Roy Menarini

Roy Menarini

Roy Menarini fa troppe cose, ma non ne può fare a meno. Né di meno. Insegna cinema a studenti universitari, scrive di cinema per i lettori, organizza incontri di cinema per gli appassionati, studia cinema per la ricerca, parla di cinema per gli amici sui social, vede cinema per il bene di se stesso e dei suoi cari. Farebbe fatica anche senza musica, libri e sport, ma senza il cinema... proprio no, grazie. 
Pagina Facebook

Visioni dal fondo - FilmTv n° 08/2024

Chi è molto attento ai dettagli tecnici nei film viene considerato talvolta un po’ fanatico, e guardato con sospetto dalla cinefilia, che solitamente bada molto di più al cuore delle opere e meno alla loro costruzione materiale. In verità, tra concentrazione maniacale sull’...

Servizio - FilmTv n° 08/2024

Jonathan Glazer non è solo, nella sua ricerca di nuove forme di rappresentabilità della Shoah. Un tema notoriamente delicatissimo, che nel corso dei decenni ha suscitato un intenso dibattito sulle immagini della tragedia. Da Hannah Arendt a Georges Didi-Huberman passando per...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 06/2024

E fu così che arrivammo al 2024 ignorando le più elementari basi dei testi narrativi e spettacolari. E non basta la giustificazione secondo la quale giudichiamo principalmente estratti, titoli di giornale, estrapolazioni, invece che parlare dei testi effettivi. È un più...

Libri - FilmTv n° 05/2024

I segreti di Stranger Things - Nostalgia degli anni Ottanta, cinismo e innocenza, a cura di Kevin J. Wetmore Jr., Cuepress, pp. 256, 32,99
Con un po’ di cinismo si...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 04/2024

L’attesa uscita di Povere creature! rispolvera un vecchio problema mai veramente risolto da parte della critica: l’adattamento cinematografico di un testo letterario. La celebre storiella di Hitchcock, pronunciata nel 1962 di fronte a...

Libri - FilmTv n° 03/2024

Schermi di trasporto - Storia, produzione, immaginari di Emiliano Rossi, Meltemi, pp. 376, 26 Stazioni, aeroporti, metropolitane, banchine di attesa, atrii e altri luoghi di passaggio e viaggio. Tutti spazi nei quali...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 02/2024

Nel suo ultimo show, Armageddon, disponibile su Netflix, Ricky Gervais sembra aver solo parzialmente cominciato a risalire la china dopo recenti prove disastrose come SuperNature. Curioso vedere un autore così sensibile e...

Libri - FilmTv n° 01/2024

Sergio Citti - La poesia scellerata del cinema, a cura di Matteo Pollone e Caterina Taricano, CSC/Edizioni Sabinae, pp. 160, 28
Sempre meno facile trovare sugli scaffali monografie su singoli autori. Per...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 52/2023

Per liberarsi dell’ossessione autoriale, basterebbe osservare un po’ meglio gli attori. Di volta in volta definito “politica degli attori” (Luc Moullet, che nel libro francese omonimo si occupava di Cooper, Grant, Wayne e Stewart), forma degli “auttori” (ghezzi, se non sbaglio...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 50/2023

Le recenti discussioni intorno alle vibrate proteste di Emma Dante e alle più ironiche lamentele di Alice Rohrwacher sulla distribuzione incerta e sulla tenuta ridotta dei loro film, Misericordia e La chimera, che hanno guadagnato pochissimo al box office,...

Libri - FilmTv n° 50/2023

Il cinema come immagine psichica - Elementi per una teoria junghiana di Saverio Zumbo, Moretti & Vitali, pp. 200, 20
Il titolo è di quelli impegnativi, e non nasconde la sua natura accademica. Ma i più...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 48/2023

La temporanea affermazione del cinema in sala nel 2023 ha coinciso con la crisi dei colossi dello streaming, alle prese con la flessione degli abbonati e il tramonto della bolla seriale. Il risultato di questa doppia, tutto sommato imprevista, svolta (basta tornare a certi...

Libri - FilmTv n° 48/2023

C’era una volta in America - Storia del cinema italiano negli Stati Uniti, 1946-2000 di Damiano Garofalo, Rubbettino, pp. 246, 18
Qual è il cinema in lingua straniera più amato, apprezzato e premiato di sempre...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 46/2023

È abbastanza sconcertante scoprire quanto poco si conosca e si capisca ancora del neorealismo nel dibattito pubblico. Con C’è ancora domani Paola Cortellesi ha avuto il merito (oltre che di rivitalizzare il botteghino del cinema italiano) di rimettere...

Libri - FilmTv n° 46/2023

Il cinema d’animazione - Gli scenari contemporanei dal cartoon al videogame, a cura di Christian Uva, Carocci, pp. 260, 25
Occuparsi di animazione in modo serio e sistematico è meno sorprendente di un tempo (...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 44/2023

In un esilarante post di qualche anno fa, il regista e sceneggiatore Francesco Bruni raccontava la sua irritazione di fronte agli interlocutori che - chiedendogli un parere su qualche film («lo hai visto quello?») - ne anticipavano in verità il giudizio mostrando una faccina...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 42/2023

Mentre inorridivo (purtroppo non per la paura) di fronte all’esecrabile L’esorcista: Il credente (vedi recensione su Film Tv n. 41/2023, ndr), mi domandavo: esiste un diritto dello spettatore di fronte ai tesori della storia del cinema? E poi...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 40/2023

Che cos’è la politica degli autori nell’epoca dei social media? Premesso che ci si è spesso dimenticati di storicizzare l’idea autoriale dei “Cahiers du cinéma” (essenziale all’epoca per un discorso di legittimazione culturale del cinema e di inquadramento estetico della...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 38/2023

Interpolazioni sonore. Mentre vedevo in un multisala Io capitano di Matteo Garrone, ero spiazzato dalle scelte audio del regista e dei suoi collaboratori. Da una parte musica africana di repertorio, dialoghi serrati in wolof e molti silenzi; dall’altra...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 36/2023

Tra le varie opzioni per continuare a rendere appetibile il grande schermo in Italia dopo i successi clamorosi di Barbie e Oppenheimer c’è anche il miglioramento delle sale cinematografiche. Si tratta di...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 34/2023

Nel suo ultimo libro (La fiera dell’autenticità, Marsilio), lo studioso francese Gilles Lipovetsky ricostruisce minuziosamente il concetto che dà il titolo al volume, ripercorrendolo storicamente e calandolo poi nella contemporaneità. L’idea che era stata discussa dalla filosofia otto-...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 32/2023

Il dibattito italiano sul consumo cinematografico è ossessionato dai nessi di causa ed effetto. Già è impossibile discutere serenamente del successo di un film senza incontrare un diffuso scetticismo antimoderno su nozioni che dovrebbero essere ormai pacificamente accolte nel...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 30/2023

La desessualizzazione dell’eroe analogico sta diventando una delle caratteristiche essenziali attraverso cui il cinema d’azione sopravvive nel nuovo sistema di valori culturali. La seduzione maschile, un tempo tratto indiscutibile dell’avventuriero, non viene più...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 28/2023

Il tema degli incassi sta sfuggendo di mano ai critici. Una volta, ancora negli anni 90 (quando mi sono affacciato a questo mondo), non ne parlava nessuno. I critici erano sommamente ignoranti riguardo al box office, sapevano bene o male quali erano i grandi successi e i film...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 26/2023

Che cosa c’era prima di Netflix e dei riassunti che cominciano con «previously»? E ancora prima dei dvd noleggiati da Blockbuster, ancora prima delle videocassette? Che si utilizzassero forme molto rudimentali di home cinema è piuttosto noto, e io stesso -...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 24/2023

Sembra ieri che li chiamavamo mondi paralleli. Oggi, invece, li definiamo multiversi, e se non ne fai parte non sei nessuno. Ovviamente bisogna saperli raccontare, e in tal caso meglio affidarsi a chi scrive e disegna Spider-Man: Across the Spider-Verse...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 22/2023

Della prima di Un chien andalou a Parigi, nel 1929, Luis Buñuel racconta di ricordare due cose. Una era l’assenza di Salvador Dalí, che in verità sul set c’era stato pochissimo, e che pareva...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 20/2023

La critica ideologica viene data spesso per morta. Roba da anni 60 e 70. Tempi in cui L’esorcista era destra ed Elio Petri andava attaccato perché fingeva di scagliarsi contro il potere ma usava in verità i mezzi di produzione del Capitale. Al massimo si nota che qualcuno, come...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 18/2023

La nostalgia per le vecchie canzoni italiane non è certo cosa recente, come invece sostengono i divulgatori di retromanie nate molto prima (io sono della scuola del Woody Allen di Midnight in Paris: ogni epoca ha la sua nostalgia). Quando alla fine degli anni 80 andavo...

Visioni dal fondo - FilmTv n° 16/2023

I film sono oggetti complicati. Quasi come le persone. Per questo motivo hanno bisogno di definizioni ricche, estese, spaziose. Questione importante anche per la critica, che talvolta sembra irrigidita in un lessico legnoso, oppressivo. Ma che può riguardare anche gli spettatori. Mi spiego con...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico - Satispay
Privacy Policy