Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Nasce su quel ramo del lago di Como e, quando non guarda, scrive. Gli piace il cinema comico - Buster Keaton, Jerry Lewis, Charlie Bowers, Pierre Etaix - quindi non può che diffidare della facile ironia. Pretende che i film sfidino le convinzioni del suo sguardo, per questo preferisce, sempre, ciò che eccede. Lo guida Chris Marker, piange Alain Resnais e, ingenuamente, crede che non esista correlazione tra l'r moscia e la voglia costante di cinema francese. Dirige Film Tv, sceglie film per Filmmaker, edita libri per Bietti Heterotopia. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio. «E di me dico "egli"; – uno che non mi riguarda». Solo per ora, però.

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

«Non lavorerà per noi, ma con noi». Eccolo, in un franchise per corrieri, il neoliberismo, l'iperresponsabilizzazione del lavoratore, la solitudine del 99%, la fine del tempo libero al tempo dell'imprendicariato, il precariato costretto all'imprenditoria. L'allentamento dei legami, la...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

Giovane musulmano sulla via del radicalismo: quando tenta di uccidere una maestra (rea di credere che l'arabo si possa insegnare con le pop song, non solo col Corano) è rieducato in istituto. È possibile cambiarlo? E se cambia è per cosa? Un bacio, un rifiuto, un senso di colpa, un momento di...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

1969. C’erano un villain di western e protagonista di serie (Di Caprio) e la sua controfigura (Pitt). La fiaba, o meglio: un mondo falso a un passo dal cinema vero, con tanto di nomi e cognomi (Sergio Corbucci). C’erano Sharon Tate (Robbie), Polanski, Manson. E dunque la cronaca nera, o peggio...

Cinerama - FilmTv n° C0/2019

Come sono buoni i ricchi. Comodamente: non conoscono l’homo homini lupus. E quanto sono ingenui: tanto che una famiglia che abita in un appartamento del sottosuolo di Seoul li raggira facilmente, e si fa assumere. Uno a uno: il figlio non laureato come insegnante per la figlia...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Regista Berlin School, Shanelec è del gruppo la radicale, quella in cui la ricerca della “scuola” si presenta svestita dalla tentazione di una narrazione piana. Il film è tutto nel lavorio dello spettatore: lei gli consegna frammenti irrelati, siparietti banali, gag comici estratti dalla...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Sotto l’egida di Saïd Ben Saïd, abilissimo produttore di cinema d’autore (rara avis), il regista israeliano di Policeman e The Kindergarten Teacher gira in terra francese un’opera semi-autobiografica: dopo aver cercato il punto di crisi di un uomo di legge e di una...

Servizio - FilmTv n° 29/2019

Ed eccoci, a riguardare il decennio che si sta chiudendo, per provare a fare il punto sulle strade che nel cinema si sono aperte. Sugli autori che han saputo reagire a un presente accelerato e frammentato dalla tecnologia. Sui film che sono stati in grado di far proprio un nuovo modo e un nuovo...

Cineteca - FilmTv n° 29/2019

Non volendo finire come la sorella Mandarina, rimasta incinta a 13 anni, o come Samantha, ragazza oggetto del rione, Cate si tiene lontana da certi giochi. Il suo amore è per il vicino di casa occhialuto Gigi, la cui vita è minacciata da Tonio, fratello della giovane. Le sue giornate, sotto il...

Cineteca - FilmTv n° 28/2019

Langhe, guerra di Liberazione: il partigiano Milton si mette sulle tracce del suo amico Giorgio. Ha bisogno di sapere la verità su una questione privata che riguarda la sua amata Fulvia. «C’è la Resistenza proprio com’era, di dentro e di fuori, vera come mai era stata scritta, serbata per...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 28/2019

Il dottor Faust incontra un mostruoso usuraio. È il diavolo, probabilmente. E vuole la sua anima. Uno specchio, nel cielo. «Guardatevi» dice Sokurov. «Guardiamoci». È un moralista. Uno sperimentatore tecnologico. Un modernista reazionario. E il suo Faust, il film, noi, è dunque una...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 27/2019

Un miliardario convoca i cinque migliori investigatori del mondo in un castello. Annuncia un omicidio a mezzanotte e promette una colossale ricompensa per il risolutore dell’enigma. James Coco è un Poirot che si chiama Perrier (burp), Eileen Brennan è una Miss Marple con la B al posto della...

Cinerama - FilmTv n° 27/2019

Ritorno a Maria, madre di Cristo, secondo Giovanni, l’apocrifo pseudo-Matteo e Clemens Brentano, biografo di Anna Katharina Emmerick (1774-1824), che ebbe visione della storia della donna. Attenzione: una recensione firmata A.K.E., sul sito ufficiale del film, dice che non è un film storico o...

Muzik - FilmTv n° 27/2019

Chi lo dice che musica estiva significhi solo tormentoni buoni ad animare spiagge affollate? Con questa selezione proviamo a costruire una visione differente, che assecondi i nostri gusti e le varie suggestioni sonore che l’estate può evocare: la leggerezza, il viaggio, l’immobilismo. Dal sole...

Cineteca - FilmTv n° 27/2019

Ogni giorno, in Siria vengono girati filmati, pubblicati poi su YouTube, da persone che rischiano - e il più delle volte perdono - la loro vita pur di far conoscere al resto del mondo quel che sta accadendo nel loro Paese. «Ho visto tutto. Tutto». «No, tu non hai visto niente a Homs. Niente...

Il lungo addio - FilmTv n° 27/2019

La potete vedere alla sedicesima delle Twenty Cigarettes di James Benning, in uno di quei ritratti lunghi quattro/cinque boccate di fumo. Lei è magrissima, dolce, triste, a disagio di fronte alla camera. Suzan Pitt. Nata a Kansas City, formatasi come pittrice alla...

Editoriale - FilmTv n° 26/2019

Nelle edicole scelte per il test (quelle della provincia di Varese) e online potete acquistare S01 - 100 prime stagioni di serie tv che hanno conquistato lo sguardo (e il cuore) di Film Tv: un libro agile e denso, che vuole essere una guida, un piccolo aiuto, in fondo anche uno...

Il Tappabuchi - FilmTv n° 26/2019

Giovani, carini, occupati a godere e a non sentire niente. Bret Easton Ellis adattato da Roger Avary: il grottesco di giovani uomini e donne che conoscono a memoria le regole del gioco, soggetti cinici che non credono in niente, che si abbandonano ai rituali di perdizione e accoppiamento,...

Cinerama - FilmTv n° 24/2019

Libri e dvd circondano una tv. Nietzsche, Bataille, Freud. Fassbinder, Argento, Zulawski. Spirito dionisiaco for dummies. Sullo schermo colloqui con membri di un corpo di ballo. I giovani. Il loro rapporto con la danza. Sogni, incubi. Idiosincrasie. Uno-due, la premessa trova...

Editoriale - FilmTv n° 24/2019

La storia di una giovane olandese decisa a morire? Uno strumento per i media italiani per parlare - con foga moralistica e sensazionalismo bieco - di eutanasia. Anche se non c’entra nulla. Seguono commenti indignati di licheni e meduse. Mi si scuserà dunque se oso prelevare uno dei Venti...

Cinerama - FilmTv n° 23/2019

Saturato il catalogo di marchingegni adatti a propinarci film dell’orrore tecnofobici, è ora del recupero di strumenti âgé, di oggetti analogici. In Polaroid, la macchina fotografica assassina. Poveri tardoadolescenti di plastica tipici dei teen horror anni zero (quelli di...

Servizio - FilmTv n° 23/2019

Cannes 2019: un’ottima annata. Concorso di livello medio-alto, con una giuria composta in gran parte da registi medi/...

Cineteca - FilmTv n° 23/2019

Nell’Inghilterra dei primi anni del secolo scorso, i romanzi dell’irriverente Angel Deverell raccolgono un crescente successo. Tuttavia la donna, a causa del suo rifiuto di accettare le convenzioni sociali, è pesantemente ostacolata dall’establishment culturale, soprattutto in seguito allo...

Cinerama - FilmTv n° 22/2019

Un uomo sfonda la porta d’ingresso di un appartamento, coreografa calci e pugni contro la mala e la sconfigge. Oltre ogni soglia del ridicolo, come in un action oltre il comico: mancano solo le onomatopee da fumetto o la sovrascritta «con The Rock». Comincia così, Pallottole in libertà...

Editoriale - FilmTv n° 22/2019

S’è aperto con un film-manifesto, il Festival di Cannes. Manifesto di una precisa visione del cinema su quello che, oggi, gli sta intorno. Cinema come morale del presente. I morti non muoiono di Jim Jarmusch: un film rassegnato con ironia (l’ironia, in sé, è una forma della...

Cineteca - FilmTv n° 21/2019

Un medico in guerra e un ufficiale folle. Prima di girare Topo Galileo, il suo ultimo tentativo cinematografico, Grillo era già un avanguardista del gentismo: «La gente ha perdonato i miei due film d’autore, la gente è furba: ha fiutato l’inganno e anche se i film li propagandavano...

Il Sassolino - FilmTv n° 21/2019

Professore di liceo parigino, portato al cinema dal supporto di Eric Rohmer, Jean-Claude Brisseau è autore di film imprendibili, sottovalutato e sopravvalutato in egual misura e in tempi alterni, debitore di Hitchcock e di Resnais, parente di Borowczyk, amante di Cocteau. ...

Speciale - FilmTv n° 21/2019

Pensatelo come fosse un luogo a sé stante. Un rifugio. Pensatelo come fosse un’utopia. Non felice, probabilmente, non appagata. Sicuramente fuori dalla storia e dal realismo. Dal suo ordine e dai suoi ordini. Tutta dentro il cinema, e solo dentro il cinema. È stata anche questo, l’opera di...

Cinerama - FilmTv n° 20/2019

Stato di New York, tre bimbi, figli di un portoricano e di una statunitense, frutti di un un amore molesto, prole di un proletariato disperato. «Quando eravamo fratelli», dice il minore. Una frase al passato, a introdurre un commentario di poesiola facile facile, come tratta da pagine di un...

Editoriale - FilmTv n° 20/2019

Ed eccolo, il numero speciale interamente dedicato al Festival di Cannes. Una guida, con tutte le schede dei film sulla Croisette, come d’abitudine. E poi i contributi speciali: gli sceneggiatori di Il traditore, unico italiano in Concorso, che raccontano l’opera di scrittura del film...

Intervista - FilmTv n° 20/2019

Intervista a Paolo Moretti

50 anni di una storia tanto importante, come quella della Quinzaine, sono un’eredità pesante ed eccitante.
Sì, assolutamente. Quando ci siamo posti la questione di come strutturare la programmazione siamo proprio tornati...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy