Matteo Marelli

Matteo Marelli

Nota biografica in forma di plagio (Io copio talmente tanto che neppure più me ne accorgo):
pensierino della sera:
«Il critico non fa il cinema, ci va. La sua grandezza – non il suo limite – è questa: teniamocela stretta»
buon proposito del mattino:
«Il critico se vuole uscire dalla marginalità deve inventarsi nuovi modi di scrivere, parlare, far passare il cinema, il pensiero che il cinema mette ancora in forma»

Cinerama - FilmTv n° 15/2017

Francesco Munzi è nato nel 1969, l’anno della strage di piazza Fontana. Aveva cinque anni quando una bomba nascosta in un cestino portarifiuti esplose a Brescia, in piazza della Loggia, e sette la volta in cui si tenne l’ultima edizione del Festival del proletariato giovanile al Parco Lambro di...

Cinerama - FilmTv n° 15/2017

C’era una volta un’isola... ora c’è, domani si rinabisserà, e poi riaffiorerà di nuovo. Si tratta di Aldabra, uno dei più grandi atolli corallini del nostro pianeta, sei volte affondato e riemerso. Un paradiso che l’uomo provò ad abitare ma sul quale gli è stato impossibile rimanere....

Il lungo addio - FilmTv n° 15/2017

«L’unico film porno che valga la pena di vedere». È quello che pensa Paul Thomas Anderson di The Opening of Misty Beethoven (1976), rilettura del mito di Pigmalione diretta da Radley Metzger con lo pseudonimo di Henry Paris. Sembra che Anderson si sia ispirato proprio a Metzger,...

Cinerama - FilmTv n° 13/2017

«Vuoi ancora provare un’emozione? Prendi un prestito e ce lo dividiamo. Non dovremo restituirlo». «Perché no?». «Saremo già morti. Questa sfiga dovrà pur servire a qualcosa!». A dirselo sono Benno e Andi, due giovani uomini, malati terminali, decisi a fregare il sistema e autocelebrarsi con un...

Cinerama - FilmTv n° 12/2017

«Che cosa è lo scorrere della nostra vita se non un interminabile pianosequenza [...]? La vita è cinema perché la vita, in ogni momento, è come doppiata da un occhio virtuale, un occhio-obiettivo fotografico». Lo scriveva Pasolini (si tratta delle Osservazioni sul pianosequenza) e lo...

Cinerama - FilmTv n° 12/2017

Da sempre i sistemi di rappresentazione traducono e legittimano un’idea di ordine sociale. In alcuni momenti storici il potere vuole averne pieno controllo: nell’Italia fascista a diffondere la propaganda di regime fu l’Istituto Luce, responsabile, in alcuni casi, di falsi trasmessi come verità...

Cinerama - FilmTv n° 11/2017

«La vera arte [...] non può non essere rivoluzionaria». Lo scrivevano Breton, Rivera e Trotsky. Revolution racconta di quell’assalto al cielo che fu la rivoluzione socialista (di cui ricorre il centenario) che, nel momento della sua fase propulsiva, fece dell’arte lo strumento di...

Cinelab: Intervista - FilmTv n° 11/2017

Nel dittico sul poker di Pupi Avati (Regalo di Natale; La rivincita di Natale) era una figura strana e inquietante: all’apparenza un perdente masochista, si rivelava invece un feroce baro capace di annientare gli avversari. Si tratta dell’avvocato Santelia, personaggio reso...

Cinerama - FilmTv n° 10/2017

Il corpo dell’immigrato è bersaglio di speculazioni mediatiche, di una scrittura della catastrofe che, devota all’eccesso sensazionalistico, ne fa il protagonista di “eventi” tragici (sia se raccontato in termini di vittima sia di carnefice) che sono pretesto per dar sfogo a una feroce retorica...

Cinerama - FilmTv n° 10/2017

Il jazz come salvezza, per aver dato un senso alla sua vita. Lo dice Rava nel documentario il cui titolo riprende il consiglio che l’amico João Gilberto ripeteva al trombettista a New York, negli anni 70: «Suona solo le note necessarie». La regista prova a riscrivere il racconto biografico di...

Cinerama - FilmTv n° 09/2017

Brutta roba i progetti commemorativi; soprattutto al cinema, dove spesso si risolvono in un’accozzaglia di materiale di repertorio inframezzato da aneddoti o “spiegoni” di esperti in materia che si rivolgono frontalmente alla camera. Caro Lucio ti scrivo poggia invece su un’idea forte...

Cinerama - FilmTv n° 09/2017

È il 43 d.C., sono gli anni di diffusione della predicazione cristiana. La comunità dei fedeli reclama una guida e Pietro, indicato da Gesù come ministro della Chiesa, sfugge dalle responsabilità, spaventato dal confronto con le dispute teologico-filosofiche, e raggiunge Maria, la “piena di...

Cinerama - FilmTv n° 08/2017

Secondo lo psichiatra Santo Rullo c’è ancora da combattere «una battaglia fondamentale: reinserire le persone con disagio mentale in un tessuto sociale che tende a isolarle e stigmatizzarle». Da qui l‘idea di formare la prima nazionale italiana di calcio a 5 formata da giocatori con disturbi...

Cinerama - FilmTv n° 07/2017

«E se anche si tratta di idee nuove è sempre il passato che le colora». A dimostrazione della sincerità rispetto a quanto detto basti pensare a quando David Lynch racconta di quella volta che da ragazzino, dal buio della notte di Shoshoni Avenue, a Sierra Vista, vide affiorare una donna...

Cinerama - FilmTv n° 07/2017

Gianfranco Pannone, affiancato da Ambrogio Sparagna (musicista ed etnomusicologo attento alle espressioni di devozione popolare), con il progetto Lascia stare i santi, si colloca nel solco di quella tradizione culturale rivolta all’indagine dei territori antropologici del sacro: un’...

Cinerama - FilmTv n° 06/2017

Io, Claude Monet rientra nel progetto, divulgativo e lucroso prima che estetico, della serie di documentari La grande arte al cinema di Nexo Digital. Dopo Da Monet a Matisse - L’arte di dipingere il giardino moderno, distribuito nella precedente stagione, il maestro dell’...

Cinerama - FilmTv n° 06/2017

Sono diverse, troppe, le cose che non vanno in questo esordio nel lungo di Sebastian Maulucci, che è stato allievo di Marco Bellocchio nel progetto Sorelle e assistente alla regia di Paolo Sorrentino per L’amico di famiglia. Su tutto una sceneggiatura piuttosto ambiziosa, che...

Cinerama - FilmTv n° 05/2017

Billy Lynn è uno dei tanti “malati di guerra”, uno di quei giovani “entusiasti” trascinati ad arruolarsi, che si trova calato in un inimmaginabile inferno: la linea di fuoco del fronte (siamo nel corso del secondo conflitto iracheno), vera e propria scuola di assassinio. Sa che potrebbe finire...

Cinerama - FilmTv n° 05/2017

Chiunque abbia a cuore i problemi, la storia e l’identità del Novecento, non può esimersi dal confrontarsi con Hannah Arendt. Estranea a qualsiasi forma di ortodossia politica e culturale, eretica per scelta di ogni ideologia ufficiale, la filosofa di La banalità del male non ha temuto...

Cinerama - FilmTv n° 03/2017

Il documentario di Katia Bernardi è soltanto l’ultimo tassello di un progetto espanso che, procedendo a ritroso, si è strutturato in un omonimo libro, scritto dalla stessa regista, che era approdo di un diario diventato culto per gli utenti di Facebook - come dimostra il seguito della relativa...

Cinerama - FilmTv n° 02/2017

«Il cervello che sovrintendeva a quegli occhi [...] e a quelle mani coltivate diceva: “Questo qualcosa davanti a me appartiene a un genere che è ovviamente opportuno sopprimere”». Così Primo Levi a riguardo del Doktor Pannwitz, uno dei “luminari” dell’eugenetica, ovvero i responsabili dello...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy