Home

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che Io la conoscevo bene è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai3 alle ore 01:35.

Se vi sono piaciuti Forza maggiore e The square , c'è un invisibile di Ruben Östlund che vi consigliamo di recuperare, presentato alla Quinzaine 2011.

Gianni Amelio racconta I nuovi mostri e riflette sull'Italia e sulla commedia all'italiana. Rileggete la locandina del 2005, il film è in streaming su RaiPlay.

Il 3 dicembre arrivano su Prime Video le prime 5 stagioni di questa serie Marvel. Curiosi? Scoprite di che parla nella nostra recensione.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«What happened to Gary Cooper? The strong, silent type. That was an American. He wasn’t in touch with his feelings. He just did what he had to do. (David Chase - The Sopranos)»

cinerama
8377
servizi
2926
cineteca
2708
opinionisti
1820
locandine
1010
serialminds
771
scanners
480
In edicola: Martedì, 15 Gennaio, 2019

Il ritorno di Sylvester Stallone in Creed II, intervista al regista di Se la strada potesse parlare, Barry Jenjins, Lost Highway nel ricordo di Fabio Carpi, Matera protagonista nel film Mathera - L'ascolto dei sassi, I migliori film italiani: I vitelloni, quarta parte dello speciale Lost Highway su Bernardo Bertolucci, Scanners di Assassination Nation, Serial Minds di La fantastica signora Maisel, locandina di Creed - Nato per combattere di Ryan Coogler e tanto, tanto altro.

Acquista il numero
o accedi agli articoli digitali

Editoriale


Tra il dire e il rifare

In attesa di vedere Glass, che dal trailer è la versione al cubo di Io ti salverò, riguardo E venne il giorno (disponibile a noleggio su Chili e TIMVISION a € 2,99 e in HD a € 3,50 su Rakuten Tv), ovvero Gli uccelli secondo M. Night Shyamalan, finissimo esecutore contemporaneo del magistero di Hitchcock. Un film incompreso di dieci anni fa, che del capodopera di sir Alfred è rilettura sottile, puntuta. No, certo, non è che gli uccelli abbiano un ruolo determinante nel film del regista di The Sixth Sense - Il sesto senso, ma non è questo il punto. Il punto lo coglie perfettamente, in The Weird and the Eerie - Lo strano e l’inquietante nel mondo contemporaneo (minimum fax, pp. 172, € 17) il compianto Mark Fisher nella sua analisi del racconto di Daphne du Maurier da cui il film di Hitchcock è tratto. Che sia «l’astuzia collettiva degli uccelli» o il vento omicida del film di Shyamalan, siamo di fronte a una catastrofe che non è possibile spiegare (ed è su questa inspiegabilità che è giocato il raffinato, esasperato, caricaturale rifacimento di Shyamalan). Fisher la chiama una questione di «agentività», al centro del concetto di “eerie”, che è traducibile come “misterioso”. «Che cosa è avvenuto per originare quelle rovine?». «Che tipo di agente opera in questo caso?». «Esiste veramente un agente?». Domande che, continua, «possono essere riformulate in un registro psicanalitico: se non siamo chi crediamo di essere, che cosa siamo allora?» e in una critica al capitalismo che, «comparso dal nulla, esercita maggiore influsso di qualsiasi entità concreta». Comunque: sia Hitchcock sia il suo revisore Shyamalan fanno film sulla non conoscenza, su quel che della realtà non riusciamo capire. Nel film contemporaneo però tutti sanno dare una risposta: «È la natura», dicono. «È la natura». Il regista, in un film capace di coniugare surrealismo derisorio e tensione, crea continuamente falle, in questa teoria. Mette i microfoni in campo, fa un cameo nel ruolo che scatena il conflitto sentimentale (la causa primaria...), sposta le pedine secondo una versione farsesca della sua ideologia cattolica. Dice: «Sono io, l’agente, mi vedete?». Ma tutti continuano a dire: «È la natura, è la natura», anche se i conti non tornano. Non è un film ecologista, E venne il giorno. Non solo. È un film parodico, soprattutto, sulla nostra terrificante, e ridicola, incapacità di vedere. E sulla facilità con cui diamo risposte (anche su Shyamalan, a leggere le critiche del tempo).

Novecento anno zero

Restaurato dalla Cineteca di Bologna, Novecento Atto I torna in sala dal 16 aprile. Uno dei film centrali del cinema italiano, epopea che fa i conti con la nostra storia lungo un secolo di furibondi conflitti. Anche, per noi, il pretesto per tornare a riflettere su un un grandissimo cineasta, Bernardo Bertolucci, riproponendo diversi materiali pubblicati nel corso del tempo da Film Tv, a partire da un ampio servizio curato da Marcello Garofalo e da un'intervista esclusiva di Monica Stambrini, autrice del documentario Sedia elettrica dedicato al making of di Io e te. Buona lettura!

News
18 Gennaio 2019

Da Vicolo Corto a Parco della Vittoria, il sogno americano in tavola
E tra non molto anche sul grande schermo. È dal 2015, infatti che Lionsgate, i brutti ceffi del cinema...

Articolo - Gli amori che restano
18 Gennaio 2019

Quattro dodicenni alla ricerca del cadavere di un ragazzino. Attraverso i boschi e le paludi. Nei dintorni di Castle Rock, Oregon. È il 1959, e niente per loro sarà più come prima. Titolo...

News
17 Gennaio 2019

Un po' The Office un po' M*A*S*H, hai detto niente
C'era una volta The Office – stiamo già parlando della versione americana,...

News
16 Gennaio 2019

Di padre in figlio
Sembrerebbe quasi un soggetto per Hollywood, se non fosse che stiamo parlando di due slovacchi trapiantati in Canada. Non propriamente il sogno bagnato...

News
16 Gennaio 2019

 

dove andare, cosa vedere e soprattutto perché
17 - 20 gennaio 2019

PORNO O GIÙ DI LÌ
Scopro,...

News
15 Gennaio 2019

Importanti documenti di lavoro, dicono tutti così
Solo che Hugh Grant, a differenza del Drugo, effettivamente non è disoccupato. Fatto sta che, in uno...

Articolo - Musicabilia
15 Gennaio 2019

§

Articolo - Leggo
15 Gennaio 2019

§

News
14 Gennaio 2019

“Buongiorno miei cari vicini!”
E non c'è bisogno di proseguire con la citazione, anche se calza a pennello per un lunedì qualsiasi. La storia importante, qui, è che...

News
11 Gennaio 2019

Al Pacino punta a raddoppiare la quota 100
Calcolatrice alla mano: Pacino virgola Al debutta al cinema, 29enne e al culmine di un percorso non...

Pagine

La Newsletter di FilmTv

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy