Alberto Pezzotta

Alberto Pezzotta

Alberto Pezzotta si è occupato di cinema italiano (Ridere civilmente. Il cinema di Luigi Zampa; Il western italiano; Regia Damiano Damiani; Mario Bava; la curatela, con Stefania Parigi, di Il lungo respiro di Brunello Rondi), di storia della critica (La critica cinematografica; la curatela, con Anna Gilardelli, di Alberto Moravia, Cinema italiano. Recensioni e interventi 1933-1990), di cinema orientale (Tutto il cinema di Hong Kong). Ha collaborato alla Storia del cinema mondiale di Gian Piero Brunetta e alla Storia del cinema italiano del CSC, oltre che a riviste come “Bianco e Nero”, "Imago", “8 1/2”. Scrive di cinema e musica su "Blow Up". Ha tradotto libri, tra gli altri, di Chinua Achebe, Eric Bogosian, Harry Crews, James Dickey, Barry Gifford, Jim Harrison, Hanif Kureishi, Lorrie Moore, Joyce Carol Oates, Hugues Pagan, Derek Raymond, Colm Tóibín.
Twitter: @APezzotta.

Cinerama - FilmTv n° 14/2019

Un fantasma si aggira per il cinema italiano: quello degli anni 50. Un’epoca di cappa conformistica e di rimozione della tragedia, con molti punti di contatto con la nostra. Il capitalista cattivo di 10 giorni senza mamma, stile Miracolo a Milano, si ritrova (interpretato da...

L'occhio in meno - FilmTv n° 13/2019

Uno straniero senza nome arriva in un villaggio dove spadroneggiano due bande e le mette una contro l’altra. Che cosa dire ancora del film con cui Sergio Leone inaugurò il genere forse più redditizio e influente del cinema italiano del Dopoguerra? Tante cose che non entrano nella testa di...

Cinerama - FilmTv n° 11/2019

Dimentichiamo chi è il regista e cosa ha fatto nella vita. Vediamo C’è tempo senza pregiudizi. È un road movie-con-ragazzino, un po’ come Sole a catinelle con Checco Zalone. Ma con pochissimi riferimenti al presente italiano (qualche battuta su precari e bancari). Invece c’è...

L'occhio in meno - FilmTv n° 11/2019

Un aspirante capomafia mette gli occhi su una quindicenne figlia di terremotati. Nessuno ne uscirà intero. All’epoca venne snobbato da critica e pubblico. Una piccola produzione, senza star. Un altro film siciliano sulla mafia del regista de Il giorno della civetta, ma senza quarti di...

Locandina - FilmTv n° 10/2019

A un film tratto da Diabolik si pensa già nel 1964, a neanche due anni dall’uscita del fumetto delle sorelle Giussani. L’idea viene al versatile Tonino Cervi, il figlio di Gino, che da produttore vanta La notte brava e Deserto rosso. Il cast: Jean Sorel ed Elsa...

L'occhio in meno - FilmTv n° 10/2019

Un regista di orride fiction vuole girare un film serio tratto da La casta di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo. Auguri. Nel 2011 c’era attesa per il travaso su grande schermo di una serie tv che prendeva il giro la tv, con humour caustico, intelligente, forse poco italiano. Ne...

L'occhio in meno - FilmTv n° 09/2019

Il vigile Otello Celletti multa il sindaco DC mentre va dall’amante. Viene sospeso, si candida alle elezioni, fa di tutto per venire reintegrato. Visto che ormai parlo solo di commedie e di film di Zampa, ecco una delle quattro migliori commedie all’italiana di tutti i tempi. Bum! Oh, mica...

L'occhio in meno - FilmTv n° 08/2019

Ferroviere italiano emigrato nel deserto australiano cerca moglie per corrispondenza. Ovviamente gli si presenta una prostituta sotto mentite spoglie. Ma qualcuno la sgama... Pochi generi continuano a essere così misconosciuti come la commedia italiana. E non si riconosce mai abbastanza,...

Cinerama - FilmTv n° 06/2019

A proposito delle sofisticate strategie del nostro cinema: a pochi mesi da Ti presento Sofia, ecco un’altra commedia targata Colorado, co-sceneggiata da Giovanni Bognetti, con Fabio De Luigi che fa ancora una volta il papà pasticcione. Ed è pure il remake di una commedia straniera: Mamá se...

L'occhio in meno - FilmTv n° 05/2019

Il professor Vallotti, chirurgo, è ritenuto un luminare e un santo. Il collega Giordani sa che la verità è un’altra. Ma farla emergere sembra impossibile. In Il medico della mutua l’indignazione si accompagnava alla risata. Cinque anni dopo a Luigi Zampa è passata la voglia di...

L'occhio in meno - FilmTv n° 04/2019

Una sposa timorata di Dio si trasforma in una mantide per avere un figlio. E il marito è nei guai. È semplice capire se la versione che vedrete di L’ape regina è tagliata. Sui titoli di testa c’è scritto Una storia moderna – L’ape regina. In una sequenza al cimitero manca...

Speciale - FilmTv n° 03/2019

Nei titoli di testa scorrono i quadri di Antonio Ligabue - tre anni prima era uscito il libro di Franco Maria Ricci col testo di Zavattini. E infatti nel film si dà la caccia a un leone, poi surrealmente servito a tavola come se fosse un maialino. Siamo nell’immaginaria Tara - nome...

L'occhio in meno - FilmTv n° 03/2019

Il milanese Giovanni va in Sicilia per lavoro e il suo rapporto con Liliana entra in crisi. Per i registi spesso il secondo film è quello più difficile. Per Ermanno Olmi fu il terzo: perché Il tempo si è fermato non lo vide nessuno e Il posto fu acclamato come una...

Cinerama - FilmTv n° 02/2019

L’auspicata rinascita industriale del cinema italiano passa per prodotti come questo: un...

Il Sassolino - FilmTv n° 02/2019

Il gioco delle coppie: secondo Roy Menarini (vedi Film Tv n. 1/2019) il titolo che il distributore italiano ha deciso per Doubles vies – Non fiction di Assayas va apprezzato come strategia per raggiungere un pubblico più vasto. Dato che sono tra quelli che si è lamentato in...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Un film sulla strage di Utoya del 2011: no! Per fortuna Greengrass evita l’effetto Elephant e sbriga l’eccidio nella prima mezz’ora, con stile parco per i suoi standard. Poi si concentra sul killer neonazista (un bell’esemplare di sovranista nutrito di invidia sociale), sul suo...

Cinerama - FilmTv n° 48/2018

Tre volti è il quarto film che Jafar Panahi ha girato in clandestinità e questa volta, anziché essere protagonista, è solo un testimone: uno sguardo leggermente decentrato, che lascia le prigioni domestiche (in cui erano ambientati This Is Not a Film, 2011, e Closed...

L'occhio in meno - FilmTv n° 47/2018

Postumi del Sessantotto. Un padre matusa e un figlio che fa gli esami suonando il piffero. Un povero prete di campagna stufo di stare solo. Questi i soggetti del secondo e del terzo episodio, intitolati rispettivamente Concerto a tre pifferi e Il prete. Non ho idea se in...

Servizio - FilmTv n° 46/2018

B isogna andare oltre la noia apparente della vita quotidiana: il banale non esiste, diceva Zavattini. Ma pensate che coraggio ci voleva, nel 1952, per proporre la storia di un vecchio pensionato che non arriva alla fine del mese, viene cacciato di casa, non riesce a trovare il coraggio di...

Servizio - FilmTv n° 45/2018

1. Per buona parte del XX secolo si è ritenuto che arti visive e cinema fossero due ambiti separati, con una ristretta area in comune. In questo terreno condiviso, all’inizio si trovavano pochi nomi: Andy Warhol e Michelangelo Antonioni, per esempio (ma il secondo non da subito...

L'occhio in meno - FilmTv n° 44/2018

Nel Messico della rivoluzione un ambiguo americano si associa a un bandito trafficante d’armi. Lo aiuterà, involontariamente, ad acquisire coscienza di classe. Un classico, uno dei film più importanti del cinema (di genere, ma non solo) italiano, mai adeguatamente riconosciuto. La Cineteca...

L'occhio in meno - FilmTv n° 42/2018

Messico. Un contadino deluso dagli esiti della rivoluzione. Un medico inglese in cerca di vendetta. Un colonnello sudato e sanguinario. In un vecchio Castoro su Orson Welles, la sua partecipazione a Tepepa suscitava parole di incredulità, sdegno e compatimento: povero Orson,...

L'occhio in meno - FilmTv n° 40/2018

In prigione il pugile Peppe detto Er Pantera carpisce un piano per svaligiare il Monte di pietà, e appena fuori coinvolge i suoi amici: una vera banda di perdenti. Che dire ancora del capolavoro di Monicelli? Che motivi ha questa schedina? Tanto vale leggere Wikipedia, direbbe uno. Ma per...

Cinerama - FilmTv n° 39/2018

Tutti possono arricchire tranne i poveri, con Montesano e… Ah no, siamo nel 2018, e gli interpreti sono Castellitto e Ferilli. E infatti si parla di crisi, ci sono i lavoratori extracomunitari, il senegalese simpatico, lo slavo un po’ meno, e si fanno battute sui ricchi che una volta...

L'occhio in meno - FilmTv n° 36/2018

Grenada, 1983: addestrati dal veterano sergente Thomas “Gunny” Highway, vanno a rovesciare un governo filo-cubano. E a due anni dai fatti Clint gira un film. Già allora si ispirava alla cronaca recente. Ieri Reagan, oggi Trump, a lui piace quel tipo di presidenti. Facciamocene una ragione....

Servizio - FilmTv n° 36/2018

Le classifiche sono plebisciti; non si fanno per ribaltare i canoni, piuttosto per confermarli. Ma sono anche termometri interessanti. Nessuna sorpresa che Fellini, Rossellini, Pasolini siano i più votati. Ma se Visconti è al quinto posto per numero di citazioni, il suo primo film in classifica...

L'occhio in meno - FilmTv n° 35/2018

Livorno, anni 90. Il giovane proletario Piero divora libri, corre dietro alle ragazze, ma è vittima dei condizionamenti di classe, e finisce per adattarsi a una vita qualunque. Gran premio della giuria a Venezia nell’anno in cui vinse Hana-bi - Fiori di fuoco di Kitano. Molti...

Speciale - FilmTv n° 34/2018

Il 10 maggio 1968 a Londra c’è la prima europea di 2001: Odissea nello spazio. Giovane innamorato del cinema, Amir Naderi parte da Teheran con un mese di anticipo. Arriva a Londra giusto con un giorno di anticipo e riesce a intrufolarsi nel cinema dove Stanley Kubrick sta facendo le...

Servizio - FilmTv n° 34/2018

La dolce vita è un film contemporaneo, ambientato in un’Italia decristianizzata, dove l’iconografia cattolica sopravvive tra la banalizzazione e la mediatizzazione. Gesù viene trasportato in elicottero e salutato da ragazze in bikini, due ragazzini fingono di vedere la Madonna e un’...

L'occhio in meno - FilmTv n° 33/2018

Quattro maschi diversamente falliti, musicisti amatoriali, decidono di fare a piedi i 100 km da Maratea a Scanzano Jonico, sperando di dare una svolta alla propria vita. Le definizioni più usate per l’esordio alla regia di Rocco Papalaeo sono state:“road movie” e “picaresco”. Sì, certo, ma...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy