Roberto Manassero

Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Dalla cenere di Chernobyl e dal fallimento della storia sovietica, nel cuore ovattato di un quartiere benestante isolato alle porte di una grande città della Polonia (oggi tentata dal voltare le spalle all’Europa e riaffermare per l’appunto il proprio isolazionismo sovranista), arriva uno...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Per Gianfranco Rosi lo spazio dell’inquadratura, la sua costruzione geometrica e spesso agghindata, è il luogo in cui il cinema vince sulla Storia. L’immagine si apre al reale, lo osserva, lo asseconda, lo modula, e infine lo supera trasformandolo in una sorta di zona franca. «Di quanto dolore...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Fern, la protagonista interpretata da Frances McDormand, si definisce houseless, senza abitazione, non homeless, senza casa. La casa è ovunque, nell’America del Southwest e della California: è il paesaggio, la strada, la comunità di viaggiatori che occupa le aree di sosta e...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

La visione casalinga di The Killers nei primi minuti illustra fin troppo chiaramente il destino dei due protagonisti di Amants, giovani, belli e innamorati, ma abbastanza arditi o stupidi da flirtare con la morte e per questo costretti a separarsi. Da Parigi all’Oceano indiano...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

C’è molto di Antonio Ligabue, in Volevo nascondermi. Ci sono la Svizzera e l’Italia, l’Emilia e Roma; ci sono la follia, la libertà del reietto e la condanna alla solitudine; ci sono le tante lingue della sua vita, lo svizzero-tedesco delle origini, l’italiano dei medici e dei podestà...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Gli scheletri di due uomini distesi l’uno a fianco dell’altro, mano nella mano: First Cow, il nuovo western di Kelly Reichardt, si apre con un’immagine fortemente simbolica. La regista americana – che ha adattato con Jon Raymond un romanzo di quest’ultimo, The Half-Life –...

Servizio - FilmTv n° 43/2020

Nelle scorse settimane è girato in rete un video elettorale dei due candidati a governatore dello Utah, il repubblicano Spencer Cox e il democratico Chris Peterson, insieme nella stessa inquadratura ad affermare un principio di civiltà quasi sconosciuto nella politica americana degli ultimi...

Cinerama - FilmTv n° 42/2020

Secondo Pietro Castellitto I predatori è un film antiborghese, non un film antifascista. Ci sono i proletari fasci di Ostia che dietro l’aria da cafoni nascondono un po’ di umanità (e poco importa il gioco metanarrativo che dovrebbe stabilire una distanza ironica nella morale del film...

Muzik - FilmTv n° 42/2020

«All songs performed, recorded, engineered, arranged, mixed and produced by Sufjan Stevens»: si legge così, su music.sufjan.com, nella pagina dedicata all’ultimo album del cantautore americano, The Ascension, uscito il 25 settembre 2020 per Asthmatic Kitty....

Servizio - FilmTv n° 40/2020

SARDEGNA, USA 
Il segreto del cinema dei fratelli Bill IV e Turner Ross, quarantenni nati in Ohio e da tempo trasferitisi a New Orleans, sta nel legame prezioso e fragilissimo fra l’ampiezza senza confini della realtà e i limiti spaziali e temporali del cinema. Nel loro...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 40/2020

Per quanto possa sembrare strano, se si prova a digitare “Ingmar Bergman” nello spazio di ricerca di Amazon Prime Video vengono fuori addirittura 26 titoli: più della metà della filmografia del regista svedese, un paradiso del cinefilo. A uno sguardo più attento ci si accorge in realtà dell’...

Cinerama - FilmTv n° 39/2020

Nell’ossimoro del titolo sta la lettura di Mai per sempre, intreccio di tre storie che mescola commedia sentimentale, mélo e noir: un film di opposti, di umori contrastanti e destini incrociati, che accumula tracce narrative - l’amore tra un meccanico di origini altoborghesi e la...

Scanners - FilmTv n° 39/2020

Chloé Zhao, regista cinese trasferitasi da tempo negli Stati Uniti, ha trovato nella riserva indiana di Pine Ridge, nel South Dakota, e nei Lakota Sioux che la abitano, la culla del proprio cinema, uno spazio chiuso, protettivo e desolato, in cui osservare l’esistenza di un gruppo di giovani...

Serial Minds - FilmTv n° 39/2020

Non c’è nulla di nuovo in Un volto, due destini, miniserie HBO tratta da un romanzo bestseller di fine anni 90, I Know This Much Is True di Wally Lamb, adattato da Derek Cianfrance (coadiuvato in due episodi da Anya Epstein) su invito dell’attore protagonista Mark Ruffalo, a...

Editoriale - FilmTv n° 39/2020

«We are America, those other people are not» disse nel 1992 il presidente del Republican National Committee Richard Bond. Con «noi» intendeva i repubblicani, naturalmente, e con «le altre persone» i democratici, quelli che Newt Gingrich avrebbe definito i «nemici degli americani...

Cinerama - FilmTv n° 38/2020

L’attualità del romanzo Aspettando i barbari, scritto da J.M. Coetzee nel 1980, è evidente nella natura emblematica della storia astratta e universale che racconta. La fortezza senza nome al centro del racconto (e del film, sceneggiato dallo stesso autore sudafricano e lungamente...

Intervista - FilmTv n° 38/2020

Vitalina Varela è prima di tutto un nome di donna, poi il titolo del film a lei dedicato, storia di un’immigrata capoverdiana, che giunge a Lisbona per la morte del marito. La storia di un luogo, di una solitudine, di un incontro. Un film rituale, un mistero. Ne abbiamo parlato con Pedro Costa...

Cinerama - FilmTv n° 37/2020

Per Gianfranco Rosi lo spazio dell’inquadratura, la sua costruzione geometrica e spesso agghindata, è il luogo in cui il cinema vince sulla Storia. L’immagine si apre al reale, lo osserva, lo asseconda, lo modula, e infine lo supera trasformandolo in una sorta di zona franca. «Di quanto dolore...

Cinerama - FilmTv n° 36/2020

La presenza di Gavino Ledda come interprete principale di Assandira è il segno evidente delle intenzioni del film (tratto dall’omonimo romanzo di Giulio Angioni), un canto doloroso sul tradimento della Sardegna nei confronti del proprio retaggio ancestrale. L’autore di Padre...

Cinerama - FilmTv n° 35/2020

A più di dieci anni dalla presentazione a Cannes è difficile non vedere (per qualcuno rivedere) Dogtooth alla luce di ciò che ha rappresentato. All’epoca, dopo Kinetta dello stesso Lanthimos e prima di Attenberg di Athina Rachel Tsangari (qui produttrice), fu l’...

Cinerama - FilmTv n° 35/2020

Fuori dall’Arabia Saudita, Haifaa al-Mansour è diventata una regista senza identità, pronta all’uso per operazioni letterarie (Mary Shelley - Un amore immortale) o anonimi film targati Netflix (Dacci un taglio). La natura quietamente militante dell’esordio La bicicletta...

Intervista - FilmTv n° 35/2020

Dicono che sarà il momento in cui il mondo dei festival ripartirà dopo l’interruzione dovuta alla pandemia. Dicono che potrebbe essere un azzardo, che sarà un’edizione monca o magari una sorpresa, un’occasione colta al volo, un’opportunità. Dicono un sacco di cose sulla 77ª edizione della...

Cinerama - FilmTv n° 34/2020

Come dice il titolo originale Orpheline, la protagonista dell’ultimo film di Arnaud des Pallières (in sala a quattro anni dalla presentazione al Festival di Toronto), interpretata da quattro attrici diverse in altrettante fasi della vita, è un’orfana a cui non mancano i genitori, ma...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 34/2020

-

Cinerama - FilmTv n° 33/2020

Uno dei luoghi comuni sulla percezione del cinema da parte degli spettatori e soprattutto della critica, vuole che la dannazione e il tentativo di liberarsi dei propri demoni da parte di un regista più o meno maledetto, fra tentativi d’espiazione ed elaborazione della colpa, debbano per forza...

Servizio - FilmTv n° 31/2020

Insieme ai film di Jim Jarmusch, Movies Inspired ha riportato in sala altri quattro titoli d’autore restaurati: capolavori, opere maledette, un esordio folgorante. Tutti da riscoprire, su grande schermo.

Cinerama - FilmTv n° 30/2020

Presentato al Certain regard di Cannes nel 2018, all’uscita nei cinema cinesi Un lungo viaggio nella notte è diventato contro ogni aspettativa, grazie a una campagna pubblicitaria che lo presentava come un film romantico, un campione d’incassi. Un vero e proprio caso, per un film - l’...

Editoriale - FilmTv n° 30/2020

Cos’ha ancora da offrire New York, città fagocitata dal suo stesso immaginario, senza più luoghi, volti, storie, sorprese da offrire? Come la filmi, come la guardi, New York, senza incappare in uno stereotipo, in uno sguardo inevitabilmente contraffatto? Dove stanno, ancora, a New York, gli...

Servizio - FilmTv n° 30/2020

Ciò che l’occhio non vede è il titolo italiano di un film collettivo realizzato durante le Olimpiadi di Monaco del 1972, quelle funestate dall’azione terroristica di Settembre nero. In originale Visions of Eight, dal numero di registi chiamati a riprendere gli atleti e le loro...

Piattaforma: Servizio - FilmTv n° 29/2020

Per chi allora c’era, tra la fine degli anni 80 e l’inizio dei 90, dopo la scoperta nei festival dell’Occidente e l’uscita prima in sala e poi in home video, il Decalogo di Krzysztof Kieslowski fu per molti la rivelazione di un cineasta, di un mondo,...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy