Alberto Pezzotta

Alberto Pezzotta

Alberto Pezzotta si è occupato di cinema italiano (Ridere civilmente. Il cinema di Luigi Zampa; Il western italiano; Regia Damiano Damiani; Mario Bava; la curatela, con Stefania Parigi, di Il lungo respiro di Brunello Rondi), di storia della critica (La critica cinematografica; la curatela, con Anna Gilardelli, di Alberto Moravia, Cinema italiano. Recensioni e interventi 1933-1990), di cinema orientale (Tutto il cinema di Hong Kong). Ha collaborato alla Storia del cinema mondiale di Gian Piero Brunetta e alla Storia del cinema italiano del CSC, oltre che a riviste come “Bianco e Nero”, "Imago", “8 1/2”. Scrive di cinema e musica su "Blow Up". Ha tradotto libri, tra gli altri, di Chinua Achebe, Eric Bogosian, Harry Crews, James Dickey, Barry Gifford, Jim Harrison, Hanif Kureishi, Lorrie Moore, Joyce Carol Oates, Hugues Pagan, Derek Raymond, Colm Tóibín.
Twitter: @APezzotta.

L'occhio in meno - FilmTv n° 42/2021

Londra. Un serial killer. Un innocente perseguitato. Il penultimo film di Hitchcock non gode, tutto sommato, della fama che merita. Mi pare sia sfuggito anche alle centinaia di videoartisti che da decenni saccheggiano l’opera del Maestro. Nell’intervista con Truffaut non ne parla, perché è...

Servizio - FilmTv n° 42/2021

A l di là del fatto di essere favorevoli o contrari al divieto ai minori di 18 anni (una questione eminentemente economica: scommetto che ci sarà una derubricazione), La scuola cattolica di Stefano Mordini (vedi Film Tv n. 40 e 41/2021) pone - anche involontariamente - alcune questioni...

Cinerama - FilmTv n° 41/2021

È facile dire quello che Ariaferma non è, elencare i tipici errori del cinema italiano in cui non incorre. Siamo in un carcere, ma la caratterizzazione dei personaggi - guardie e detenuti - si ferma sempre un attimo prima che intervenga lo stereotipo. Le facce e le voci sono credibili...

Editoriale - FilmTv n° 40/2021

Di fronte alle vicende tragiche e grottesche della cronaca italiana, spesso si sente commentare: «Ci vorrebbe un Monicelli che le raccontasse». Il Monicelli di Vogliamo i colonnelli e di Un borghese piccolo piccolo: spietato e feroce fino alla sgradevolezza, ma sorretto da una...

L'occhio in meno - FilmTv n° 38/2021

Rimasta vedova e acquistata l’indipendenza economica, Mimmi decide di sperimentare la stessa libertà sessuale di cui, a sua insaputa, godeva il marito. Uno dei film chiave per comprendere la rivoluzione sessuale dell’Italia di fine anni 60, insieme a Metti, una sera a cena di...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 33/2021

Dopo la recente edizione in dvd (Mustang Entertainment) di Leoni al sole (1961), in precedenza di difficile reperibilità, non ci sono più alibi. Vittorio Caprioli (1921-1989) è un regista da conoscere e studiare. Quel suo primo film era un esempio di nouvelle vague all’italiana, formalmente...

Servizio - FilmTv n° 32/2021

ESTATE VIOLENTA di Valerio Zurlini [1959]
Comunque vi si entri, il primo capolavoro convinto di Zurlini si apre con lo sguardo di chi ha capito la vita e il cinema. Se non fosse per il titolo non lo si ricorderebbe come un film di spiaggia. Eppure esso inizia...

L'occhio in meno - FilmTv n° 31/2021

Livorno, anni 90. Il giovane proletario Piero divora libri, corre dietro alle ragazze, ma è vittima dei condizionamenti di classe, e finisce per adattarsi a una vita qualunque. Gran premio della giuria a Venezia nell’anno in cui vinse Hana-bi - Fiori di fuoco di Kitano. Molti...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 31/2021

Nella Storia del cinema di Mark Cousins non si parla di Alberto Lattuada, e non sorprende. Ma non ne scrivono neanche David Bordwell e Kristin Thompson nel loro tomo, ed è più grave. Ai tempi di Il mio viaggio in Italia, anche Scorsese lo ignorava. È un fatto: nel mondo...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 29/2021

A120 anni dalla nascita di Vittorio De Sica, stupisce quanto poco sia stato scritto su di lui. Non tanto dei suoi film (anche se ci sono molte lacune), quanto della sua vita, così romanzesca, così emblematica, così italiana. Manca una bella biografia da 800 pagine, monumentale e...

Speciale - FilmTv n° 26/2021

FALSO D’AUTORE
Quando nel 1998 Gus Van Sant realizza il suo remake di Psyco, il thriller di Hitchcock del 1960 da un pezzo è diventato uno dei film più famosi, iconici, citati e parodiati della storia del cinema. Brian De Palma ha volto in burla la scena della doccia in Il...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 25/2021

I film Pixar sono lo specchio del mondo, o meglio di quello che l’Occidente ritiene socialmente e culturalmente rilevante, metafisica ed escatologia comprese (vedi Coco e Soul). Se Luca, diretto dall’italiano Enrico Casarosa, esordiente nel lungometraggio dopo il...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 20/2021

Certo che è impavido, Mark Cousins. Dopo avere concentrato la storia della settima arte nelle 15 ore di quell’operazione presuntuosa ma coronata da un successo mediatico globale che è The Story of Film: An Odyssey (2011), ora, nelle due ore scarse di Lo...

Cinerama - FilmTv n° 18/2021

È possibile vedere un film di Woody Allen ignorando la isterica, irrazionale campagna d’odio di cui è vittima, la persecuzione, i sabotaggi? Secondo alcuni, i suoi film si dovrebbero rimuovere, specie se sembrano portare le tracce di ciò di cui lo si accusa - come Manhattan. È...

Cinerama - FilmTv n° 17/2021

Polemiche piuttosto assurde hanno accompagnato Una donna promettente; nella fattispecie è stato accusato di sessismo il critico di “Variety” Dennis Harvey che, all’interno di una recensione non negativa, diceva che Carey Muligan era una «scelta curiosa» per una femme fatale, e...

L'occhio in meno - FilmTv n° 16/2021

In un cimitero, i defunti si raccontano la propria vita. Aspettando di essere dimenticati. 1989: ultimi bagliori del cinema italiano di una volta. Uno come Sergio Citti trova ancora un produttore, Gianfranco Piccioli: e questo, sognando lauti incassi, riesce ad assoldare, accanto a Gassman...

Editoriale - FilmTv n° 15/2021

Il ministro Dario Franceschini annuncia: «Abbiamo abolito la censura!». E tutti si rallegrano: è finita l’epoca oscurantista in cui si tagliava Rocco e i suoi fratelli, si sequestrava Il Decameron e si bruciava Ultimo tango a Parigi. La legge n. 220 del 14 novembre...

Servizio - FilmTv n° 13/2021

Spesso chi scrive di videogiochi ne sa poco di cinema, e chi scrive di cinema ne sa poco o nulla di videogiochi. Io non faccio eccezione, al massimo ho giocato a Tetris e Glider, ma su YouTube posso farmi un’idea di che cos’è Grand Theft Auto. E comunque ho tanto da...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 10/2021

Nel 2020 cadeva il trentennale della morte di Sergio Corbucci. Non ce ne siamo ricordati, mi pare. Evidentemente avevamo altro a cui pensare. Pochi giorni fa se n’è andata la sua vedova, Nori, e abbiamo perso un altro pezzo di memoria, di storia del cinema. Ma andate a vedervi l’intervista di...

Locandina - FilmTv n° 09/2021

Nella commedia all’italiana spesso lo sceneggiatore conta quanto il regista, se non di più. Nei film scritti da Rodolfo Sonego capita di frequente: da Una vita difficile a Il diavolo. Nel caso di Bello onesto emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata (senza...

Editoriale - FilmTv n° 07/2021

Fa impressione sapere che c’era ancora in giro uno che aveva lavorato con Luchino Visconti e Federico Fellini. E adesso non c’è più. Poco prima di compiere la bellezza di novantotto anni, se n’è andato anche Giuseppe Rotunno. Peppino. E così si allontana sempre di più il XX secolo, il secolo...

Speciale - FilmTv n° 03/2021

Secondo Kezich, Toby Dammit è il film in cui Fellini elabora gli umori neri del non realizzato Il viaggio di G. Mastorna, detto Fernet, e propone una visione incupita e distruttiva della Roma carnevalesca di La dolce vita. Ma anche delle fantasmagorie di Giulietta degli...

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy