Sergio M. Grmek Germani

Sergio M. Grmek Germani

Dopo una mancata carriera accademica e una mancata carriera RAI ha scelto di dedicarsi a ricerche d'archivio e alla realizzazione di rassegne con occasionali pubblicazioni. Ma tutto si basa sul rapporto col cinema apparsogli dall'infanzia: è grato ai genitori di averlo fatto entrare in sala in un momento qualsiasi del film, preferendo le prime file. Ritiene un destino di ricordare come primo film visto Maddalena di Genina con Marta Toren. Da apolide, il cinema italiano anni 40-60 è stato la vera Heimat. Prima di leggere Bazin ha riconosciuto nel cinema una pienezza di vita che contraddice le povertà del quotidiano, seppur vulnerabile ai traumi: le morti di Belinda Lee, Sylvia Lopez, Marilyn Monroe sono arrivate prima dei lutti della vita. E prima di innamorarsi nella realtà lo farà per molte apparizioni su schermo. Si è sempre occupato di cose che gli piacevano, ed ha scritto su Dreyer, Camerini, Poggioli, Cottafavi, Matarazzo, Zurlini, Bianchi, Comerio, Rossellini, Gora, Tornes, Munk e la triade di sguardi femminili Šepit'ko-Farrokhzad-Tanaka. Ha realizzato monografie per festival internazionali, collabora con La Cineteca del Friuli e dirige dal 2002 il festival “I mille occhi” di Trieste.

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 27/2020

Come portare una pianola alla scala più alta. Chi può sfidare il mito di Sisifo se non Laurel e Hardy? La loro neonata ditta di trasporti chiede l’indirizzo a un sadico postino di passaggio (magnifico Charlie Hall) ed egli indica l’edificio sulla scala più alta, che diventa nel film più...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 26/2020

1909: nel deserto della California un indiano ribelle alle riserve, tra amori e amicizie impossibili. Qualche settimana fa, scrivendo del capolavoro di Don Siegel Squadra omicidi, sparate a vista e della sua successiva regia con Clint Eastwood, ci mancò lo spazio per sottolineare...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 25/2020

C'era una volta... un pezzo di legno? no, un bambino. Diciamo subito che questa versione compressa per il cinema è solo una rovina. La versione integrale e autentica è quella in 6 episodi televisivi. E spesso si dimentica che in uno dei massimi successi televisivi di ogni tempo la RAI all'...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 24/2020

A Los Angeles, l’amore tra un disoccupato in partenza per il Vietnam e la francese Lola. Jacques Demy è con Jean Grémillon il regista francese che pare restare sullo sfondo rispetto ad altri di riconosciuta grandezza, ma basta ripensare a qualsiasi loro film, o tanto meglio rivederlo, per...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 22/2020

Nella giungla newyorkese la caccia al crimine dell'agente Madigan. Naturalmente i lettori avranno capito, la volta scorsa, che il pollice “buono” applicato all’esordio registico di Clint Eastwood è stato un errore di omologazione redazionale dato il testo entusiastico che esigeva almeno un...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 21/2020

Da una felice seduzione a un'infelice passione. Il primo lungometraggio diretto da Clint Eastwood (ma nello stesso 1971 c’era già il corto, mai riproposto come extra dvd, da lui diretto sul set di La notte brava del soldato Jonathan di Don Siegel, mentre il regista-maestro compare...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 20/2020

Nel paesaggio notturno e lunare del western un uomo e una donna riescono a passare dalla pietà all'amore. Abbiamo già trattato qui il sottovalutato Wise anni 60 di Quelli della San Pablo e altrove sottolineammo la grandezza della sua fantascienza anni 70. Robert Wise è infatti tra...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 19/2020

Il racconto dei racconti di Roma caput mundi. C’era bisogno di un Albergo per il più universalmente ammirato dei film, e nell’anno del centenario felliniano? E perché no? Se, parafrasando Croce, non possiamo non dirci spettatori felici di La dolce vita, il suo...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 19/2020

Ormai solo un caso ci può salvare. Amore mio, l’ultimo, “invisibile” capolavoro di Raffaello Matarazzo, della cui presunta arcaicità la Titanus modernizzata si vergognò distribuendolo di nascosto, film che non si potè vedere nella storica retrospettiva...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 17/2020

Il cardinal Massaua nell’impresa politica e religiosa della mediazione tra chiesa cattolica, chiesa copta e il sovrano d’Etiopia Menelik. Tra i film che meglio evidenziano come la storia del cinema italiano in epoca fascista sia ancora tutta da scrivere, e possa rivelare direzioni...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 17/2020

La dea Kalì ha bisogno di incarnarsi in un corpo di donna, e i fanatici Tughs glielo procurano: il potere inglese chiude un occhio, ma i pirati malesi si ribellano. Proprio in questo periodo di letture intensificate riscopriamo che i due reietti dell’establishment letterario italiano, Collodi...

Punti di vista - FilmTv n° 16/2020

Quella sigla di cui non ci si stanca mai è certo tra le più felici folgorazioni di enrico ghezzi, perché per tutti quanti sono passati per Fuori orario, come chi scrive per quasi un decennio fondante, evidenzia, in quella uscita abbagliata di luce dall’acqua e in...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 14/2020

Ferrara. La lunga notte di una rappresaglia fascista incombe sull’Italia del 1960. Il lungometraggio d’esordio di Florestano Vancini (regista di cui andrebbero rivisti anche molti film successivi) compie in qualche modo il suo ruolo dell’anno prima di regista della II unità per Estate...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 13/2020

Un viaggio nella storia plurisecolare dell’uomo. Ancora una volta Fuori Orario coglie nel segno, scegliendo un film emblematico dell’inattualità che diventa attuale. Certo, è facile con Rossellini... In questi giorni cupi ci siamo più volte chiesti quali film meglio ci “...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 11/2020

Nella storia d’amore con una ricca fidanzata si può scoprire di amarne la sorella. Ricordiamo ancora la splendida retrospettiva Cukor di Locarno 2013, che svolgendosi dopo quella dedicata a Minnelli sancì (anche attraverso la viva presenza di Jean Douchet) come l’opzione per questi due...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 09/2020

Durante l’occupazione di Parigi un ex tassista e un pittore attraversano la città di notte coinvolti nel mercato nero. Non cessano di attrarci le contraddizioni del cinema di Autant-Lara che non a caso spiazzarono i già stroncanti “Cahiers du cinéma” (Truffaut in testa) incuriositi dagli...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 07/2020

1867. Un gruppo di rapinatori, disertori della guerra civile, attraversa la Valle della morte trovando ovunque segni di morte, tra attrazione dell’arricchimento e sogno di un corpo di donna. Uno dei massimi western, che naturalmente non si basa né sul comportamentismo hawksiano né sull’...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 06/2020

Nella Gerusalemme dominata dalla filosofia greca e dall'imperialismo romano la rievocazione del Cristo apre un nuovo mondo agli apostoli. La folgorazione del Paolo interpretato da Torricella, con quella caduta quasi incidentale sulla via di Damasco, è segno dell’assoluta grandezza di questo...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 05/2020

Tutto è finto in Dora Nelson ma quando appare una sosia tutto diventa vero. Dei molti e tutti interessanti allievi che ebbero i due grandi maestri Mario Camerini e Alessandro Blasetti, il primo è stato particolarmente seminale, con Mario Soldati e Ivo Perilli che gli furono spesso...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 04/2020

Cerasella fugge da un matrimonio e trova quello del suo destino. Riecheggiando nel titolo altri recenti film comico-sentimentali napoletani, Maruzzella di Luigi Capuano e Lazzarella di Carlo Ludovico Bragaglia, da cui riprende (oltre che dal ciclo risiano dei Poveri...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 02/2020

Un esteta aristocratico tra moglie e amante non può che scegliere la morte. Tra gli intensi ultimi film di un cineasta, L’innocente non raggiunge la compresenza di lucidità e senso di perdita che troviamo nei film finali di Dreyer, Matarazzo, Minnelli, Rossen, somiglia piuttosto...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 01/2020

Nell’emigrazione italiana in Germania, l’arte di arrangiarsi e gli impossibili amori. Mentre le opere canoniche di Rosi non ci sembrano crescere nel tempo, e il suo impegno civile vi incontra uno sguardo comportamentale più tecnico che di stile, i margini del suo cinema sono molto più...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 53/2019

La casa è nera, ma i lebbrosi che l’abitano ne escono verso la luce, e verso noi. Purtroppo non conosciamo il farsi, ma è la lingua che assieme al portoghese ci risuona nel cinema con la massima bellezza. E accostando il titolo originale di questo breve capolavoro della grande poetessa...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 52/2019

Un giornalista e un trio di acrobati dell'aria: ma l'amore divide. Nella vecchiaia, rientrato in Europa e più vicino al nuovo cinema tedesco che a Hollywood, Sirk rischiò di essere rispettato con qualche fraintendimento della sua opera, risolvendo il culto del mélo in un distaccato...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 51/2019

Blue Boy è il titolo di un quadro e il nome di un cavallo, come non confonderli? Il 1929 non è solo l’anno della grande crisi, è anche quello della vetta di genialità di Laurel e Hardy diretti da McCarey, con alcuni film muti sonorizzati da effetti. In particolare questo film e il...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 50/2019

A New York, in biblioteca, i libri s’iscrivono nella dimensione orale. Fuori orario. Cose (mai) viste fa la miglior scelta di anniversario, sottolineando nel proprio nome stesso una presa di distanza dalla condanna del cinema ai recinti cronologici: come in L’albergo degli assenti o I mille...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 49/2019

Conte ed ex ufficiale austroungarico. Paolo Balzeri torna dopo la Grande guerra a Capodistria. Tra le morti incombenti non saprà mai con certezza da chi gli arrivava il dono d’amore di una rosa rossa. In una gestione ideale dei diritti d’autore non potremmo che felicitarci della messa in...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 47/2019

Nina, cameriera d’albergo, vi incontra la contessa, già diva del cinema, e diventa lei stessa diva ripetendone le parole «il mondo venera gli originali». Altro film etichettato come “senile”. Che, rispetto a quelli anni 60 della puntata precedente, ha il valore ulteriore di apparire dentro...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 46/2019

L’ambasciatore americano accoglie malvolentieri una dubbia contessa senza identità nella propria cabina sulla nave verso gli Stati Uniti. Solo l’amore potrà lasciare alle spalle le miserie. Accolto dai più come un film senile nel senso più limitativo, l’ultima regia di Chaplin è invece uno...

L'albergo degli assenti - FilmTv n° 44/2019

Prima della Grande Guerra la corsa New YorkParigi scatena piccole follie, ma libera gli amori. Sempre più Blake Edrards ci appare un genio assoluto della messa in scena, e sarà bello verificarlo a Locarno quando se ne realizzerà la prevista retrospettiva. Sarà l’ennesima conferma del fiuto...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy