Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Dirige Film Tv, sceglie film per Filmmaker. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio.

Il Tappabuchi - FilmTv n° 44/2018

1947. L’esistenza di due poliziotti viene sconvolta quando si ritrovano a indagare sul brutale omicidio di Elizabeth Short, giovane con ambizioni d’attrice soprannominata Dalia Nera. In Realismo capitalista, uno di quei saggi che sarebbe meglio aver letto (sono poche pagine, 154,...

Scanners - FilmTv n° 44/2018

«La pretesa disarmante della “grande opera” e la naïveté di credere che per raggiungerla basti la nobiltà dei riferimenti». Così i “Cahiers du Cinéma” stroncano Mes provinciales di Jean-Paul Civeyrac (autore “Positif”). Sorrido. Che pretesa di grandeur può nascondere...

Punti di vista - FilmTv n° 44/2018

«Non esistono altre prospettive sui fatti», dice Laurie Strode ai due giornalistuncoli che la pagano 3.000 dollari per un’intervista, 40 anni dopo i fatti dell’Halloween di Carpenter. Sono due inglesi, curano un podcast con cui ricostruiscono storie nere e riaprono...

Editoriale - FilmTv n° 43/2018

«Intorno a me risplendono i bit. E i bit sono in me. I dati, il codice, le comunicazioni. Nei secoli dei secoli, amen». La preghiera la recita ruotando su se stesso, in quattro tempi, sostituendo ai punti cardinali il nome di profeti del computer (Turing, Von Neumann, Babbage e Lovelace: e così...

Intervista - FilmTv n° 43/2018

Un tedesco è in fuga, nella Francia occupata, in una Marsiglia che no, Christian Petzold non s’è preoccupato di ricostruire. Tutt’altro. Guardatela: la Francia di oggi, con una storia di ieri. È il cinema a lasciare che i tempi coesistano, che il passato si ricicli tragicamente nel presente, ed...

Cinerama - FilmTv n° 43/2018

I tedeschi sono alle porte di Parigi. Tra una retata degli occupanti e l’altra Georg, rifugiato tedesco in Francia, entra in possesso dei documenti di uno scrittore suicida, Weidel, come lui Resistente. Tra i documenti le lettere della moglie, un manoscritto e una promessa di visto dell’...

Cinerama - FilmTv n° 43/2018

Già consacrata dal Leone d’argento per l’esordio Donne senza uomini, la videoartista iraniana Shirin Neshat torna alla forma film. Lo fa prelevando da un’oscura anta della storia del cinema un abito odoroso di canfora, uno schema narrativo abusato, che decide di far risuonare nel...

Cinerama - FilmTv n° 42/2018

Si chiamano ScreenLife movie. L’etichetta è di Timur Bekmambetov, autore di cinema ultrapop e meticcio, volgarmente infantile ma all’avanguardia tecnologica, produttore che sperimenta le possibilità spettacolari dell’oggi (Hardcore!, sci-fi girata a rotta di collo e spregio per il...

Editoriale - FilmTv n° 41/2018

L’uscita in dvd di First Reformed di Paul Schrader e l’aggiornamento al cinema contemporaneo di un testo fondamentale come Trascendental Style in Film ci portano a discutere di un rapporto che oggi, probabilmente, anche solo a dirlo, farebbe sorridere la maggioranza: quello...

Servizio - FilmTv n° 41/2018

Un atto di fede

L’amore di Paul Schrader per Robert Bresson è noto. Il regista francese, assieme a Carl Theodor Dreyer e Yasujirô Ozu, è parte di una trinità cinematografica che ha permesso a Schrader di andare oltre le convenzioni del cinema statunitense. Educato nel...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 41/2018

È fortissimo il senso di Greengrass per gli eventi storici traumatici. È fortissima l’ambizione di fare film in cui il respiro da action cerchi un equilibrio con un posizionamento etico, con la necessità di fare memoria per la massa. Un tentativo di produrre spettacolo d’alto coinvolgimento...

Cinerama - FilmTv n° 41/2018

Ana & Toma. Anatomia di un sentimento. Si sono amati? Certo. Ma di cos’era fatto quest’amore? Cosa li ha uniti? E cos’è stato a consumarli? All’opus n. 4 Netzer fa quello che - da quando Bergman se n’è andato - s’è permesso di fare solo Ozon in CinquePerDue: provare a...

Servizio - FilmTv n° 39/2018

«Wake up!», svegliatevi. L’urlo del dj che apre Fa’ la cosa giusta è da sempre il grido di battaglia di Spike Lee. Da quello che rimane forse il suo film migliore, uscito tra un coro di polemiche nel 1989, Lee è sempre stato il più stridente dei registi afroamericani...

Cinerama - FilmTv n° 38/2018

Sssh. Un vecchio agente segreto (Carpentieri) rivela una storia segreta a una segretaria (Ramazzotti), perché lei ne faccia il soggetto di un film. Un film che, come sempre, lei scrive come ghost writer per uno sceneggiatore bollito (Gassmann). Tutta sua madre (Morante), che fa la...

Cinerama - FilmTv n° 38/2018

Vivere (e sopravvivere) a Piazza Vittorio, Roma, cuore multiculturale nel centro della Capitale, laboratorio meltin’ pot. Abel Ferrara, troupe leggerissima, raccoglie immagini e interviste di gente del luogo (anche Matteo Garrone e Willem Dafoe), entra in scena, rompe la regola dei 180...

Cinerama - FilmTv n° 38/2018

Nove anni dopo lo sbrindellato, ma deciso, e politicamente presente al suo tempo Sogno il mondo il venerdì (presentato a Locarno), il napoletano-milanese Pasquale Marrazzo torna al cinema con Te lo dico pianissimo. Nel frattempo, a teatro, s’è occupato di riscrivere e mettere...

Cinerama - FilmTv n° 38/2018

Già regista di due film dedicati a Dalí (Dalí Pitxot - L’allegoria de la memòria e Dalí’s Last Masterpiece), il catalano David Pujol torna al suo oggetto di studio per celebrarne la memoria in prossimità del 30° anniversario dalla morte (1989). Il documentario, prodotto dalla...

Cinerama - FilmTv n° 37/2018

Secondo un articolo di “Libération” il 60% delle coppie parigine divorziate, per via della crisi, condivide comunque lo stesso tetto. Da qui nasce il settimo film di Dominique Farrugia, umorista francese di successo televisivo. Cosa succede quando una coppia scoppiata (a causa dell’utopia...

Cinerama - FilmTv n° 36/2018

«Sadowski». Un De Sade est-europeo in una barzelletta. In Dark Crimes è il nome di un sadico. Perché per Avranas essere ridondante e caricaturale è una scelta. Facile e idiota dire «ridicolo involontario». È una scelta precisa, ponderata. Dopo Miss Violence, iperstilizzazione...

Scanners - FilmTv n° 36/2018

Penultimo film di Hirokazu Kore-eda, presentato in concorso a Venezia 74 (l’ultimo, Un affare di famiglia, è la Palma d’oro di Cannes 71). Prima scena: un uomo compie un omicidio. Dato inconfutabile: quell’immagine dice il vero. Misumi è un assassino. Punto. Di nuovo: l’uomo era già...

Il Sassolino - FilmTv n° 36/2018

Una delle FAQ (Frequently Asked Questions) a cui dovrei rispondere in questi giorni è la seguente: «E io?». L’hanno rivolta critici e registi che non sono stati coinvolti nel sondaggio sulla storia del cinema italiano. L’hanno fatto in maniera diretta (il che è stato fonte di discussioni...

Servizio - FilmTv n° 35/2018

Concorso sulla carta ricchissimo. Nomi importanti. Maestri. Emergenti. Un sopravvalutato (non bastava The Tourist a certificare la mediocrità di Von Donnersmarck e a far riguardare Le vite degli altri come un abbaglio o una coincidenza fortuita?). Opere seconde che sono...

Intervista - FilmTv n° 35/2018

Intervista a Giona A. Nazzaro (Delegato Generale SIC)

Guardandolo dalla vostra selezione di opere prime, dove sta andando il cinema di oggi?
Verso il futuro. I luoghi e le possibilità del fare si moltiplicano e basta sbarazzarsi di...

Cinerama - FilmTv n° 35/2018

Biografia di John Callahan (1951-2010), figura di Portland, Oregon (su cui è stato girato un breve documentario, He Won’t Get Far on Foot, disponibile in rete). L’alcolismo, il trauma mai risolto dell’abbandono materno, un incidente che lo rende quadriplegico, il recupero di parte...

Editoriale - FilmTv n° 35/2018

Ed eccolo, come ogni anno, il numero interamente dedicato alla Mostra. Due o tre appunti per rispondere all’agenda dei giornali. 1) L’affaire Netflix: Venezia vs Cannes, apertura verso le piattaforme contro chiusura. Tra i film Netflix Barbera & co. recuperano Roma di...

Cineteca - FilmTv n° 34/2018

New York. La morte di quattro poliziotti in un blitz sospetto scoperchia il vaso di Pandora: crimine e legge condividono gli stessi interessi, scendono a patti. Lo stato delle cose si riflette su una famiglia che presta alla polizia tutti i propri uomini. È Natale, a New York. Buon periodo...

Editoriale - FilmTv n° 34/2018

159 votanti. 50 registi, 109 tra critici, storici e docenti di cinema. Ognuno chiamato a scegliere i dieci migliori film della storia del cinema italiano. Questo il sondaggio estivo di Film Tv, nato da un’insofferenza crescente: quella verso la mancanza di passato che contraddistingue il nostro...

Speciale - FilmTv n° 34/2018

Lo dicono tutti, e qui citiamo Marcello W. Bruno: «Se Lolita è un film erotico che in realtà mette in scena Thanatos, Il dottor Stranamore è un film di guerra che mette in scena Eros». Cioè? Cioè è chiaro che se per la diceria cantata da De André i nani son malvagi perché...

Cineteca - FilmTv n° 33/2018

Morti strane ed inquietanti nelle città americane sfuggono alla ragione e sconvolgono le menti delle persone. Non si tratta (banalmente) di un’opera catastrofico ecologista. Pensateci: come potrebbe il vento assassino provocare blackout, bloccare i trasporti, manomettere le comunicazioni?...

Cinelab: Intervista - FilmTv n° 33/2018

Esce il 22 agosto 2018 La settima musa di Jaume Balagueró (quello di [REC], per intenderci). Una storia d’amore e d’orrore, sul lato oscuro dell’arte. C’è chi dice sia un film alla Argento. Chi ne parla come di uno sciatto prodotto da cestone...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy