Mulholland Drive - FilmTv n° 24 / 2018

Col fatto che noi ricchi privilegiati vediamo i film prima di voi (in orari in cui voi poveri siete al tornio o a battere scontrini) e che adesso di alcuni ci arrivano anche i link 4K per spararceli in salotto in mutande, avevo quasi dimenticato cosa volesse dire andare al cinema “vero”, quello...

Mulholland Drive - FilmTv n° 22 / 2018

Esco da una distratta seconda visione per motivi professionali che non sto a spiegarvi di Avengers: Infinity War e mi accorgo, divagando sulla strada del ritorno a casa, che sono passati solo 11 anni da un film poco amato ma, a conti fatti, etimologicamente epocale come La...

Mulholland Drive - FilmTv n° 20 / 2018

Quindi, se ho capito bene, mentre l’Academy sbatte fuori Roman Polanski (e l’Oscar per la migliore regia a Il pianista? Passa d’ufficio a Rob Marshall?), a Cannes la persona non grata Lars von Trier è tornata grata (perché? Ha fatto un film con Claude Lanzmann? Ha...

Cinerama - FilmTv n° 19 / 2018

Francesco è un comico che non fa ridere nessuno finché una ragazza cicciottella non lo trova irresistibile e ci si fidanza. Peccato che durante uno spettacolo cruciale per un passaggio tv lui finisca per umiliarla con una battuta sulle sue fattezze e lei, ferita, lo lasci. I tentativi di...

Mulholland Drive - FilmTv n° 18 / 2018

Da quanto tempo non esce un film “che fa discutere”? Intendo, al di là delle nicchie e nicchiette che si accapigliano su questioni da cinefili (quando va bene) o da spettatori più o meno nerd (quando va male). Nel senso: se Thor: Ragnarok sia più bello o più brutto di Guardiani...

Mulholland Drive - FilmTv n° 16 / 2018

Perdonate, torno di nuovo su Netflix (in parte). Ma non è neanche un sassolino, un granello di sabbia proprio (tra l’altro, ho anche un hater analfabeta funzionale sotto pseudonimo a cui la cosa farà dispiacere). Come dice un mio amico, che di cose ne sa, «Netflix è la massima...

Mulholland Drive - FilmTv n° 14 / 2018

«Tu sei un ingenuo. Tu credi a tutto, e ti butti con troppa facilità perché sei un ingenuo. Tu sei avido e vorace di conoscenza e abbocchi a tutti i mangimi, ma stai attento: non c’e niente che sia meno nutriente dei mangimi. Tu sei troppo suggestionabile, il tuo cervello aderisce subito: come...

Il Sassolino - FilmTv n° 13 / 2018

Mi piacciono, i film di fantascienza. Quindi. 100 x 10 x 12. Cioè. Milioni di utenti (al ribasso, pare) x $/mese (più o meno) x mesi di un anno (qui non si scappa). Fa la bellezza di 12.000.000.000 di dollari, circa (l’ho scritto con tutti gli zeri così fa più paura). Ma diciamo pure 10....

Mulholland Drive - FilmTv n° 12 / 2018

Quand’ero bambino, passavo intere giornate a leggere giornalini e immaginavo di essere un supereroe. Come tutti i bambini, ne inventavo di miei. Per esempio, gli uomini-qualcosa: tipo l’Uomo Beatle, ovvero John Paul Ringo e George fusi in un unico essere in grado di stendere i nemici...

Mulholland Drive - FilmTv n° 10 / 2018

A volte faccio un sogno in cui sopravvivo a qualcosa. A uno tsunami, un’atomica, un film di Wes Anderson, alla non stop sulle elezioni. Non so. Fatto sta che sono in mezzo al deserto, tra le vestigia di qualcosa che forse qualche tempo prima poteva anche essere una città, e ho solo...

Mulholland Drive - FilmTv n° 08 / 2018

Mosso da curiosità morbosa per tutto ciò che è Star Wars, ho messo le mani con colpevole ritardissimo su una copia della parodia hard (ma il termine è riduttivo: si tratta di una rilettura, pur sfrontata, che per scrupolo filologico e precisione della citazione mostra una...

Mulholland Drive - FilmTv n° 06 / 2018

«Ho visto alla televisione una delle serate di Sanremo. Ero a cena in casa di amici e non ho potuto sottrarmi. [...] Alla fine mi sono accorto che a loro quella roba piaceva. [...] Non ho mai visto niente di più anchilosato, rabberciato, futile, vanitoso, lercio e interessato. Nessuna idea,...

Mulholland Drive - FilmTv n° 04 / 2018

Un (sedicente?) lettore, celato dietro evidente pseudonimo (chissà perché i complimenti sono sempre firmati, ma il dissenso si esprime nell’anonimato, e sempre da indirizzi email creati apposta per non essere identificati), mi rampogna per gli 0 e gli 1 in pagella, ma anche per i 9 e i 10...

Mulholland Drive - FilmTv n° 02 / 2018

1° gennaio 2018. Non ho niente da fare. Si fa per dire. Ne avrei, ma preferisco prendermi un intero giorno libero anche se non ho residui di cenone da digerire o postumi di brindisi da smaltire. Passo la giornata a letto, forse anche viziato dall’ascolto reiterato in sottofondo dell’ultimo...

Cinerama - FilmTv n° 01 / 2018

1996: un ragazzino trova una cartuccia del videogame Jumanji e scompare. 2017: quattro liceali in punizione scoprono in uno scantinato della scuola la stessa console e vengono catapultati nella giungla come avatar rovesciati di se stessi. Il nerd diventa un colosso con le sembianze di...

Servizio - FilmTv n° 52 / 2017

Quello che stiamo cercando

Innanzitutto. Noi siamo lì da sempre (il 21 ottobre del 1977 avevo dieci anni e mezzo ed ero al cinema Manzoni di Milano alla prima pomeridiana italiana: nei dieci giorni successivi riuscii a farmici portare altre tre volte) e dire Star Wars ci fa...

Mulholland Drive - FilmTv n° 52 / 2017

Nei weekend ho la tendenza a chiudermi in casa. Durante il giorno leggo fumetti, ascolto dischi, scribacchio. La sera guardo i telegiornali in tv, poi vorrei dedicarmi a quelle serie trendy che passano su Netflix, Amazon Prime, Fox e sa dio di cui amici e colleghi mi dicono sempre un gran bene...

Mulholland Drive - FilmTv n° 50 / 2017

Non avevo mai sentito parlare (è grave?) di Herbert Shelton, studioso di medicina alternativa e padre fondatore dell’igienismo che il partito vegetariano americano propose addirittura alla presidenza degli Stati Uniti nel 1956, finché non mi è capitato sotto gli occhi per serendipità il suo...

Cinerama - FilmTv n° 49 / 2017

I “co-papà” ex rivali Brad (Ferrell) e Dusty (Wahlberg) hanno fatto pace, ma ora tocca a quest’ultimo subire le stesse pene per colpa del genitore biologico della figliastra (John Cena, che compariva nel finale del capitolo 1). Non bastasse, il Natale perfetto che stanno pianificando per i...

Cinerama - FilmTv n° 48 / 2017

Chi uccide l’uomo d’affari Ratchett in una cabina letto chiusa dall’interno sul mitico treno IstanbulParigi in panne per una slavina? Il detective anglobelga Hercule Poirot indaga su uno strano consesso di presunti colpevoli, ognuno con un motivo per delinquere. Per rispetto di chi non conosce...

Mulholland Drive - FilmTv n° 48 / 2017

Anche ammesso che esista un qualsiasi aldilà, è difficile che Totò Riina e Charles Manson, due tra le maggiori icone del Male a cavallo tra due secoli, curiosamente accomunate dall’essersi accomiatate dal mondo quasi contemporaneamente, possano incontrarvisi. Il primo andrà a tenere compagnia...

Mulholland Drive - FilmTv n° 46 / 2017

Una volta erano i comici. Quelli della tv. Ma non dai tempi di Zelig (la trasmissione). Da prima. Il travaso dal piccolo al grande schermo è un fenomeno costante nel cinema italiano medio. Renato Pozzetto. Ma anche in qualche misura Paolo Villaggio. E a scendere. All’epoca...

Mulholland Drive - FilmTv n° 44 / 2017

Il futuro è uno scarto rivoluzionario del desiderio. Il futuro è un’invenzione fantastica e fantasmatica della speranza. L’ottimista auspica un futuro migliore, perché vuole aiutarsi a sopravvivere a un presente orribile. Il pessimista ipotizza un futuro peggiore, perché vuole illudersi che un...

Mulholland Drive - FilmTv n° 42 / 2017

Una volta ho incontrato David Lynch. Avevo 23 anni. Cannes, 1990. Alle 10 di sera. Io girovagavo per il Palais deserto munito di un accredito da paria, il tesserino giallo FIF Media (ottenuto gabolando grazie a una rivistina fondata all’università) che regolarmente mi impediva di trovare un...

Mulholland Drive - FilmTv n° 40 / 2017

Non è colpa di nessuno se il film più interessante in circolazione è Valerian e la città dei mille pianeti, opera di complessità così inaudita da essere per forza di cose eccessiva e sfiancante, oggetto monstrum in cui precipitano 100 anni di immaginario (e almeno i...

Mulholland Drive - FilmTv n° 38 / 2017

Se gli accadimenti di un lustro sono già un buon metro di giudizio per capire alcune cose della vita, si può dire lo stesso per il cinema? Gli ultimi cinque Leoni d’oro di Venezia: Sacro GRA (2013) di Gianfranco Rosi, Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza (2014...

Mulholland Drive - FilmTv n° 36 / 2017

Non spingete, scappiamo anche noi. Dal 1964 al 1969 (in un arco di tempo breve come si addice a tutte le cose davvero belle) fa la rivoluzione con il cabaret macabroacidofolk dei Gufi (oltre a lui, Roberto Brivio, Gianni Magni e Lino Patruno). Roba mai vista, né sentita. Rock...

Mulholland Drive - FilmTv n° 34 / 2017

Qualche settimana fa sono stato di volata a Parigi, dove Dunkirk, Valerian e la città dei mille pianeti, Cars 3, Baby Driver - Il genio della fuga e Cattivissimo me 3, per dire, erano già tranquilli nelle loro belle sale affollate malgrado l’estate e...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy