Alberto Pezzotta

Alberto Pezzotta

Alberto Pezzotta si è occupato di cinema italiano (Ridere civilmente. Il cinema di Luigi Zampa; Il western italiano; Regia Damiano Damiani; Mario Bava; la curatela, con Stefania Parigi, di Il lungo respiro di Brunello Rondi), di storia della critica (La critica cinematografica; la curatela, con Anna Gilardelli, di Alberto Moravia, Cinema italiano. Recensioni e interventi 1933-1990), di cinema orientale (Tutto il cinema di Hong Kong). Ha collaborato alla Storia del cinema mondiale di Gian Piero Brunetta e alla Storia del cinema italiano del CSC, oltre che a riviste come “Bianco e Nero”, "Imago", “8 1/2”. Scrive di cinema e musica su "Blow Up". Ha tradotto libri, tra gli altri, di Chinua Achebe, Eric Bogosian, Harry Crews, James Dickey, Barry Gifford, Jim Harrison, Hanif Kureishi, Lorrie Moore, Joyce Carol Oates, Hugues Pagan, Derek Raymond, Colm Tóibín.
Twitter: @APezzotta.

L'occhio in meno - FilmTv n° 15/2024

Un aspirante capomafia mette gli occhi su una quindicenne figlia di terremotati. Nessuno ne uscirà intero. All’epoca venne snobbato da critica e pubblico. Una piccola produzione, senza star. Un altro film siciliano sulla mafia del regista de Il giorno della civetta, ma senza quarti...

Servizio - FilmTv n° 11/2024

Non c’era un solo David Bordwell, o meglio: penso che nessuno potesse conoscere tutti i David Bordwell e seguire i loro molteplici interessi. Ma da ogni Bordwell c’era molto da imparare. In Italia lo si vedeva spesso al Cinema ritrovato di Bologna e alle Giornate del cinema muto di Pordenone....

Cineteca - FilmTv n° 10/2024

Un ladro è testimone di qualcosa di molto scottante che riguarda il presidente degli Stati Uniti, e si trova nei guai. Una torsione manierista della macchina da presa che inquadra le Stimmate di san Francesco di El Greco (al Walters Art Museum di Baltimora). Non è quello che ci...

L'occhio in meno - FilmTv n° 09/2024

Nel Messico della rivoluzione un ambiguo americano si associa a un bandito trafficante d’armi. Lo aiuterà, involontariamente, ad acquisire coscienza di classe. Un classico, uno dei film più importanti del cinema (di genere, ma non solo) italiano, mai adeguatamente riconosciuto. La Cineteca...

Editoriale - FilmTv n° 08/2024

È uscita pochi mesi fa la ristampa del romanzo Palpebre (Garzanti, pp. 240, € 13) di Gianni Canova. Che segno hanno lasciato i 13 anni che sono passati dalla prima edizione? Nel 2010 i pc avevano ancora l’icona della clessidra per indicare lo...

Cineteca - FilmTv n° 06/2024

Bruce Willis a piedi nudi sconfigge ladri-terroristi che minacciano di far saltare in aria un grattacielo e tengono in ostaggio sua moglie. Nel 1988 il primo Die Hard fece sfracelli in tutto il mondo tranne che in Italia. I distributori ci credevano poco, lasciare il titolo...

L'occhio in meno - FilmTv n° 05/2024

Nel Messico rivoluzionario un mercenario svedese e un ex lustrascarpe devono far evadere un leader democratico. A quando un saggio, un convegno, un restauro su Sergio Corbucci? Sulla sua opera mostruosa (in senso buono) esiste solo un remoto e introvabile libro di Orio Caldiron. E non per l...

Cinerama - FilmTv n° 04/2024

I soliti idioti nasce in tv nel 2009 e arriva al cinema nel 2011. Una vita fa. All’epoca molti si indignarono, da Piera Detassis a Concita De Gregorio. A me sembrarono il prodotto inconsapevole di un’Italia berlusconiana. E oggi, in un paese i cui protagonisti mediatici superano l’...

Servizio - FilmTv n° 03/2024

Nell’editoriale di Luca Guadagnino su Film Tv n. 52/2023 ci sono varie cose che interessano chi si occupa di critica e didattica del cinema. A parte la scoperta che Guadagnino leggeva Daney a 12 anni e una certa confusione tra “contenuto” e “profilmico”, ho respirato un’aria...

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico - Satispay
Privacy Policy