Rocco Moccagatta

Rocco Moccagatta

Studiava giurisprudenza, ma andava più spesso al cinema di quanto avrebbe dovuto. D'altronde il padre l'ha portato per anni al cinema ogni sabato. Di cosa potrebbe dunque lamentarsi? Dopo l'università, fa la cosa giusta e comincia a occuparsi davvero di film, persino professionalmente. Oggi lo insegna pure, il cinema, in IULM e in altre università del regno, soprattutto il cinema classico e il cinema dei generi popolari, la sua passione da sempre. Per campare guarda anche molta televisione, visto che lavora come scenarista e analista dei media presso la factory di media research Neopsis (non si pronuncia Neopsais, eh...). Ha scritto e scrive da tante parti, da Duel/Duellanti a Marla, da Ottoemezzo a L'officiel Homme. Nel tempo, ha scoperto che gli piace molto il cinema italiano di ieri e di oggi e che si può non vergognarsene. Il riconoscimento più prezioso è stato essere ribattezzato "Giancarlo Cianfrusaglie" da Maccio Capatonda.

Cinerama - FilmTv n° 51/2018

Quando s’incontrano di nuovo per la prima volta, dopo 20 minuti (e dopo 13 anni dall’ultimo Natale a Miami), Massimo Boldi e Christian De Sica ci strizzano l’occhio. L’uno (Boldi, che si chiama, al solito, Colombo), vecchio riccone su di giri, domanda all’altro (De Sica/Cesare Proietti...

Intervista - FilmTv n° 51/2018

I moschettieri del re. Dumas. Avventure, duelli, agguati. Non è certo il solito film italiano di Natale, anche se lo firma il Giovanni Veronesi di tante commedie di successo. Però, i suoi moschettieri stanno tra L’armata Brancaleone e Amici miei (ammette il regista-...

Cinerama - FilmTv n° 50/2018

Tommy Fontana (Luca Guastini, faccia da cane bastonato alla Casey Affleck) esce di galera dov’era finito per una rapina e deve decidere cosa fare della propria vita. Mica facile. Ugualmente, il film di Amato potrebbe diventare tante cose. Persino precipitare nel genere, come noir di fuga. O...

Intervista - FilmTv n° 50/2018

Impossibile pensare a lui come Mario Girotti, come recita l’anagrafe. Per il suo pubblico fedelissimo e innamorato, dopo anni di visioni e revisioni al cinema e poi in tv, resta sempre Terence Hill. «Un nome nato quasi per caso, in un periodo in cui noi italiani giocavamo a fare gli americani...

Intervista - FilmTv n° 50/2018

Il testimone invisibile è una bella notizia per il cinema italiano di oggi. Di genere e non solo. Intanto, perché osa confrontarsi con il fantasma scivoloso del film mind-game, tutto colpi di scena, apparenze ingannevoli e twist che ribaltano il senso della storia,...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 49/2018

Forse, più di tutto, di Natale a 5 stelle varrebbe la pena cogliere l’eroica unicità nel cinema italiano - non solo commedia - di oggi. Perché è il film che non c’è (più, e, infatti, sta su Netflix, abile a intuirne le potenzialità, anche come provocazione, con i soliti fresconi che...

Cinerama - FilmTv n° 49/2018

Poco prima della recita di Natale, un bimbo (musulmano) lancia un sasso contro una vetrata e ferisce lievemente un bidello. L’effetto domino che ne consegue, tra goffi tentativi di ricomposizione e razzismi più o meno inconsapevoli, porta a un vero e proprio scontro di (in)civiltà. Raccontata...

Serial Minds Piattaforma - FilmTv n° 49/2018

A The Purge (o La notte del giudizio, titolo italiano del franchise horror in questione) si guarda spesso come a un’occasione mai davvero colta fino in fondo, nonostante il formidabile concept (in un’America prossima ventura una notte all’anno l’omicidio è legalizzato e ci si...

Cinerama - FilmTv n° 48/2018

Sempre di più Pieraccioni vorrebbe essere l’Antoine Doinel di se stesso. Cresciuto, (non) maturato, infine invecchiato film dopo film, con noi spettatori in platea a invidiare la fortuna sentimentale dei suoi personaggi (che aggiornano la lezione di Nuti, ma con meno estro e più melensaggine...

Cinerama - FilmTv n° 48/2018

Mettiamo le cose in chiaro. L’eccidio degli italiani in Istria da parte dei titini all’indomani dell’8 settembre (e oltre) è un argomento troppo a lungo vergognosamente ignorato (o, peggio, nascosto). Sacrosanto raccontarlo tramite la vicenda simbolica della studentessa Norma Cossetto,...

Serial Minds - FilmTv n° 47/2018

Copiare, o «lasciarsi ispirare» (come puntualizzano alcuni), è facile, si dice. Forse. Però, intanto, si può essere originali e intelligenti anche nei modelli ai quali si decide di attingere. Alla Lux Vide guardano tanta serialità d’oltreoceano, lo sappiamo. Non dirlo al mio capo...

Cinerama - FilmTv n° 46/2018

A volte ritornano. I film di Natale, ora post-cinepanettoni in anticipo. Qui incrociati con Perfetti sconosciuti (e lo sceneggiatore-regista Bologna è “uno degli autori” di quel film, ci informano), in versione grottesco-cochon, anche se poi, sessuofobicamente, si scaglia il...

Cinerama - FilmTv n° 45/2018

Roma, esterno notte. Semifinale dei Mondiali 1990. Un’auto cade nel Tevere in coincidenza con un rigore sbagliato. È il cinema, bellezza! Che diventa subito protagonista, mangiandosi il resto. In quell’auto c’è, morto, il produttore (poco) genio e (tanto) cialtrone Saponaro (Giannini, in parte...

Cinerama - FilmTv n° 45/2018

Perché ogni film griffato J.J. Abrams (quelli prodotti ancor più che quelli realizzati in prima persona) ci pare così derivativo? Perché non ci abbandona un senso di déjà vu? Perché siamo sempre tentati di ricondurlo a qualcos’altro? Tante domande, pure troppe. Di certo non siamo gli unici,...

Serial Minds - FilmTv n° 45/2018

Sicilia anni 20. Lei è un “femminone esagerato”, popolana e madre di famiglia, e fa girare la testa al bono e crudelissimo campiere prezzolato dai padroni (Francesco Arca, in un ruolo à la Garko). Che la possiederà nel fienile, le ammazzerà il marito e le storpierà uno dei figli....

Cinerama - FilmTv n° 43/2018

Sorvegliato speciale del cinema italiano, investito di un’attesa messianica, lo sceneggiatore Nicola Guaglianone è, per tutti, ancora quello di Lo chiamavano Jeeg Robot. Nel frattempo, ha scritto per i grossi calibri della nostra commedia (L’ora legale, Benedetta follia...

Cinerama - FilmTv n° 43/2018

«Non confondete la mancanza di talento per il genio», intima in esergo una citazione autolesionista. Aforisma per aforisma, ribattiamo: «Il talento colpisce un bersaglio che nessun altro può colpire, il genio un bersaglio che nessun altro può vedere». Allora, qual è il bersaglio di Bogo nel...

Cinerama - FilmTv n° 42/2018

Ridateci Clizia Gurrado e Sposerò Simon Le Bon! O anche solo il furbo modernariato vintage di Brizzi e Martani delle notti prima degli esami... Cioè, i veri anni 80 in diretta, o, al limite, la loro clonazione nostalgica vent’anni dopo. Qui, invece, ci tocca l’ennesima...

Serial Minds - FilmTv n° 42/2018

Occhio al titolo. Non che cos’è l’America, ma chi è l’America. Non concetti, idee, pensieri, ma persone che la incarnano oggi. Coerentemente, vien da aggiungere, con il modus operandi di un provocatore nato come Sacha Baron Cohen, che ha fatto della (propria) identità...

Editoriale - FilmTv n° 42/2018

Magari ha ragione Filippo Mazzarella (che è bello per una volta citare fin dalla prima pagina, lui che è così abituato ad avere l’ultima pagina e l’ultima parola su Film Tv), quando dice che «The Predator vuole essere un film degli anni 80 e fallisce, Venom vuole essere un...

Intervista - FilmTv n° 42/2018

Il soldato Sollima va alla guerra. Scende nell’arena del cinema hollywoodiano più o meno indie (distribuisce Sony/Columbia). Si cimenta col sequel di Sicario di Villeneuve, non proprio come bere un bicchiere d’acqua («Non è tanto un sequel, piuttosto un’altra storia plausibile nell’...

Servizio - FilmTv n° 41/2018

Storia curiosa quella di Shane Black, sceneggiatore-regista-demiurgo dietro The Predator. Un nome, il suo, che riporta a quando, tra fine anni 80 e inizio 90, certi sceneggiatori a Hollywood facevano concorrenza a registi e attori nei salari. Per intendersi, quando lo scoscio di ...

Cinerama - FilmTv n° 41/2018

Giovane coppia di lungo corso ormai scoppiata torna al natio paese siciliano per comunicare la rottura alle rispettive famiglie, ma non ce la fa e finisce all’altare, sotto la pressione degli eventi. Copioncino esile esile a misura degli sketch (tv e web) del duo comico Soldi spicci (Annandrea...

Cinerama - FilmTv n° 39/2018

Come si fa a non commuoversi di fronte a questo Don Chisciotte di Terry Gilliam? E non solo perché lo si sa film maledetto per antonomasia del regista, rincorso per 25 anni, più volte iniziato e interrotto, araba fenice sempre risorgente nelle contingenze produttive più improbabili (in...

Cinerama - FilmTv n° 38/2018

L’horror intrattiene da sempre un rapporto privilegiato con la messa in serie, fin dai tempi dei mostri Universal. Però, il Conjuring-verse (dal primo The Conjuring, L’evocazione, del 2013, sui casi dei coniugi Warren, esorcisti a conduzione famigliare) somiglia ormai...

Cinerama - FilmTv n° 38/2018

C’era una volta il musicarello, coi suoi cantanti prelevati a forza dai palchi di Sanremo e simili e innestati in storielle d’amore più o meno sensate, ritmate dai loro successi in classifica (esibiti fin dal titolo). Un amore così grande, a volerne parlare seriamente, un po’ da lì...

Cinerama - FilmTv n° 37/2018

Padre di famiglia e padrino della “famiglia”. Su questa equivalenza si regge il biopic dedicato al boss mafioso John Gotti, stroncatissimo dalla critica (fin da Cannes 2018) e (non così) amato dal pubblico, progetto del cuore di Travolta, per l’occasione anche produttore, da almeno un decennio...

Cinerama - FilmTv n° 37/2018

Da 15 anni, in quel di Catania, Salvo Campisano macina film, corti, spot, video. Lontanissimo da ogni apparato industriale, ai margini, anche geografici, del cinema italiano. Attore, regista, sceneggiatore, produttore, montatore, se serve anche, come qui, musicista. Ovvio, con un tipo del...

Serial Minds - FilmTv n° 37/2018

Un tizio dichiara di essere stato incastrato (framed, in inglese) e si trova al centro di una cornice sorretta da un paio di operai di passaggio (framed significa anche “incorniciato”). Un sospetto è interrogato da un poliziotto minaccioso («Pensi che questo sia un gioco?»)...

Servizio - FilmTv n° 37/2018

Ogni anno il cinema italiano dei generi è pronto a rinascere. Riassunto delle puntate precedenti: Mainetti e il suo Jeeg Robot delle borgate, Rovere e le torsioni di Smetto quando voglio verso il film di truffe (e il race movie al lambrusco di Veloce come il vento),...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy