Rocco Moccagatta

Rocco Moccagatta

Studiava giurisprudenza, ma andava più spesso al cinema di quanto avrebbe dovuto. D'altronde il padre l'ha portato per anni al cinema ogni sabato. Di cosa potrebbe dunque lamentarsi? Dopo l'università, fa la cosa giusta e comincia a occuparsi davvero di film, persino professionalmente. Oggi lo insegna pure, il cinema, in IULM e in altre università del regno, soprattutto il cinema classico e il cinema dei generi popolari, la sua passione da sempre. Per campare guarda anche molta televisione, visto che lavora come scenarista e analista dei media presso la factory di media research Neopsis (non si pronuncia Neopsais, eh...). Ha scritto e scrive da tante parti, da Duel/Duellanti a Marla, da Ottoemezzo a L'officiel Homme. Nel tempo, ha scoperto che gli piace molto il cinema italiano di ieri e di oggi e che si può non vergognarsene. Il riconoscimento più prezioso è stato essere ribattezzato "Giancarlo Cianfrusaglie" da Maccio Capatonda.

Cinerama - FilmTv n° 21 / 2018

«Bisogna puntare non a vincere, ma a restare in gioco il più possibile» dice l’ambigua Qi’ra al giovane Han Solo. Chiaro, no? Oggi, nei franchise alla Star Wars, l’importante è continuare a oltranza, tayloristi fino all’estenuazione. Quantità, insomma. Non varietà, però. E, infatti, il...

Cinerama - FilmTv n° 21 / 2018

Spariamola subito grossa, e magari chi legge se la sarà già dimenticata prima della fine: e se Nobili bugie fosse una versione felsinea di Ma Loute di Bruno Dumont? Potremmo baloccarci con l’idea, all’inizio: una nobile famiglia strampalata in declino, dal forte tanfo d’...

Servizio - FilmTv n° 20 / 2018

Cinema nero

Attenti al Canaro! Ce ne sono ben due, dietro l’angolo, pronti ad azzannare lo spettatore italiano. Il primo, ovviamente, è quello di Matteo Garrone, pedigree pregiato nascosto dietro un titolo (Dogman) che ingentilisce e internazionalizza. Il secondo, invece, è...

Cinerama - FilmTv n° 20 / 2018

Viaggio al termine della notte a Guidonia. Piccola mala male assortita: Tiberio, giovane testa calda assetato di vendetta per lo stupro della fidanzata (è solo una posa?), e Denis, pieno di “buffi”, famiglia a carico. In più, il Tibetano, boss sardonico, che monta il primo (con la scusa di...

Cinerama - FilmTv n° 20 / 2018

Nella camera di Julie, una delle tre ragazze decise a perdere la verginità al ballo del liceo, s’intravede la locandina di Un compleanno da ricordare. John Hughes, 1984, alba del teen movie. Probabilmente un cult dei loro genitori (un bel terzetto: l’ex wrestler John Cena,...

Editoriale - FilmTv n° 20 / 2018

Ovvio. Anche se persino gli irriducibili brontoloni tra noi hanno riconosciuto un quartino di nobiltà ad Avengers: Infinity War, ci sarà sempre qualcuno scontento, addirittura furioso. «Eh, no! Non posso farmi le pippe sulla zia May!» tuonava un fan oltranzista all’ultimo Cartoomics a...

Cinerama - FilmTv n° 19 / 2018

Silvio part deux. Se il primo atto (tempo?) di Loro si apriva con un agnello freddato da un condizionatore, questo secondo si chiude con un Cristo marmoreo calato dal Duomo dell’Aquila sventrato dal sisma e deposto mestamente tra le rovine. Il solito fellinismo caro a...

Cinerama - FilmTv n° 19 / 2018

Chi l’avrebbe mai detto? Si muore tutti democristiani è un film genuinamente (e intelligentemente) vanziniano, nel senso migliore del termine, e lo si potrebbe collocare nei pressi delle radiografie borghesi acute intraviste dietro le Vacanze di Natale e gli Yuppies....

Cinerama - FilmTv n° 19 / 2018

Qualcuno, forse Flaiano, invitava a temere, dietro la riuscita artistica del singolo, i continui tentativi abortiti dei tanti altri. Ancor più, si potrebbe aggiungere, se protratti pervicacemente nel tempo. Così, il dialogo iniziale sull’insalata russa tra i due killer vorrebbe magari essere...

Cinerama - FilmTv n° 18 / 2018

Nel liceo peggiore d’Italia, col numero più basso di diplomati, un provveditore gaglioffo, animato da propositi poco nobili, invia una banda di insegnanti disastrati e disastrosi. La locandina strilla «Dieci anni dopo Notte prima degli esami torniamo sui banchi di scuola», ma, con...

Serial Minds - FilmTv n° 18 / 2018

Da tanto la nostra tv generalista aspettava una fiction (anzi, come bisognerebbe dire oggi, secondo alcuni: una serie tv) così. In fuga dalle solite narrazioni piatte e ripetitive, organizzate su un pigro sfoggio di rapporti causa-effetto e su una palette di psicologie offensive nella...

Serial Minds - FilmTv n° 17 / 2018

C’è (stata?) su Canale 5 la supersoap modello Ares Film, eccessiva, spudorata, tutta racchiusa nelle endiadi palpitanti dei suoi titoli (Il peccato e la vergogna, L’onore e il rispetto). E c’è il supermélo su Rai1, più sorvegliato e attento a non esagerare, con quarti di...

Cinerama - FilmTv n° 16 / 2018

Dicono i bene informati che Valerio Attanasio, sceneggiatore all’esordio alla regia, fosse l’uomo in più del primo Smetto quando voglio, il vero responsabile della sua natura sghemba e originale. Chissà se è vero. Quel che è certo è che qui, con una bella energia e un buon ritmo, sogna...

Servizio - FilmTv n° 16 / 2018

Caro Terence, mi piacerebbe poter dire di aver capito tutto da subito, ma purtroppo non è così. Che fossi, cioè, in realtà Mario (Girotti) e che, dietro quell’aspetto all american (biondo, occhio ceruleo), ci fosse un veneziano (con madre tedesca e padre umbro). Dopo anni di frequentazioni...

Cinerama - FilmTv n° 15 / 2018

«Sembra di stare in America. Invece dove siamo? Alla periferia di Napoli!». Quel che dice il mellifluo agente immobiliare per convincere Roberto (Papaleo) e Marisa (Morante) ad affittare il nuovo villino destinato a rivelarsi una bella sòla, può valere, mutatis mutandis, anche per il...

Serial Minds - FilmTv n° 15 / 2018

Con le fiction Ares Film è consigliabile non fermarsi alla superficie, come pure fa la critica blasonata, spesso in malafede. E, tra tanti super-mélo al calor bianco, di solito retro-ambientati nel passato prossimo, concepiti dall’autore capo/...

Cinerama - FilmTv n° 14 / 2018

Evviva! Per fortuna ogni tanto soffia leggero sulle nostre coscienze chi sa spiegarci questioni complesse come immigrazione e razzismo con l’afflato poetico che nasce dalla forza del giusto. Mario, piccolo commerciante milanese accigliato e bilioso, assediato da torme di “vucumprà” che lo...

Serial Minds - FilmTv n° 14 / 2018

Ormai dovremmo averlo capito. In una serie griffata Ryan Murphy è inutile fermarsi alla superficie. Già la prima stagione di American Crime Story, Il caso O.J. Simpson, superava i confini angusti del true crime, facendosi riflessione sottile sulla mediatizzazione...

Telepass: Servizio - FilmTv n° 14 / 2018

Scommettiamo che Fabrizio Frizzi ci mancherà? Magari più di molti nomi (più) blasonati e celebrati. Eterno ragazzone un po’ goffo, con quella risata cavallina che gli aveva guadagnato in egual misura simpatia e sfottò (“Frizzolone”), rimaneva genuino rappresentante di una generazione di...

Cinerama - FilmTv n° 13 / 2018

Io c’è? Sì. C’è anche il film? Certo. E la commedia? Sì e no, e questo è, paradossalmente, il maggior motivo d’interesse del nuovo film di Aronadio, dopo il piccolo caso Orecchie. La storia di Massimo, piccolo cialtrone d’oggi (Leo, ormai volto dell’italiano medio sempre votato alla...

Serial Minds - FilmTv n° 13 / 2018

Storicamente la Taodue di Pietro Valsecchi è sempre stata molto brava a riconoscere e assorbire certe eccellenze cinematografiche nostrane che rischiavano di appassire sul grande schermo, tra la poca avvedutezza dei produttori e la disattenzione del pubblico, riformattandole per il racconto...

Servizio - FilmTv n° 13 / 2018

  • Sydney Sibilia
    [Smetto quando voglio, Smetto quando voglio: Masterclass, Smetto quando voglio: Ad honorem]
    Parto semplicemente dalla storia che voglio raccontare. È quella, a interessarmi. Per me è come essere al ristorante, dare di gomito a uno e...

Cinerama - FilmTv n° 12 / 2018

Miseria e nobiltà. Anzi, borghesia. L’ombra di Eduardo e del suo teatro si allunga evidente sull’ultimo film da regista di Salemme, che, a sua volta, non ne fa mistero, fin dalla propria commedia teatrale all’origine (di enorme successo e ancora in circolazione). Scene di lotta senza classe in...

Cinerama - FilmTv n° 12 / 2018

È tornato Hitler. È tornato Mussolini. Poteva non tornare Gesù? Certo che no. Ci pensa questo semin(ari)ale film piccolo piccolo di Giorgio Amato (Il ministro) che immagina un sedicente neo-Cristo (mitomane? Malato di mente?) di ritorno nella Roma di oggi, tra mille contraddizioni e...

Serial Minds - FilmTv n° 12 / 2018

All’ennesima lavata di capo, la preside inchioda gli immaturi protagonisti (immaturi di nome e di fatto, visto che devono ripetere la maturità di vent’anni prima, invalidata da un vizio di forma): «Ma che vi è saltato in mente di frequentare di nuovo il liceo alla vostra età?». Che è, a ben...

Cinerama - FilmTv n° 11 / 2018

Per non morire di commedie tutte uguali, ogni tanto qualcuno ci prova a buttarsi sulla black comedy. Che è, però, scivolosissima, pericolosa, infida, soprattutto quando flirta con il grottesco. Qui, a raccontare le peripezie tragicomiche di una dipartita improvvisa e imprevista (la...

Intervista - FilmTv n° 10 / 2018

Coppia nella vita, in tv e sul palco, Nuzzo & Di Biase ci hanno fatto conoscere il loro umorismo stralunato a Zelig, a Mai dire... e a Quelli che il calcio. Ora, con Vengo anch’io, arrivano al cinema come registi e protagonisti. 

Come mai solo...

Cinerama - FilmTv n° 10 / 2018

Alla fine siamo sempre lì. L’esordio al cinema da protagonista di un comico (o di una coppia comica, come qui) di estrazione televisiva segue un copione ricorrente e rassicurante. Per il pubblico, prima di tutto, che deve riconoscere tormentoni e gag noti, inseriti in una trama, ma non troppo...

Serial Minds - FilmTv n° 09 / 2018

C’è un topolino bianco che si aggira furtivo nella grande villa Liegi al centro di Romanzo famigliare, sfuggito miracolosamente al boa che il patriarca Gian Pietro (Giancarlo Giannini, Citizen Kane livornese) ostenta come simbolo di potere. Ecco, Romanzo famigliare è oggi, nel...

Cinerama - FilmTv n° 08 / 2018

La grande famiglia di Ettore, scrittore nemico giurato di internet, si ritrova senza rete in uno chalet (è il Trentino, bellezza!, come in metà dei film italiani recenti). Nella commedia lievemente tecnofobica di Christian Marazziti a cascare non è solo la connessione, ma anche il proverbiale...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy