Home

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Claudio Bartolini dice che Sapore di mare è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 17:10.

A voi la fantascienza di Netflix piace? A Filippo Mazzarella no.

Arrivano in sala Ilegitim e Fixeur di Adrian Sitaru, espressione di un cinema rumeno a cui spesso abbiamo dato spazio. Un esempio? Cristi Puiu.

Noah Hawley debutterà alla regia. Cosa ci possiamo aspettare? Intanto vi riproponiamo la recensione di una delle sue creazioni migliori.

Dal 22 marzo nelle sale Pacific Rim 2 - La rivolta , seguito di Pacific Rim 3D di Guillermo Del Toro che riportò in auge il genere dei “robottoni”. Ecco una piccola galleria dei più celebri e indimenticabili automi animati del piccolo schermo...

16 marzo 1978. Ricordiamo Aldo Moro con Buongiorno, notte .

La citazione

«E questo è quanto (Casinò - Martin Scorsese)»

cinerama
7822
cineteca
2504
servizi
2501
opinionisti
1616
locandine
972
serialminds
688
scanners
463
In edicola: Martedì, 24 Aprile, 2018

Guida all'Universo Marvel, la nuova stagione di The Handmaid's Tale, intervista ad Arnaud Desplechin, sesto appuntamento con la rubrica Mancia competenteLost Highway sul cinema antifascista, Scanners di Laissez bronzer les cadavres, Serial minds di Wild Wild Country, locandina di Captain America: The Winter Soldier di Anthony e Joe Russo e tanto, tanto altro.

Acquista il numero
o accedi agli articoli digitali

1, 2, 3. Berlusconi è alla sinistra di Salvini. Fa i conti. Mentre quest’ultimo parla, lui tiene il tempo con le dita. 1, 2, 3. 1, 2, 3. Se il leghista sciorina l’elenco programmatico del nuovo centrodestra, lui vuole esserne il metronomo. Patetico? Ridicolo? Non credeteci. Il punctum delle parole è quello dell’uomo di verde incravattato, ma il punctum dell’immagine è tutto suo, del Cavaliere. Poi, B. spinge gentilmente Salvini e Meloni fuori dall’inquadratura. Prende il microfono e fa la sua piccola chiosa, protagonista comunque, nonostante le percentuali elettorali. Mi torna in mente una scena di Fantozzi in paradiso (1993), che è una rappresentazione precisa di questi frammenti di discorso pre e post consultazioni. In un aldilà da spot del caffè, l’Ugo defunto fatica a trovare un posto per guardare lo spettacolo della «grande luce». Ma di fronte all’unica seduta disponibile c’è un palo. Quando il Rag. Ugo chiede di cambiare posto, una voce lo zittisce. «Cribbio», è il Cavaliere. Le sinistre gli hanno affidato «un delicato ruolo di vigilanza». Il nostro Rag., basito, pensando che il Cav. sia stato umiliato a banale usciere di quel cinema edenico domanda: «Ma come, si è ridotto a fare la maschera?». «No, sono sempre sua Emittenza» ribatte lui irritato. La «grande luce» si interrompe. Comincia la pubblicità. Infinita. Non è solo una maschera, B. Riesce a essere protagonista comunque. Perché quella è la sua pubblicità. Quella di cui erano pieni i palinsesti di Ginger e Fred di Federico Fellini (1985, prima di tutti), film in cui Fulvio Lombardoni era, evidentemente, già Berlusconi. Poi, B. è stato semplicemente nelle cose. Un nuovo immaginario. Un nuovo linguaggio. Un nuovo italiano. Un nuovo me, come sostiene apocalitticamente Nanni Moretti col suo Il caimano (2006), finendo per doverlo interpretare in prima persona. Da Repubblica nostra di Daniele Incalcaterra (1994) a Due di Riccardo Giacconi (2017), abbiamo visto B. in tantissimi film, documentari soprattutto. Ora tocca a Loro 1 di Paolo Sorrentino, in sala dal 24 aprile 2018 (Loro 2 sarà al cinema dal 10 maggio 2018). Ma loro chi? Loro i nemici d’occasione, i pericoli rossi, la macchina del fango, i magistrati, coloro contro cui costruire la propria storia, il proprio spettacolo? Il teaser del film è preciso, in questo: loro è anche il pubblico. Chi lo guarda cantare. Gli spettatori. E non c’è nessuno, come Sorrentino, che meglio potrebbe fare un film su B., secondo noi. Perché quello che interessa al regista non è criticare un personaggio, ma portare alla luce, esasperare, l’enigma tra autentico e inautentico, l’ambiguità (fascino o repulsione? Critica o godimento?) delle immagini pubblicitarie (il titolo di La grande bellezza non era forse molto meno luminoso del grande logo Martini, nel cielo romano?), lo spettacolo che ci si crea per persuadere il prossimo, gli slogan con cui ci si mette in scena, con cui ci si vende. Oggi il partito del Cavaliere si propone paradossalmente come garante di un «delicato ruolo di vigilanza», al governo di un paese in cui è stato il populismo il primo vincitore. Dimenticandosi che quel partito era nato anche così, in tempi differenti, che quella del populismo era anche la sua lingua. Lui era come loro. «Tutto vero, tutto falso» dice la frase di lancio del film. Per l’appunto.

Novecento anno zero

Restaurato dalla Cineteca di Bologna, Novecento Atto I torna in sala dal 16 aprile. Uno dei film centrali del cinema italiano, epopea che fa i conti con la nostra storia lungo un secolo di furibondi conflitti. Anche, per noi, il pretesto per tornare a riflettere su un un grandissimo cineasta, Bernardo Bertolucci, riproponendo diversi materiali pubblicati nel corso del tempo da Film Tv, a partire da un ampio servizio curato da Marcello Garofalo e da un'intervista esclusiva di Monica Stambrini, autrice del documentario Sedia elettrica dedicato al making of di Io e te. Buona lettura!

Lista
23 Aprile 2018

Il racconto dei potenti nel cinema italiano

Articolo - Intervista
23 Aprile 2018

Dal romanzo di Emmanuel Carrère una trasposizione «fedelissima al testo» in uno spettacolo teatrale che è in scena al Teatro dell'Elfo di Milano fino al 29 aprile. Marì Alberione ha incontrato...

News
21 Aprile 2018

L'edizione 2018 del Festival di Cannes procede a gambero: dopo il passo indietro dell'affaire Netflix, che ha fatto perdere al Festival la...

News
21 Aprile 2018

Guillermo del Totoro di soprannome e di fatto: il regista messicano ha firmato ieri un contratto in esclusiva con DreamWorks Animation per scrivere, produrre e...

News
20 Aprile 2018

L'idea di vedere David Fincher, fra i più influenti autori contemporanei, mettere la mani su un blockbuster fracassone e ad altissimo budget come il sequel di World...

News
20 Aprile 2018

C'è da chiedersi se Sir Elton John non abbia dato personalmente il benestare a Taron Egerton per farsi interpretare in Rocketman,...

News
20 Aprile 2018

Il nono Bif&st - Bari International Film Festival (da sabato 21 a sabato 28 aprile), presieduto da Margarethe von Trotta e diretto da Felice Laudadio, è nel segno di Bernardo Bertolucci: il...

News
19 Aprile 2018

Il Leone d'Oro alla carriera che la Mostra del cinema di Venezia ha deciso di assegnare a David Cronenberg in occasione della sua 75esima...

News
19 Aprile 2018

Domanda: qual è l'unico rimedio a un botteghino stantio, sola certezza di un'industria cinematografica alla costante ricerca di vacche grasse da mungere? La risposta è semplice, ha origini...

News
19 Aprile 2018

Riparte il folle tour della premiata ditta Pedro Almodóvar and friends. L'autore spagnolo, infatti, ha chiamato a sé due dei suoi storici collaboratori, Penélope Cruz...

Pagine

La Newsletter di FilmTv

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy