Roberto Silvestri

Roberto Silvestri

Al cinema sono transgender (da Lloyd Kaufman a Straub-Huillet passando per Claudia Weil e Jerry Lewis). Primo film visto Scaramouche, primo film perso I cavalieri della tavola rotonda. Tessera Filmstudio dal 1968. Cofondatore del Politecnico cinema nel 1974.  Critico del manifesto dal 1977 al 2012. Nato a Lecce. Studi con Garroni, Brandi, Abruzzese. Registi preferiti Bunuel e Rocha (sia Paulo che Glauber), Aldrich e Siegel. De Antonio e Grifi. Diop Mambety e Ghatak. Dorothy Arzner e Stephanie Rothman (nata a Paterson come Lou Costello), Fassbinder e Aki Kaurismaki, Russ Meyer e… Rivista di cinema preferita Velvet Light Trap/Camera Obscura. E oggi Trafic. Consigli ai giovani appassionati di cinema? Partire dai formalisti russi.

Serial Minds Piattaforma - FilmTv n° 03/2018

Sarà merito di Marx, bicentenario della nascita; del Sessantotto, cinquantenario, o dei giovanissimi vecchi Jeremy Corbyn e Bernie Sanders se oggi, a comunismo reale morto e sepolto, Hollywood e dintorni capovolgono le cose e fabbricano high concept movie o serie tv dove gli eroi...

Il lungo addio - FilmTv n° 02/2018

«L’utopia è una scienza motoria, ci avvicina alla verità. Ma bisogna saper avanzare. Perché la verità “non è il porto, è la navigazione”». Los inundados, El siglo del viento, Mio figlio il Che forse non vi dicono niente. Sono i titoli di alcuni dei 20 film invisibili...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy