Roy Menarini

Roy Menarini

Roy Menarini fa troppe cose, ma non ne può fare a meno. Né di meno. Insegna cinema a studenti universitari, scrive di cinema per i lettori, organizza incontri di cinema per gli appassionati, studia cinema per la ricerca, parla di cinema per gli amici sui social, vede cinema per il bene di se stesso e dei suoi cari. Farebbe fatica anche senza musica, libri e sport, ma senza il cinema... proprio no, grazie. 
Pagina Facebook

Visioni dal fondo - FilmTv n° 06/2023

Mi ha colpito il commento del gentile ascoltatore di una video-analisi su YouTube da me dedicata a Babylon. Dopo mezz’ora di mie elucubrazioni sul film, infatti, il signore ha semplicemente domandato quando sarebbe arrivato il mio voto sulla pagina dei 400...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 04/2023

I cinefili appassionati di storia del cinema conoscono bene il fascino di vedere un vecchio film hollywoodiano “pre-code”. Il “pre-codice” è un’espressione coniata per indicare produzioni americane dalla fine del muto al 1934 che sfuggirono alla successiva moralizzazione forzata del...

Editoriale - FilmTv n° 04/2023

La Lollo non è in cima ai pensieri dei cinefili. E la sensazione è che anche dall’opinione pubblica sia stata meno amata di quanto non lo sia tuttora Sophia Loren, anche a causa dei rovesci nella vita privata e del sostanziale ritiro dalle scene cinematografiche mezzo secolo fa. È probabile che...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 02/2023

Sto componendo questo articolo con il mio nuovo computer. Non sono ancora abituato alla tastiera, e dunque quello che state leggendo è un pezzo che ha avuto bisogno del doppio del tempo per essere scritto: lettere pigiate due volte, errori di battitura, simboli inseriti per...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 52/2022

Un autore deve per forza essere ironico? Proprio no. Non lo era Stanley Kubrick, per esempio, che sapeva essere grottesco e sarcastico (Il dottor Stranamore, Arancia meccanica) ma non aveva una visione semplice, buffa della vita. Non lo erano Antonioni,...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 50/2022

E se il problema principale per la sopravvivenza del cinema nel nuovo secolo fosse lo scetticismo? Proprio nelle ore in cui esce l’atteso Avatar: La via dell’acqua ci rendiamo conto che una delle merci più preziose della settima arte, lo stupore, è diventata una chimera...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 48/2022

Entusiasmi perduti. Uno dei danni collaterali del cinema moderno e contemporaneo è l’oblio per autori che furono osannati dalla critica e poi sepolti nel dimenticatoio. Chi ha vissuto in prima persona gli anni 90, da giovane o giovanissimo appassionato, ricorda capannelli al...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 46/2022

La tendenza è nota: la durata dei singoli episodi delle serie si sta allungando. Il fenomeno continua da alcuni anni, ma nell’epoca della frammentazione delle piattaforme diventa sempre più visibile. Inoltre, alcune serie sembrano avere un concept di base molto circoscritto, ma...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 44/2022

Una volta era sempre colpa di Andreotti, ora delle piattaforme. Imputare ogni nequizia a Netflix & co., o al contrario negare l’evidenza di quanto siano concorrenziali, sono entrambi atteggiamenti ideologici e umorali. Meglio andare oltre. Sgranare i problemi. Separare le...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 42/2022

Quando si parla degli spettatori contemporanei, tra cinefili o nei convegni di settore, c’è un atteggiamento pieno di interesse, preoccupazione, talvolta di coinvolgimento totalizzante ma sempre da osservatore esterno. Ci si chiede perché “loro” non vanno più...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 40/2022

Si sapeva benissimo che sarebbero scorse le lacrime, nella serata di addio di Roger Federer al tennis giocato, durante l’esibizione chiamata Rod Laver Cup. Ma forse si era sottovalutata l’intensità della commozione che ha unito il re del tennis al suo ...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 38/2022

Le urne sono poco cinematografiche. Le immagini del voto sono tutte uguali e tutte diverse. Quando un paese a lungo vessato da dittature e ingiustizie va al voto, quasi sempre ci vengono proposte riprese di elettori finalmente liberi di esprimersi, lunghe file di popoli diversi...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 36/2022

Perché leggiamo le riviste? Domandarselo su un settimanale rischia forse di apparire autoreferenziale. Eppure un senso ce l’ha. Alcuni definiscono il Novecento “il secolo delle riviste” (oltre a essere il secolo di tante altre cose). Nell’appassionante e omonimo volume curato...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 34/2022

In questi giorni moltissime sale riaprono, il numero di film è ampio e la 79a Mostra del cinema di Venezia presto contribuirà anche a livello promozionale. Il 2022 ha offerto alcuni (pochi) segnali positivi ma tutti sono d’accordo che i prossimi mesi saranno decisivi...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 32/2022

«Io odio Baz Luhrmann!». Capto questa frase su un treno, mi volto subito per capire chi l’ha pronunciata. Non sono animato da alcun risentimento (a me Luhrmann interessa ma non troppo, quindi ogni tipo di sentimento estremo nei suoi confronti, di trasporto o di rigetto, mi...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 30/2022

Nel coinvolgente e commovente documentario Nuovo cinema Buie del regista triestino Alessio Bozzer, presentato in anteprima nazionale a Gorizia in occasione del premio Sergio Amidei 2022, il cinema diventa luogo di immaginario collettivo e spazio di...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 29/2022

La caratteristica di Michel Hazanavicius - che il 14/7/2022 ha ricevuto il premio Opera d’autore al festival Sergio Amidei 2022 - è quella di volare fuori dai radar. Cineasta cinefilo onnivoro, talvolta frainteso da cinefili simili a lui che non stanno dietro ai suoi bruschi...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 28/2022

Avendo avuto la fortuna in una manciata di anni di assistere alle masterclass di Francis Ford Coppola, Walter Hill, John Landis, Paul Schrader, Martin Scorsese, ho avuto modo di toccare con mano la profondissima conoscenza della storia del cinema da parte di questi maestri americani...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 26/2022

Leggo con una certa sorpresa che la pirateria è ancora un serio problema per l’industria cinematografica e audiovisiva in generale. Non ho fatto ricerche recenti e la letteratura critica che conosco (in parte anche promosso) oscillava anni fa tra una lettura molto severa del...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 24/2022

I critici sanno giudicare le scene d’azione? La domanda sembra oziosa ma permette di introdurre alcuni elementi intriganti per le scale di valori. Una critica che guarda principalmente ai significati, ai temi, alle letture interpretative, al senso dell’opera ha...

Il lungo addio - FilmTv n° 24/2022

Alla notizia della morte di Gianni Clerici, il 6 giugno 2022 a 91 anni, si è mosso un mondo. Non sono stati solo gli appassionati di tennis a compiangere il grande giornalista scomparso, ma anche coloro che hanno appena incrociato il mondo della racchetta in tv. Sì, perché a...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 22/2022

Mascolinità esibita e omoerotismo sottile sono un classico binomio del cinema virile. La famosa sequenza della partita di beach volley in Top Gun fu considerata in tal senso un trionfo di ambiguità: più i personaggi mostravano i loro pettorali etero e...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 20/2022

Si sono da poco chiuse le call del Piano nazionale di educazione all’immagine per le scuole promosso dal Ministero della cultura e dal Ministero dell’istruzione. I bandi sono stati divisi in nazionali e territoriali, e in questo secondo caso ulteriormente differenziati...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 19/2022

Parliamo un po’ di junk food al cinema. Io ne ho consumato raramente, e solo nei multiplex, ma in alcuni casi ho voluto strafare e sedermi di fronte a un popcorn movie (appunto) con tutto il repertorio. Ne ho compreso il pericolo. 
Cominciamo dai prezzi: sono...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 17/2022

Una volta mi è capitato di assistere a una disputa durante una cena privata (ed è per questo che evito di fare nomi) nella quale due noti maestri della critica si vantavano ciascuno di aver visto nella loro vita più film dell’altro. La cosa prese una piega talmente perversa che i due si misero...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 15/2022

Immagini in guerra. In questi tragici, raccapriccianti mesi di battaglia, si combatte anche attraverso le immagini. Nulla di nuovo: esistono importanti saggi intorno alla rappresentazione del conflitto e alla raffigurazione delle vittime. I media riprendono, trasmettono e...

Il Sassolino - FilmTv n° 14/2022

Nell’appassionato articolo che Pier Maria Bocchi ha dedicato a Adrian Lyne (vedi Film Tv n. 12/2022) siamo rimasti a dir poco sorpresi leggendo che l’estetica “patinata” anni 80 dei registi provenienti dagli spot sarebbe stata (e sarebbe tuttora) sottovalutata, ignorata e...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 13/2022

In un articolo del 1989, tradotto e raccolto nel prezioso libriccino Cinema televisione informazione (Edizioni E/O, 1999), Serge Daney scriveva: «Qualche anno fa, a Gabès, un animatore di cineclub del sud della Tunisia mi comunicò il suo smarrimento. Accadeva spesso, infatti, che dopo...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 11/2022

La riduzione della memoria. Con un certo cinismo, spesso le persone dicono con leggerezza frasi come «oddio ho l’Alzheimer» o «scusa ma sono in demenza senile» per intendere che da qualche tempo hanno la sensazione di non ricordarsi molte cose. In verità, nella stragrande...

Servizio - FilmTv n° 11/2022

Come se l’è cavata Matt Reeves alle prese con l’ennesima riscrittura del mito dell’uomo pipistrello? Abbiamo chiesto alle nostre firme di riflettere sul nuovo Batman cupissimo di Robert Pattinson e sulle implicazioni estetiche, politiche e filosofiche del film.

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy