Home

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Maria Sole Colombo dice che Zanna Bianca è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 17:00.

Parigi brucia. Bruciano centri del potere economico e politico. Bruciano simboli della Storia. Tutti insieme. Contemporaneamente. I primi minuti di Nocturama sono la complessa coreografia degli attentati, il pedinamento dei terroristi, il balletto preparatorio di giovani d’ogni classe ed etnia e di un’unica nazione. La Francia. Nei minuti prima del fuoco, il tempo non scorre linearmente: le ore sono scritte dalle sovraimpressioni. L’ambiente principale è un non-luogo: la metropolitana.

Scoprire che Umberto Lenzi ha scritto per FilmTv. Lo avreste mai pensato?

Chicago, Nairobi, Seul, Londra, Città del Messico, San Francisco, Berlino, Mumbai. Sono otto, sono collegati. Da recuperare senza porsi domande.

Nel 2010 usciva nelle sale Saw 3D, sottotitolo "Il capitolo finale". Il prossimo 31 ottobre, giusto per festeggiare degnamente Halloween, sarà distribuito Saw: Legacy , a dimostrazione che di "finale", in verità, non c'era nulla. La saga di Jigsaw continua, la ripercorriamo a ritroso in attesa del nuovo film...

C'è tutto un cinema che non passa per le sale ma che merita di essere visto, sostenuto, cercato. Due libri per voi che sono anche due inviti a guardare oltre.

La citazione

«Smettete di pensare che la scienza possa aggiustare tutto se le date 3 miliardi di dollari. (Kurt Vonnegut)»

scelta da
Simone Arcagni

In edicola: Martedì, 17 Ottobre, 2017

Speciale It con intervista a Andy Muschietti, analisi di Blade Runner 2049, intervista a Walter Hill, ricordo di Francesco De Robertis, Serial Minds di Suburra - La serie, locandina di Nymph()maniac di Lars von Trier e tanto, tanto altro.

Acquista il numero
o accedi agli articoli digitali

Editoriale


Per amor nostro

In copertina ci sono due attori, Ambra Angiolini e Pietro Sermonti. Sono i protagonisti di Terapia di coppia per amanti di Alessio Maria Federici, una commedia distribuita da Warner. Li intervistiamo da pagina 8, per dare voce ai caratteri di un cinema popolare e industriale che, come scriviamo da tempo su queste pagine, sta cercando la sua difficilissima strada. Dietro questa cover presentiamo un progetto che sta all’esatto polo opposto, nello spettro del nostro cinema. Parlo di Fuori norma - La via neosperimentale del cinema italiano (www.fuorinorma.it). Un progetto nato da uno dei decani della critica italiana, Adriano Aprà, giovanissimo punto di riferimento da 50 anni. Di che si tratta? Di riconoscere, in primis, una certa tendenza. Consacrata da un evento speciale della Mostra del nuovo cinema di Pesaro 2013, e da un libro edito per l’occasione. Composta da film lontanissimi - a mio parere anche inconciliabili, non solo qualitativamente - ma che Aprà coraggiosamente guarda da lontano, uscendo dal particolare, con precisa visione critica e politica. Ed è questo il punto. «Sono sperimentali in quanto ricercano nuove strategie espressive diverse da e opposte a quelle istituzionalizzate dal cinema di finzione, da quello documentario e dalla tv. Lo sono perché scoprono nuove ipotesi narrative, nuove strutture drammaturgiche, nuove opzioni di montaggio, di musica, di suono: di messa in scena. Lo sono perché vibra in ognuno di essi la tensione verso uno stile personale, perché hanno un progetto estetico e non solo la voglia di raccontare una storia. Lo sono perché non gridano i loro budget ma sussurrano dialogicamente per chi ancora vuole ascoltare. Lo sono perché si rivolgono allo spettatore considerato come un partner, che pensa e che rielabora. Un altro cinema italiano è possibile». E poi? Che fare? «Trasformare la tendenza in movimento». Fare gruppo. Distribuire. Inventare un circuito. Fondare un festival espanso e ramingo, nelle sale decise a proiettare opere emarginate dal sistema distributivo. Anteprima il 26 ottobre all’Off/Off Theatre, dal 6 novembre in altre 20 sale indipendenti romane. E poi in giro, per l’Italia. Si comincia con Flòr da Baixa di Mauro Santini, Valzer di Salvatore Maira, Tramas di Augusto Contento, Puccini e la fanciulla di Paolo Benvenuti, Storia di una donna amata e di un assassino gentile di Luigi Faccini, La bocca del lupo di Pietro Marcello, Terramatta di Costanza Quatriglio, Il viaggio della signorina Vila di Elisabetta Sgarbi, Su Re di Giovanni Columbu, Bellas mariposas di Salvatore Mereu, Sangue di Pippo Delbono, N-Capace di Eleonora Danco, Abacuc di Luca Ferri, Terra di Antonio Di Trapani e Marco De Angelis, Per amor vostro di Giuseppe M. Gaudino, Montedoro di Antonello Faretta, Ofelia non annega di Francesca Fini, La natura delle cose di Laura Viezzoli, Spira Mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, Lepanto - Último cangaceiro di Enrico Masi. Si fa critica anche così. Selezionando. Diffondendo. E soprattutto, da spettatori, vedendo.

News
17 Ottobre 2017

Ieri al Lumière Film Festival di Lione, nel corso della presentazione del nuovo director's cut di Heat - La sfida, il direttore del Festival di Cannes...

News
16 Ottobre 2017

David Fincher è uno degli intoccabili, in quella manciata di pochi autori che possono scegliere i progetti e portarli a termine, nei limiti della regola Cimino, a modo proprio e...

Articolo - Servizio
16 Ottobre 2017

piccolo resoconto a chiusura della 36esima edizione delle Giornate del cinema muto 

Articolo - Servizio
16 Ottobre 2017

Classifica dominata questa settimana dalla fantascienza: seriale come in The X-Files e Stranger Things o cinematografica come in ...

Articolo - Servizio
15 Ottobre 2017

In Gran Bretagna le prime recensioni di La morte di Stalin di Armando Iannucci (in Italia arriverà in sala a gennaio) sono molto positive e lo definiscono un film...

News
15 Ottobre 2017

La terza stagione di American Crime arriva su TIMVISION, in esclusiva, il 17 ottobre: lo show creato da John Ridley (autore dello script di 12 anni schiavo) è antologico, e a...

News
15 Ottobre 2017

Il premio Oscar Jared Leto, reduce da Blade Runner 2049 ed entusiasta del regista di Suicide Squad 2 Gavin O'Connor, ha...

Articolo - Lost Highway - Piccole storie di cinema
13 Ottobre 2017

Il 3 luglio 1971 moriva Jim Morrison, lasciando un vuoto incolmabile e suscitando mille sospetti sulla sua effettiva scomparsa. When You're Strange, rockumentary di Tom DiCillo uscito in...

Articolo - Servizio
13 Ottobre 2017

Richard Linklater e Bryan Cranston, ospiti di un evento organizzato a Londra da Deadline Hollywood, si sono seduti uno di fronte all'altro per discutere di Last Flag...

News
13 Ottobre 2017

La famiglia Addams sarà protagonista di un film d'animazione per MGM diretto da Conrad Vernon, già regista di Sausage Party - Vita...

Pagine

Nico, 1988 e altre storie

Dopo avere vinto il concorso Orizzonti della Mostra di Venezia 2017, esce in sala il 12 ottobre Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli, sugli ultimi due anni di vita della leggendaria musicista. Ne abbiamo approfittato per sfrucugliare nell'archivio di Film Tv in cerca di servizi che (anche) con la storia di Nico, al secolo Christa Päffgen, e più in generale con quella del rock, avessero un forte legame. A partire dallo straordinario articolo di Mauro Zambellini sulla Woodstock Nation, abbiamo poi raccolto le recensioni dei principali "rockumentary" degli ultimi anni. Una carrellata cinematografica attraverso le immagini e le note delle più grandi rockstar.

La Newsletter di FilmTv

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy