Roberto Manassero

Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.

Cinerama - FilmTv n° 22/2016

Due giovani si incontrano clandestinamente e vengono arrestati dalla polizia; un ragazzo si innamora via Facebook di una coetanea appartenente a una casta superiore; il padre della giovane arrestata tema per l’onore perduto, mentre il piccolo orfano che bazzica attorno al suo negozio cerca in...

Servizio - FilmTv n° 22/2016

«Le va tutto bene, non desidera mai niente, non invidia nessuno, è senza curiosità. Non si sorprende mai. Le umiliazioni non le sente... Ambizioni zero. Morale nessuna. Nemmeno quella dei soldi, perché non è nemmeno una puttana. Per lei ieri e domani non esistono». Dice così, con tutta la...

Servizio - FilmTv n° 22/2016

Prima che le battaglie fantasy diventassero cosa da grande schermo con Il Signore degli Anelli, ma dopo che avevano dato vita alle miniature con apposite regole belliche di Warhammer, questi titanici scontri sono comparsi sui monitor di tutto il mondo con Warcraft: Orcs...

Servizio - FilmTv n° 21/2016

Con Julieta il cinema di Pedro Almodóvar ritorna all’universo femminile. Una sola donna per protagonista, la Julieta del titolo, e con lei il dolore per la perdita dei due amori della sua vita: il marito Xoán, morto in mare troppo giovane, e la figlia Antía, fuggita di casa poco più...

Cinerama - FilmTv n° 20/2016

Vernasca, Piacenza, anni 30: il ritorno di un soldato della campagna di Etiopia viene festeggiato con il rogo in piazza dell’effige di Hailé Selassié, l’imperatore etiope deposto da Mussolini. Un rito popolano che diventa sabba satanico per la religione rastafariana, che venera proprio il ...

Cinerama - FilmTv n° 20/2016

Hai voglia a non tirare in ballo il solito stile da fiction, ma, onestamente, è difficile non pensarci di fronte a Due euro l’ora, esordio nel cinema di finzione del documentarista Andrea D’Ambrosio, anni fa tra i creatori di Biùtiful cauntri. Nel film c’è tutto quello che non...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 20/2016

Trasformare il noir in un mélo. E il mélo in una ricerca identitaria di genere. Carmín tropical contiene diverse anime al suo interno, e come in una spirale le affronta un po’ alla volta, in un percorso unico e lineare. Protagonista è Mabel, che torna nel suo villaggio del Messico...

Cinerama - FilmTv n° 19/2016

Come raccontare la vita di un artista nel modo più discreto e prevedibile possibile? Così, come fa questo documentario commemorativo su uno dei più grandi chitarristi di flamenco mai esistiti, Paco de Lucía. Nel film non manca nulla di quello che dovrebbe esserci: le parole dello stesso Paco e...

Cinerama - FilmTv n° 19/2016

La storia viene dalla cronaca di qualche anno fa, e lì, purtroppo, esaurisce tutto il suo potenziale tragico: la yemenita Nujood, dieci anni, riesce a fuggire dalla casa in cui vive con il marito e la suocera in condizioni di semi-prigionia e, una volta raggiunto un tribunale, convince un...

Scanners - FilmTv n° 19/2016

Il primo, grande film del nuovo cinema rumeno degli anni zero fu probabilmente The Death of Mr. Lazarescu, in cui il regista Cristi Puiu (in Concorso a Cannes 2016 con Sieranevada), all’opera seconda, entrava nella casa di un anziano signore ammalato e lì dentro, osservando le...

Cinerama - FilmTv n° 18/2016

Con i modi corretti, dimessi ma insistenti di un cinema medio, Philippe Le Guay prosegue nel suo personale racconto della vecchiaia come stagione incerta della vita e della messinscena come pratica di sopravvivenza quotidiana. Come Le donne del 6° piano e Molière in bicicletta, ...

Servizio - FilmTv n° 18/2016

Venezia anno 2000. In Concorso viene proiettato Platform, storia di un gruppo di artisti cinesi ambientata in un arco di tempo di 15 anni, a partire dalla fine dei 70: un film corale, carico di una malinconia e una dolcezza strazianti. Per chi non ricorda o non conosce il precedente...

Servizio - FilmTv n° 17/2016

«Un pianosequenza sulla memoria del Cile»: è stata definita così l’opera di Patricio Guzmán, regista nato a Santiago del Cile nel 1941, militante socialista, arrestato in seguito al colpo di stato di Augusto Pinochet dell’11 settembre 1973, esiliato dopo pochi mesi e poi attivo come cineasta e...

Cinerama - FilmTv n° 17/2016

Cosa resta, oggi, della Rivoluzione dei gelsomini che nella primavera del 2011 portò in Tunisia alla caduta di Ben Ali? A cinque anni di distanza, purtroppo, quel risveglio democratico è soffocato nel sangue delle stragi del Museo del Bardo e della spiaggia di Susa. Oggi, un film come Hedi,...

Scanners - FilmTv n° 17/2016

A Winnipeg, dice la voce narrante dello stesso Maddin, «tutto ciò che accade è un eufemismo», cioè la sostituzione di un’espressione con un’altra più attenuata e mascherata. Ogni cosa, a Winnipeg, ne nasconde un’altra, e la realtà di quel posto - città natale e inferno personale del regista...

Scanners - FilmTv n° 17/2016

A Remembrance in 12 Chapters, dice il sottotitolo di questo film profondo e sottovuoto come l’inconscio: a remembrance, un ricordo, la parola che racchiude il cinema di Guy Maddin, il filtro narrativo e visivo che riporta le sue immagini artefatte eppure spontanee al passo incerto del...

Serial Minds - FilmTv n° 17/2016

Cose che non funzionano in Vinyl: il côté scorsesiano di maniera, con New York nei 70, la mafia, la violenza espressionista, lo stile infuocato; il luogo comune abusato della trimurti sesso-drogarock’n’roll; il maledettismo di fondo, che giova poco all’empatia e ancor meno alla trama....

Cinerama - FilmTv n° 16/2016

Va bene tutto. Vanno bene la produzione indipendente, il tema importante, la troupe che si riduce il cachet per partecipare a un film sulla disabilità mentale. Ciò che non va bene affatto, ciò che non è all’altezza dello sforzo alla base di Abbraccialo per me, è la qualità sotto il...

Cinerama - FilmTv n° 16/2016

L’inizio di questo noir ambientato ad Atlanta, tra polizia corrotta, mafia russa e gang ispanoamericane, è notevole: una rapina in centro città, con cinque criminali (in realtà, agenti in servizio ed ex contractor) in fuga lungo arterie trafficate, che ricorda Heat - La sfida e ne...

Cinerama - FilmTv n° 15/2016

A un certo punto di Les souvenirs, dramma sentimentale francese di una certa grazia e altrettanta modestia, il personaggio di Michel Blanc, sessantenne a un passo dal divorzio e da poco orfano della madre, si confida in modo un po’ comico e un po’ sincero al commesso di un autogrill. E...

Cinerama - FilmTv n° 15/2016

Il borsalino, con la B minuscola, è uno di quei prodotti commerciali che con il tempo è passato a identificare l’oggetto in sé: in questo caso, ovviamente, un cappello. Il borsalino, cappello in feltro incavato nel mezzo, è forse il prodotto italiano più visto al cinema. Il cinema di Hollywood...

Scanners - FilmTv n° 15/2016

C’è una cosa che rende La plaga qualcosa in più del solito film corale ambientato alla periferia del capitalismo, con immigrati in cerca di una vita migliore: l’empatia. I corpi e gli sguardi di figure la cui presenza non è ricattatoria, ma aperta e modesta. Il luogo è infernale: l’...

Cinerama - FilmTv n° 14/2016

Fedor Alexandrovich è un artista ucraino, uno scenografo. Come tutti quelli della sua generazione, da bambino è stato esposto alle radiazioni emesse dalla centrale di Chernobyl, dopo il disastro del 26 aprile 1986. Per Fedor quell’evento è un’ossessione: e se non fosse stato un’incidente? E se...

Editoriale - FilmTv n° 14/2016

Era forse impensabile sperare che un romanzo potesse ancora trasformarsi nella forma d’arte contemporanea per eccellenza. Un romanzo vero, non una forma romanzesca modellata su una serie tv o su un album hip hop concettuale. Il fatto poi che l’abbia scritto Jonathan Franzen, l’autore che spesso...

Cinerama - FilmTv n° 13/2016

Brian Wilson non ha mai avuto né il fisico, né il fascino della star. A lui, leader dei Beach Boys e figura fra le più importanti del pop rock, è toccato un volto anonimo, un corpo sgraziato, un destino avverso ma non tragico: diventare famoso, divertirsi, sballarsi, impazzire ma non morire, e...

Servizio - FilmTv n° 13/2016

Come ogni utopia, anche quella delle comuni anni 60 e 70 è diventata col tempo quasi ed esclusivamente materia da romanzo. Ridimensionato il valore storico di esperienze rimaste minoritarie, dei sogni di una generazione ormai lontana resta la superficie, un armamentario inconfondibile di...

Cinerama - FilmTv n° 13/2016

Siccome il titolo è un acronimo, è lecito rispondere a WAX - We Are the X con un’altra sigla: WTF. Ma che c… Davvero? Davvero siamo ancora alla prese con la “generazione X”? Davvero c’è un regista che parla di «nouvelle vague con l’iPhone» e del «primo selfie-film»? Una volta c’era...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 12/2016

America the beautiful, recita la canzone. «Oh, beautiful for spacious skies/for amber waves of grain/for purple mountain majesties». Sembra incredibile, ma quando si incappa in qualche innocua commedia girata per far felice alcune star in pre-pensionamento, capita ancora di veder celebrata la...

Cinerama - FilmTv n° 12/2016

Parlare della violenza sulle donne è necessario e attuale. Farlo però con lo stile di un video semi-amatoriale può essere, se non dannoso, un poco inutile. Giù le mani, raccolta di sei episodi inizialmente pensati per la televisione, è il classico prodotto da provincia dell’audiovisivo in cui...

Servizio - FilmTv n° 11/2016

Cominciamo dalla fine, dall’ultimo Frankenstein in ordine di tempo, quello diretto dall’inglese Bernard Rose e in uscita nelle sale il 17 marzo. Il mostro protagonista di Frank3n5t31n, rappresentato in termini realistici, senza trucco, con la macchina da presa incollata al corpo, è un...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy