Matteo Marelli

Matteo Marelli

Nota biografica in forma di plagio (Io copio talmente tanto che neppure più me ne accorgo):
pensierino della sera:
«Il critico non fa il cinema, ci va. La sua grandezza – non il suo limite – è questa: teniamocela stretta»
buon proposito del mattino:
«Il critico se vuole uscire dalla marginalità deve inventarsi nuovi modi di scrivere, parlare, far passare il cinema, il pensiero che il cinema mette ancora in forma»

Lettera da uno sconosciuto - FilmTv n° 24/2018

«Mi chiamo Andrea Michele Vincenzo Ciro Pazienza […]. Disegno da quando avevo diciotto mesi, […] sono il più bravo disegnatore vivente. […] Morirò il sei gennaio 1984». Tutto vero, a eccezione della fine: hai sbagliato di quattro anni, cinque mesi e dieci giorni (16 giugno 1988...

Servizio - FilmTv n° 24/2018

L’ultima è di Michel Platini, che ha ammesso imbrogli pro-Francia nei sorteggi dei Mondiali del 1998. Mondiali di calcio e Olimpiadi non sono più l’affare del secolo, ma continuano a essere business più che sport. Giovano meno ai paesi ospitanti che a chi, come Sepp Blatter, ex leader della...

Cinerama - FilmTv n° 23/2018

«Volete del gran sesso... è richiesto a piene mani, a veh, se volete ve lo do». Così si apre il Talkin’ sul sesso di Francesco Guccini, mettendoci di fronte ai nostri bassi appetiti. Del resto viviamo in una realtà sovrasessualizzata che ci bombarda di stimoli più o meno espliciti. Ma...

Cinelab: Intervista - FilmTv n° 22/2018

Dal 31 maggio al 6 giugno 2018, a Palermo, si terrà l’ottava edizione del Sicilia...

Cinerama - FilmTv n° 22/2018

A un certo punto Quirino, scultore e animatore dell’ormai inesistente coro di una piccola enclave sui monti in cui si parla una lingua arcaica, mostrando le sue opere, scolpite nel legno, dice a Maria, musicista delusa tornata in paese per stare vicino alla famiglia dopo la morte del...

Cinerama - FilmTv n° 22/2018

Caina, ovvero la cronaca in forma d’apologo. Il regista, Stefano Amatucci, lasciandosi suggestionare dalle pagine dell’omonimo romanzo di Davide Morganti (coinvolto in fase di sceneggiatura) fa della protagonista, che nel libro era una killer della camorra perseguitata dalle voci dei...

Cinerama - FilmTv n° 21/2018

Vengono dai ruderi abbandonati. Girano come pazzi, come cani senza padrone. Guardano sul mondo, come i primi atti del Dopostoria, dall’orlo estremo di qualche età sepolta. Vivono in un mondo paradossalmente chiuso, quello della sterminata provincia proletaria (alla fine identico a ogni...

Cinerama - FilmTv n° 21/2018

È il 1992. Grande è la confusione sotto e sopra il cielo. La Guerra fredda è finita; l’Urss è crollata; Cuba sembra prossima al collasso. C’è un uomo nello spazio, si chiama Sergei, è l’ultimo cosmonauta sovietico: dall’alto guarda il suo paese all’oscuro del fatto che non esista più. Nessuno l...

Cinerama - FilmTv n° 21/2018

«Filastrocca del gregario/corridore proletario/che ai campioni di mestiere/deve far da cameriere/e sul piatto, senza gloria/serve loro la vittoria». È racchiusa in questi versi di Gianni Rodari l’essenza di quei ciclisti che scelgono di sacrificare le loro carriere, i successi personali, per...

Servizio - FilmTv n° 21/2018

Gli altri

La chiave di tutto, ancora una volta, è nel fuoricampo. In ciò che non si vede. In chi resta fuori, oltre i bordi della rappresentazione. Cos’è che non si vede mai, in Loro 1 e 2? Non si vede quello che un tempo si sarebbe detto il “popolo”....

Cineteca - FilmTv n° 21/2018

Gli orrori del conflitto vietnamita. «Se voi signorine finirete questo corso... e se sopravviverete all’addestramento... sarete un’arma! Sarete dispensatori di morte e pregherete per combattere!». Così tuona incazzato il sergente maggiore Hartman all’inizio di Full Metal Jacket....

Cinerama - FilmTv n° 20/2018

Un detto antico, declinabile in qualsiasi dialetto, recita: «La terra è bassa e lavorare stanca». In un momento storico in cui il lavoro non c’è o si presenta nelle forme astratte e precarie del terziario avanzato e il ritorno alla dimensione agricola è venduto come panacea ai mali del...

Cinerama - FilmTv n° 19/2018

«Ci sono certe cose per cui vale la pena di vivere. Per me... io direi... […] quelle incredibili mele e pere dipinte da Cézanne». La battuta di Allen in Manhattan ci dice in maniera più diretta ed efficace l’eccezionalità della pittura cézanniana che non gli 87 minuti del film di...

Cinerama - FilmTv n° 19/2018

Hantang Zhao dirige e interpreta la storia di Yang Liusong, viaggiatore solitario deciso a diventare il primo uomo ad attraversare in bicicletta, da est a ovest, la regione disabitata di Qiangtang, nel nord del Tibet. Confeziona il più classico dei Bildungsroman, col protagonista che...

Intervista - Articolo per il sito - Solo online

Di passaggio a Milano per presentare in anteprima nazionale la loro ultima creazione, PANORAMA (dal 2 al 6 maggio in ...

Cinerama - FilmTv n° 18/2018

Agosto 1945. La radio annuncia lo sgancio della seconda bomba atomica su Nagasaki. In Ungheria l’ingresso delle truppe dell’Armata rossa sancisce la fine del breve ma sanguinario dominio del partito filonazista e antisemita delle Croci frecciate. Chi ha aderito ed è sopravvissuto ora saluta con...

Cinerama - FilmTv n° 17/2018

Tra le immagini che hanno segnato più in profondità l’esperienza visiva degli anni zero c’è sicuramente quella delle guerrigliere cecene riverse sulle poltroncine del teatro Dubrovka a Mosca, uccise nel corso dell’assalto di un gruppo di teste di cuoio russe. Facevano parte di un commando che...

Cinerama - FilmTv n° 17/2018

Qualsiasi discorso revisionista o negazionista è roba gretta. E chi li fa, se li guardi in faccia, anche un idiota s’accorge che per lo più è feccia («Peggio del fascismo c’è solo l’antifascismo» abbiamo sentito dire dopo i fatti di Macerata). Quindi qualsiasi operazione che contrasta la...

Cinerama - FilmTv n° 16/2018

Libertino Faussone detto Tino, nemico giurato dell’approssimazione, è il protagonista di La chiave a stella, il libro di Primo Levi consacrato al lavoro, quello in cui non solo lo si descrive, ma si discute intorno ai suoi segreti. Il tema della «malizia», come lo chiama Faussone, cioè...

Intervista - FilmTv n° 16/2018

Fausto Paravidino è un drammaturgo, un regista e un attore teatrale; ma anche cine-televisivo: è stato il Ranocchia di Romanzo criminale - La serie. Nel 2005 ha realizzato la sua prima, e per ora unica, opera cinematografica: Texas, presentato nella sezione Orizzonti della 62a...

Cinerama - FilmTv n° 15/2018

Due saltimbanchi (un capocomico e la sua spalla), piccola e povera compagnia di teatro di strada, soliti raccontare, per le creature del bosco, storie di guerre (forse vissute o altrimenti inventate), vengono interrotti, nel corso di una rappresentazione, dalla caduta in scena di un soldato...

Cinerama - FilmTv n° 15/2018

«Ah la Nanda, la Nanda… eterna fanciulla!». Così la invoca Vasco Rossi. Certo, se fosse ancora qui sarebbero cento e passa gli anni, ma la curiosità, fino alla fine, rimase quella di una ragazzina. Forse le parole più giuste per raccontarla sono quelle di Vinicio Capossela che, tra i tanti...

Cinelab: Intervista - FilmTv n° 15/2018

Abbiamo incontrato Silvia Luzi e Luca Bellino, registi di Il cratere, in sala dal 12 aprile 2018, presentato in concorso alla 32ª Settimana della critica della Mostra di Venezia 2017 e vincitore del Premio speciale della giuria al 30° Tokyo International Film Festival.

Sono...

Intervista - Articolo per il sito - Solo online

Lo spettacolo che stai portando in scena è, per tua stessa ammissione, la riscrittura di una riscrittura. Un progetto liberamento ispirato all’architettura del testo di Heiner Müller (Die Hamletmaschine) che vuole ritornare a Shakespeare, ad Amleto. Perché hai sentito bisogno di...

Cinelab: Intervista - FilmTv n° 13/2018

Ci sono delle imprese che in partenza sembrano pressoché impossibili. Poi, una volta realizzate, mettono in luce quanto in realtà fossero necessarie. La casa di distribuzione torinese Reading Bloom fondata nel 2016 da Letizia M. Gatti è sicuramente una di queste.

Come nasce Reading...

Cinerama - FilmTv n° 12/2018

La rivelazione della 53ª Mostra di Pesaro, il film di Yan Cheng e Federico Francioni (entrambi diplomati al Centro sperimentale di cinematografia) compone una sorta di ideale dittico con Bitter Money di Wang Bing. I film si confrontano con il medesimo contesto, ovvero le trasformazioni...

Cinerama - FilmTv n° 12/2018

Quando nel 2014 Autoritratto siriano - Eau Argentée venne presentato a Cannes, gli schermi del festival si frantumarono in «mille e una immagini filmate da mille e uno siriani». Il documentario di Ossama Mohammed e Wiam Simav Bedirxan sceglieva infatti di mostrare la guerra civile in...

Cinerama - FilmTv n° 11/2018

Pertini - Il combattente, il documentario di Graziano Diana e Giancarlo De Cataldo, esce a ridosso delle elezioni politiche 2018 che, pur nella confusionarietà dei risultati, attestano un dato certo: la sconfitta della sinistra; una sconfitta, a detta di molti illustri commentatori,...

Cinerama - FilmTv n° 10/2018

Mateo Zoni con Il club dei 27 (titolo dagli echi hitchcockiani) riesce a raccontare Giuseppe Verdi smarcandosi dalle pastoie illustrative e celebrative, pur realizzando un progetto dichiaratamente didattico che ha per fine quello di smuovere la coltre polverosa che grava sulla...

Cinerama - FilmTv n° 10/2018

Come ogni racconto tutto comincia con un viaggio, quello che i due registi, Olmo Amato e Samuele Sestieri, hanno fatto nelle terre del grande freddo. Lì, tra Finlandia e Norvegia, trovato un passaggio, dividono il posto in macchina con una bambina, che, cullata dal moto dell’auto, si abbandona...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy