Roberto Manassero

Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.

Punti di vista - FilmTv n° 31 / 2018

A Trump devono aver detto che fare il presidente degli Stati Uniti è come fare il poliziotto in una serie tv di fine anni 70: entri in una stanza, spacchi tutto, fai fuori gli spacciatori e te ne vai da eroe. La figura che ha fatto nei vari summit organizzati due settimane fa...

Servizio - FilmTv n° 31 / 2018

La 71ª edizione del Locarno Festival, che si terrà dal 1° all’11 agosto prossimi, sarà l’ultima diretta da Carlo Chatrian, nel frattempo nominato direttore della Berlinale. La vera questione, ora che le carte saranno da rimescolare, sarà perciò capire come negli anni a venire la rassegna saprà...

Cinerama - FilmTv n° 30 / 2018

Un film, come dicono le note di produzione, «che ha voluto riportare il cinema a Pavia dopo trent’anni, coinvolgendo tutta la città per rendere al meglio la normalità sul grande schermo». La normalità di cosa non viene detto, forse perché si tratta del solito, normale prodotto regionalista...

Serial Minds - FilmTv n° 30 / 2018

La fanno facile gli autori della miniserie Picnic at Hanging Rock (sei puntate prodotte da Fremantle Media e Foxtel) nel ribadire che il lavoro d’adattamento non ha riguardato tanto il celebre film di Peter Weir del 1975 quanto il romanzo omonimo da cui era tratto, scritto da Joan...

Il Sassolino - FilmTv n° 30 / 2018

«Russia 2018 il miglior Mondiale di sempre», ha detto il presidente della FIFA Giovanni Infantino. Guarda caso era il primo che organizzava lui. «Il Mondiale più bello di sempre» gli hanno fatto eco compatti i giornalisti Mediaset. Guarda caso, anche qui, era il primo che...

Cinerama - FilmTv n° 29 / 2018

Ah, la crisi dei quarantenni. Ah, l’innocenza perduta. Ah, la bellezza di ricominciare a guardare il mondo con gli occhi dei bambini. Peggio per me è un concentrato dell’Italia media di questo decennio, delle sue frustrazioni e dei suoi desideri, compreso quello di poter fare cinema...

Servizio - FilmTv n° 29 / 2018

Gioco di ombre 

«Era una tenda nera che io vedevo nella mia camera di bambino, all’aurora o al tramonto, quando ogni cosa diventa viva e temibile, quando i giocattoli stessi si trasformano in cose ostili o semplicemente indifferenti e curiose. Non era che la tenda si...

Cinerama - FilmTv n° 28 / 2018

All’inizio un ripasso degli attacchi terroristici subìti dagli Stati Uniti (World Trade Center, 1993; ambasciate di Nairobi e Dar es Salaam, 1998; cacciatorpediniere USS Cole, 2000) non fa male. Subito dopo, poi, l’avvertimento dell’amico Putin su un possibile attacco nel 2001 dà la misura del...

Intervista - FilmTv n° 28 / 2018

Contro il cibo kultura: recita così il sottotitolo di Babel Food (Il Mulino, pp. 132, € 12), volume che l’antropologo Franco La Cecla ha dedicato alla trasformazione della cucina in fenomeno di culto e alle pratiche narrative applicate al cibo. Usando la pasta come filo...

Cinerama - FilmTv n° 27 / 2018

All’origine c’è un romanzo, L’incredibile viaggio del fachiro che restò chiuso in un armadio Ikea di Romain Puértolas (Einaudi). In più, il regista ha dichiarato di essersi ispirato a Spielberg, a Oltre il giardino, Fuori orario o La vita è bella, e perché no...

Servizio - FilmTv n° 27 / 2018

In quale momento Steven Soderbergh si è trasformato da cineasta postmoderno caro ai festival e non amatissimo dai cinefili in autore contemporaneo in grado di mettere d’accordo quasi tutti (compresi gli appassionati più radicali)? Probabilmente il cambio di paradigma è avvenuto con Che...

Cinerama - FilmTv n° 26 / 2018

Nel cinema di Lanthimos la disumanizzazione delle relazioni e degli ambienti è raccontata con una freddezza che coinvolge sia la messa in scena sia la narrazione. Non c’è reazione nei personaggi delle storie raccontate e nei loro sentimenti anestetizzati: solo riproposizione. Il mondo sullo...

Cinerama - FilmTv n° 25 / 2018

Che brutta bestia la violenza al cinema. Non per forza la sua esposizione o la sua oscenità, ma anche solo, come nel caso di L’affido, la sua eco sulla storia e sui personaggi. Lasciata fuori campo, evocata, elusa, la violenza, in un film su una famiglia divisa fra una madre protettiva...

Intervista - FilmTv n° 25 / 2018

Dopo Segreti di famiglia (2015), produzione internazionale girata negli Stati Uniti, il norvegese Joachim Trier è tornato in patria per girare l’opera quarta: un horror ambientato nella sua città, Oslo. Uno strano ritorno, un’immersione nella mente di una giovane donna che scopre una...

Servizio - FilmTv n° 24 / 2018

L’ultima è di Michel Platini, che ha ammesso imbrogli pro-Francia nei sorteggi dei Mondiali del 1998. Mondiali di calcio e Olimpiadi non sono più l’affare del secolo, ma continuano a essere business più che sport. Giovano meno ai paesi ospitanti che a chi, come Sepp Blatter, ex leader della...

Cinerama - FilmTv n° 24 / 2018

Emily Dickinson, poetessa. Tra le più grandi di sempre. Donna del New England puritano di metà Ottocento; spirito libero e indipendente; figlia devota di genitori osservanti e inflessibili; sorella amorevole di Austin e Vinnie; animo gentile condannato all’infelicità da un’intransigenza morale...

Cinerama - FilmTv n° 23 / 2018

Prima di Il medico di campagna, il francese Thomas Lilti aveva già parlato di medicina e di medici in questo Ippocrate, racconto di formazione ospedaliera di un giovane internista, Benjamin, che affronta la sua prima esperienza lavorativa nell’ospedale di cui il padre è...

Serial Minds - FilmTv n° 23 / 2018

Homeland, ovvero come scrivere una serie usando la storia contemporanea come canovaccio, senza preoccuparsi se a volte gli eventi superano la finzione o se la finzione finisce per anticipare la realtà. Che fare, per esempio, quando per realizzare una stagione - la numero sei - si...

Intervista - FilmTv n° 23 / 2018

In un pianeta così realistico da sembrare fantasioso, alla periferia di una città - Roma, ovviamente - così definita da diventare il paesaggio impossibile di un noir, di un western, quasi di una fiaba morale, Damiano e Fabio D’Innocenzo hanno ambientato il loro primo film, La terra dell’...

Editoriale - FilmTv n° 22 / 2018

Prima o poi se ne andranno tutti, ma quando se ne vanno i padri è più difficile da accettare. Philip Roth era uno di questi, uno dei nostri padri, anche se da tempo aveva smesso di scrivere e dunque aveva già preparato all’idea della sua mancanza. Negli ultimi decenni, più o meno da La...

Intervista - FilmTv n° 22 / 2018

L’hanno chiamata favola, quella di Marcello Fonte, ma il percorso che ha portato l’attore calabrese dai lavori come comparsa alle piccole parti in serie tv e film (La mafia uccide solo d’estate, L’intrusa, Io sono Tempesta) al ruolo da protagonista in Dogman ...

Cinerama - FilmTv n° 22 / 2018

La candida ottusità del Lazzaro di Alice Rohrwacher osserva vuota un mondo che non è mai esistito. La mezzadria non ha mai fatto a meno del denaro e in Italia la classe contadina non è mai passata da una servitù di stampo medievale all’indigenza del sottoproletariato, escluso dal benessere...

Cinerama - FilmTv n° 20 / 2018

Non è un’altra stupida commedia americana, ma è senza dubbio un’altra commedia francese, l’ennesima, non proprio stupida ma assolutamente prevedibile e risaputa. Antoine è un pubblicitario quarantenne di Parigi: macho, pieno di energia, scapolo impenitente, benestante. La sua vita viene...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 19 / 2018

Il rapporto fra Don Chisciotte e il cinema è segnato dall’epico fallimento di due progetti, quello di Orson Welles e quello di Terry Gilliam, diventati col tempo il segno di una sorta di maledizione. Welles lavorò alla sua versione del romanzo di Cervantes dalla metà degli anni 50 fino...

Cinerama - FilmTv n° 19 / 2018

Cosa ha ucciso il piccolo Amir, otto anni, arrivato già morto in ospedale dopo giorni di vomito e diarrea? Un avvelenamento da botulino, come sostiene l’autopsia, o la microfrattura di una vertebra del collo, come teme il medico legale che pochi giorni prima ha per errore investito con la...

Cinerama - FilmTv n° 18 / 2018

Manuel, ragazzone alto e sgraziato, irruento ma sensibile, uno dei tanti adolescenti disagiati del cinema italiano, immerso anche lui nel grigiore della periferia romana, viene sfiorato dall’anima crudele del mondo: figlio di una carcerata, senza un padre, è cresciuto in una casa famiglia, e...

Cinerama - FilmTv n° 17 / 2018

“Youtopia” è un gioco di parole che serve a tenere a distanza l’orrore che di norma il cinema italiano prova nei confronti dell’internet. Il film di Berardo Carboni sta dalle parti di Che vuoi che sia di Edoardo Leo, che se non altro usava il sesso in streaming e il consumo di...

Cinerama - FilmTv n° 17 / 2018

Cosa si dovrebbe dire di un film che racconta la storia di un palazzinaro romano potentissimo e corrotto, colluso con la malavita, abituale utilizzatore finale di prostitute, proprietario di una villa sfarzosa, che a un certo punto, dopo essersi risvegliato dal coma a seguito di un attentato,...

Intervista - FilmTv n° 17 / 2018

I fantasmi d’Ismael, come ogni film del cineasta francese Arnaud Desplechin, dà forma sullo schermo alla fantasia di un autore che da sempre scavalca con disinvoltura il confine tra realismo e rappresentazione onirica del mondo, ossessioni creative e cinema di genere. Ogni film di...

Cinerama - FilmTv n° 16 / 2018

Cosa aspettarsi da un biopic sulla vita di Pablo Escobar, prodotto dagli spagnoli, girato da un regista spagnolo, interpretato da due attori spagnoli, ma parlato in inglese? Noi italiani possiamo al massimo dire di essere abituati a certi scempi del mercato internazionale grazie agli scempi del...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy