Mauro Gervasini

Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.

Cineteca - FilmTv n° 52 / 2008

Primo film di Steven Spielberg, che cominciava così una breve gavetta in Tv prima di diventare il Re Mida del cinema hollywoodiano. Che dire: insieme al successivo Sugarland Express risulta il più classico dei suoi titoli. Per scrittura (ancora essenziale, senza soggettive divoranti,...

Cineteca - FilmTv n° 52 / 2008

Dopo il clamoroso successo del primo Gremlins si apre per Joe Dante un periodo difficile. Alcuni film personali (Explorers, Salto nel buio, L’erba del vicino), ma molto sfortunati al botteghino, lo costringono ad accettare la proposta di Spielberg per un...

Cineteca - FilmTv n° 51 / 2008

Pim pum pam! Una commedia col botto. I fratelli Coen, al loro massimo, riflettono sull’America profonda, estremo avamposto di brutture morali e chincaglierie kitsch. Lo fanno attraverso i toni caustici e grotteschi tipici del loro cinema, abbandonandosi al ritmo indiavolato degli eventi e...

Cineteca - FilmTv n° 51 / 2008

Osso duro Spielberg, il più importante cineasta americano degli ultimi 25 anni. Capace di realizzare film epocali (come questo) gioiellini intimisti (Always) ma anche ruffiano nel sapersi accattivare il pubblico. I suoi ultimi film dimostrano che le ambizioni d’autore non si coniugano...

Cinerama - FilmTv n° 50 / 2008

Piccola Stella senza cielo, si aggira per Parigi un po' disorientata. Anno di grazia 1977, la bambina, dalla famiglia a dir poco disfunzionale e sbandata, è cresciuta in un bistrot della periferia, a contatto con alcolisti tutt'altro che anonimi e figure noir tipo Guillaume Depardieu (qui alla...

Cineteca - FilmTv n° 50 / 2008

Facile dire che uno dei padri spirituali del Free Cinema inglese, John Schlesinger, ha mantenuto con questo suo primo film americano lo stesso sguardo feroce che aveva in patria. Facile e vero. Rivedetelo adesso, Un uomo da marciapiede: scoprirete che nonostante gli ammiccamenti...

Cineteca - FilmTv n° 49 / 2008

Il valore di questo film, forse il migliore tra gli horror di Lucio Fulci, è soprattutto ideologico. Non solo, certo, perché nella maggior parte delle sequenze si respira del buon cinema e il finale è decisamente agghiacciante... Ma, dicevamo, di tipo ideologico perché il regista si lascia...

Cinerama - FilmTv n° 48 / 2008

In un villaggio ungherese, poco dopo la caduta del Muro di Berlino, arrivano due italiani. Il primo è Gerardo, tipico connazionale all'estero, che tra carinerie, "cucù" e canzoni di Celentano conquista il cuore dei villici, facendoli lavorare allegramente nel suo calzaturificio. Il secondo è...

Cineteca - FilmTv n° 48 / 2008

Il filone del road movie thriller ci ha regalato, in passato, più di un gioiello. Ricordate The Hitcher? In pieni anni ‘80 mostrava quanto fosse inopportuno accettare caramelle da sconosciuti e di quanto fossero al sangue i sogni della Disneyland americana. Nel Duemila, senza più...

Cineteca - FilmTv n° 48 / 2008

Forse, con il senno di poi, il più originale dei film di Martin Scorsese. Perché inatteso, magmatico, sorprendente, di una perfezione che sa essere allo stesso tempo elegante e viscerale. Sulla carta, l’omonimo romanzo di Edith Wharton pareva distante mille miglia dall’immaginario dell’autore...

Cinerama - FilmTv n° 47 / 2008

Era meglio morire da piccoli? No, perché poi si cresce, si cambia, certe volte ci si corrompe. Lucia, Ignazio e il fragile Fabio erano amici, la vita li ha divisi, uno di qua, una di là. Ignazio magistrato a Milano, Lucia giovane sposa di un delinquentello nel Salento, Fabio che appassisce...

Locandina - FilmTv n° 47 / 2008

Quando Jean-Pierre Melville gira Tutte le ore feriscono, l’ultima uccide nell’ambiente è già una star. Ha girato otto film, alcuni, come quelli con Belmondo (Lo spione,Léon Morin, prete, Lo sciacallo) di buon successo commerciale, altri, come il...

Cinerama - FilmTv n° 47 / 2008

Scusate, forse all'ultima Mostra di Venezia, dove era in concorso, erano tutti distratti e non se ne sono accorti, ma Rachel sta per sposarsi non è un bel film. È molto di più. È un'opera totale che sembra "farsi" mentre la vedi, una storia che coinvolge solo accadendo, senza artifici...

Cineteca - FilmTv n° 46 / 2008

Esiste una specie di sottogenere nato per soddisfare chi non ama i blockbuster. È il cinema pseudo-intellettuale, quello che studia a tavolino come essere impegnato. Tanto per citare un altro esemplare: Sideways di Alexander Payne. Il campione del filone resta però American Beauty...

Cineteca - FilmTv n° 45 / 2008

Un concetto sul quale autori e intellettuali postmoderni sono tutti d’accordo: il cinema è morto. Quello di Tarantino riesce a essere “a prova di morte”. Si è rigenerato dalle ceneri riciclando energia dai frammenti di visioni eterogenee (poliziottesco, Hong Kong, blaxploitation, horror…) per...

Cinerama - FilmTv n° 45 / 2008

A Sud Ovest di Sonora una bionda signora americana, tutta famiglia e torta di ciliegie, ha una relazione clandestina con un affascinante messicano. In una uggiosa cittadina della costa orientale una donna, responsabile di un lussuoso ristorante da cinquecento dollari a botta di mancia, si...

Cineteca - FilmTv n° 44 / 2008

Le gambe delle donne? «Compassi che misurano il mondo». Cult celebre e amatissimo per frasi, situazioni e stile (sobrio, appassionato e mai urlato), è uno dei film di Truffaut che meno colpì pubblico e critica al suo apparire e che più crebbe nel tempo, come si conviene ai film “inattuali”,...

Cineteca - FilmTv n° 44 / 2008

Narra la leggenda che Lawrence Kasdan all’università avesse dovuto preparare una serie di tesine di cinema, una per ogni genere, o quasi. L’avventuroso, il generazionale, il noir, il western... Non gli è poi stato difficile scrivere I predatori dell’Arca perduta, Il grande freddo...

Cinerama - FilmTv n° 44 / 2008

Dialogo tra un lavoratore e il suo principale. «No, non ti hanno licenziato, peggio». «Come peggio?!» «Sì, ti hanno trasferito... su al Nord». «Al Nord?! Tipo Lione?» «No no, non Lione, più su». «Non Parigi spero...!!» «No no, più su, più su...». Questo capita al povero Philippe, "dislocato"...

Cineteca - FilmTv n° 43 / 2008

Eccolo qua un vero e proprio cult del cinema italiano! Perché Un americano a Roma è stato un successo commerciale ma anche un fenomeno di costume (culturale) a prescindere dai suoi effettivi meriti cinematografici. C’è chi ha scritto che Nando Moriconi è un personaggio più da sketch...

Cineteca - FilmTv n° 42 / 2008

L’idea è talmente bizzarra che non poteva non funzionare. Immaginare una comunità di motociclisti che si vestono, ma soprattutto vivono, come i cavalieri della Tavola Rotonda, portando in giro il loro spettacolo di duelli e tornei nel Midwest americano. E nello stesso tempo strappare il mito...

Cineteca - FilmTv n° 41 / 2008

Se su alcune delle pellicole successive (come Gangs of New York o The Departed) rimane il dubbio se si tratti di titoli “minori” o di capolavori mancati, su Quei bravi ragazzi ci sono solo certezze: è un’opera straordinaria che alla sua uscita fece sussultare tutti....

Servizio - FilmTv n° 41 / 2008

L’autore di un film di James Bond non è mai il regista. Nel corso degli anni (quarantasei) se ne sono avvicendati anche di molto bravi (Terence Young, Peter Hunt, Martin Campbell…) ma non è dipesa solo da loro la messa in scena delle storie. Non è mai neppure lo sceneggiatore l’elemento...

Cinerama - FilmTv n° 41 / 2008

La prima "classe" del film, a dire il vero, è quella dei professori. All'inizio dell'anno scolastico si ritrovano, si studiano, accolgono i novizi dicendo loro «bon courage». E il coraggio serve quando lavori nella scuola pubblica, magari in una banlieue. Lo sa bene François Bégaudeau, ex...

Cinerama - FilmTv n° 41 / 2008

Curioso staterello il Maine. A Cabot Cove, dove abita la signora in giallo, uccidono una persona al giorno; a Castle Rock, ridente località inventata da Stephen King, si danno appuntamento mostri e affini, una volta persino il diavolo. Non stupisce che barricata in un supermarket si ritrovi...

Cineteca - FilmTv n° 40 / 2008

Capita, a volte, con i film nei quali gli autori sono troppo coinvolti. Da anni Martin Scorsese voleva fare il suo personale Nascita di una nazione, partendo dalla sua città natale crocicchio di eventi e storie con la S maiuscola. Per qualcuno però il film è un classico “capolavoro...

Cineteca - FilmTv n° 40 / 2008

In origine il film si doveva intitolare Looters (I saccheggiatori), riferito ai due pompieri bianchi protagonisti della pericolosa caccia al tesoro nel territorio di una temibile gang afro-americana. La rivolta dei ghetti di Los Angeles dopo il pestaggio di Rodney King preoccupò i...

Cinerama - FilmTv n° 40 / 2008

Esistono ottimi film-rock (che ne metabolizzano lo spirito) ma sono pochi quelli che lo sanno raccontare. Eccone uno: Ex Drummer di Koen Mortier, storia di una rock'n'roll band come non se ne è mai vista una sulla faccia della Terra. Sono i The Feminists, idoli delle folle nel Belgio...

Cinerama - FilmTv n° 40 / 2008

La storia la conoscete. Ai piani alti ci si arrabbia di brutto, scende il famoso diluvio universale, un tizio con barba bianca tira su un'arca e poi ci son due coccodrilli, un orangotango, due piccoli serpenti e un'aquila reale. Nessuno però ci ha mai raccontato cosa diavolo successe, su quel...

Cineteca - FilmTv n° 39 / 2008

Un’anomalia nell’appassionante filmografia di Brian De Palma. Vittime di guerra è ispirato a un fatto vero, poi trasformato in un articolo di giornale e quindi in un film di Elia Kazan (I visitatori). Ma questo non è un vero e proprio remake, perché si sofferma non tanto sul...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy