Marco Borroni

Marco Borroni

Cineteca - FilmTv n° 35/2009

«Come va soldato, pronto a uccidere altri tedeschi?»: lo sfregiato generale Mireau percorre le trincee ripetendo la medesima frase come un automa (fratello maggiore del sergente Hartman di Full Metal Jacket), accompagnato da uno dei proverbiali carrelli indietro kubrickiani, e di lì a...

Cineteca - FilmTv n° 31/2009

Non si scappa: se un personaggio cinematografico entra di diritto nel linguaggio comune tanto da originare un aggettivo, come minimo significa che ha colpito nel segno. C’è forse qualcuno che non ha mai scomodato il ragionier Ugo (o uno dei suoi innumerevoli annessi, dalla nuvoletta dell’...

Cineteca - FilmTv n° 28/2009

Divorato dalla frenesia di possedere “quel” corpo, il professor Humbert Humbert rinuncia a ogni dignità, a ogni rispetto di sé. Smarrisce il centro della propria vita, della propria posizione sociale; non sa più che farsene della ragione, precipita nella paranoia. E naturalmente non riuscirà...

Cineteca - FilmTv n° 26/2009

D’accordo, l’evocazione del mito dell’Eterno Ritorno e il Feto Astrale si possono annoverare fra le poche botte di ottimismo che Stanley Kubrick ha lasciato affiorare nelle sue pellicole. Tuttavia, per arrivare fin lì è stato necessario, per esempio, “sopprimere” il perfetto e incontrollabile...

Cineteca - FilmTv n° 22/2009

Nel 1984, a coloro che guardavano con interesse alla scena musical-teatrale newyorkese dell’epoca (nota anche come “No Wave”), non parve vero di assistere all’uscita di un film che allineava, l’uno insieme all’altro, talenti come Jim Jarmusch, tastierista dei misconosciuti Del-Byzanteens (e già...

Cineteca - FilmTv n° 22/2009

Scoperchiare l’inferno e guardarci dentro. Con lucidità, con freddezza. Calarsi nell’incredibile paradosso architettonico chiamato “Vele di Scampia” (e dintorni) per ricostruire una realtà più vera del vero. L’apocalisse ora, tremendamente quotidiana e concreta; il prima, il durante e il dopo...

Cineteca - FilmTv n° 21/2009

Nella logica - aberrante, deviata, distorta quanto si vuole, ma pur sempre logica - della guerra, come dar torto al sergente Hartman?: se non diventi una macchina per uccidere, gli altri ti sparano addosso e tu hai chiuso. Ma nemmeno lui poteva prevedere che nel microcosmo di Parris Island («...

Cineteca - FilmTv n° 20/2009

Le circonvoluzioni cerebrali di Jack Torrance si sdoppiano nei corridoi e nelle stanze dell’Overlook, riempiendosi di fantasmi ed esplodendo (implodendo?) con implacabile progressione. Certo, Danny riesce a sconfiggere il padre-orco giocando di raziocinio, ma non basta: dall’albergo, quegli...

Cineteca - FilmTv n° 19/2009

Negli oscuri - e spesso superficialmente mitizzati - anni fra i ‘50 e i ‘60, i monologhi di Leonard Alfred Schneider in arte Lenny Bruce ebbero davvero l’effetto di un cataclisma. Tutto ciò che l’America perbenista e micro-borghese, impregnata di patria e focolare, considerava tabù - sesso-...

Cineteca - FilmTv n° 15/2009

È vero: dal delirio stroheimiano di Greed in giù, non è questa la prima occasione in cui sugli schermi cinematografici scorre una vicenda impastata di avidità (appunto), di crudeltà, di corruzione morale legata al potere e al denaro. Mai, però (almeno a memoria di chi scrive), con...

Cineteca - FilmTv n° 11/2009

Solo Joel & Ethan potevano spingersi a tanto: modellare la storia di tre forzati in fuga nel Sud rurale e straccione degli anni Trenta nientemeno che sulla Madre di tutti i racconti di viaggio! I Coen Bros. non cessano, film dopo film, di stravolgere, rielaborare e attualizzare l’...

Cineteca - FilmTv n° 08/2009

Un conto sono il sensazionalismo e le provocazioni un tanto al chilo, un altro è il coraggio di manovrare la rischiosa categoria della sgradevolezza, muovendosi magari su quel crinale fra tragico e grottesco che ha sovente partorito disastri. E malgrado qualche buco nell’acqua l’abbia infilato...

Cineteca - FilmTv n° 08/2009

Johnny Clay aveva previsto ogni dettaglio, sia pur infinitesimale: minuti, secondi... Ossessionato dal controllo, era cosciente che ciascuno dei suoi complici potesse fallire, che qualcosa potesse andar storto, come in effetti accade: ciò nonostante, a un minuto dalla fine, la vittoria è ancora...

Cineteca - FilmTv n° 07/2009

In pieno ‘68 ci voleva parecchio fegato - o, più semplicemente, il supremo distacco concesso unicamente ai grandi - anche solo a concepire una siffatta scorribanda attraverso i dogmi e le eresie del Cristianesimo. Detto così, chi non avesse familiarità col cinema di don Luis potrebbe cominciare...

Servizio - FilmTv n° 07/2009

Probabilmente ve ne siete accorti: dopo lunga riflessione, si è deciso di mettere sostanziosamente mano alla seconda parte di Film Tv. E già che c’eravamo, ci è venuto spontaneo interrogarci anche su quell’“ingrediente” del quale ogni recensione che si rispetti pare non poter fare a meno. Il...

Cineteca - FilmTv n° 02/2009

«Una delle mie paure, come persona, era che la scienza ci stesse sfuggendo di mano, che cominciasse a fare cose delle quali più tardi ci saremmo pentiti, e che stessimo sviluppando armi che ci avrebbero distrutti». La preoccupazione del regista Jack Arnold era la più ricorrente (insieme al “...

Cineteca - FilmTv n° 49/2008

Nell’aurea filmografia wilderiana, solitamente i primi titoli ad affacciarsi alla memoria sono altri: turgidi noir come La fiamma del peccato o Viale del tramonto, piuttosto che perfetti meccanismi a orologeria del calibro di A qualcuno piace caldo o Irma la dolce...

Cineteca - FilmTv n° 43/2008

La parabola di Redmond Barry è cristallina come un teorema: peripezie, ascesa, caduta, oblio. Lo era già nel romanzo di William Makepeace Thackeray (che scrive a metà dell’Ottocento e quindi, a sua volta, ricostruisce il secolo precedente in prospettiva storica, la stessa a cui allude il...

Cineteca - FilmTv n° 30/2008

Nel corso di alcune brevi ma felici stagioni, il cinema è stato attraversato da una corrente di libertà talmente intensa da spazzare via qualunque formalismo o timore reverenziale, anche (o soprattutto) al cospetto di importanti testi letterari del passato. Questo era il clima che si respirava...

Cineteca - FilmTv n° 24/2008

L’Apocalisse Ora, con l’umanità che finisce seppellita da una risata (o meglio, da un torreggiante fungo atomico contrappuntato dalle suadenti note di una canzone inglese degli anni 40: We’ll Meet Again, ovvero - classico esempio di antifrasi kubrickiana - “Ci incontreremo ancora...

Cineteca - FilmTv n° 18/2008

Capitolo pressoché obbligato dell’enciclopedia di qualunque cinefilo degno di tal nome: lirico, ironico e malinconico chant d’amour (et d’amitié) intonato da un triangolo di spiriti liberi e anticonformisti, sullo sfondo di un’epoca in cui ogni libertà e ogni anticonformismo...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy