Roberto Manassero

Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.

Cinerama - FilmTv n° 12/2018

Fixeur, in inglese fixer, cioè intermediario, colui che conosce una situazione e aiuta altre persone a sbrogliarsela. Nel giornalismo è il contatto, sovente il traduttore. Come il protagonista di questo film, il trentenne Radu che, venuto a sapere del ritorno in Romania di due...

Cinerama - FilmTv n° 12/2018

Come in un bellissimo film di qualche anno fa, L’apprenti di Samuel Collardey, Petit paysan racconta il legame spietato, soffocante fra un uomo e la sua fattoria. Pierre, il protagonista, è un allevatore di mucche trentenne, gestisce un’azienda agricola dalle parti di Reims e...

Cinerama - FilmTv n° 11/2018

«Non puoi lasciarmi vivere la mia vita da donna padrona del proprio destino?»: a dirlo è la protagonista di questo film, Rachel Ashley, eroina ambigua e per questo modernissima, nonostante sia una vedova del XIX secolo creata nel 1951 da Daphne du Maurier, già portata al cinema da Hollywood l’...

Cinerama - FilmTv n° 11/2018

Rumble è il titolo di un mitico pezzo anni 50 di cui chiunque riconoscerebbe l’attacco (si sente anche in Pulp Fiction). L’autore era Link Wray, pioniere del rock e della chitarra elettrica, amatissimo da gente come Jeff Beck, Pete Townshend e Robbie Robertson, che per tutta...

Il Sassolino - FilmTv n° 11/2018

Quando, in un racconto americano, un ragazzo diventa uomo, ci viene chiesto di credere che la sua esperienza di cambiamento è stata cruciale e definitiva, senza che occorrano ulteriori conferme. A dirlo non sono io, ma Saul Bellow, a proposito di Hemingway e del suo legame con Huckleberry Finn...

Servizio - Articolo per il sito - Solo online

La vita dei Feldmann, famiglia benestante di Tel Aviv, viene sconvolta la mattina in cui due ufficiali dell’esercito bussano alla porta: sono venuti comunicare che il figlio maggiore Jonathan, soldato di leva mandato a presidiare un posto di blocco, è morto. La madre Daphna crolla, la sorella è...

Servizio - Articolo per il sito - Solo online

Samuel Maoz è nato a Tel Aviv nel 1962, ha diretto due soli film di finzione, Lebanon e per l’appunto Foxtrot, con i quali ha ricevuto in entrambi casi premi alla Mostra di Venezia: con il primo, nel 2009, il Leone d’oro, con il secondo il Gran premio della Giuria. Prima di...

Servizio - Articolo per il sito - Solo online

«La coincidenza è il modo che Dio ha di restare anonimo», ha detto Maoz, citando Einstein, presentando il film. E Foxtrot, nei suoi tre atti rigidamente divisi (l’annuncio della morte di Jonathan, la vita del ragazzo al posto di blocco, il ritorno nell’appartamento dei genitori), è...

Cinerama - FilmTv n° 10/2018

Chi si ricorda, oggi, del cinéma nôvo, di Glauber Rocha, Nelson Pereira dos Santos, Joaquim Pedro de Andrade, Paulo César Saraceni, Ruy Guerra, Walter Lima Jr., Gustavo Dahl? Sembrano passati secoli da quel movimento un po’ spontaneo e un po’ organizzato che nel Brasile degli anni 60 e...

Cinerama - FilmTv n° 10/2018

Ah, che bello il mondo in cui gli intellettuali andavano in tv a promuovere i loro libri, scatenando reazioni nell’opinione pubblica e accesi dibattiti. Che bello quando era ancora credibile prendere in giro un intellettuale, non per delegittimarlo più di quanto la società contemporanea abbia...

Servizio - FilmTv n° 10/2018

I premi scontentano sempre tutti, a parte ovviamente chi li vince. Adina Pintilie, regista dell’Orso d’oro della Berlinale 68, Touch Me Not (premiato anche come migliore opera prima), con la statuetta in mano aveva il volto raggiante, ma altrove, soprattutto in quel posto dell’altrove...

Cinerama - FilmTv n° 08/2018

(Attenzione: spoiler!). Never cursed, mai dannato, dice il biglietto che Alma, la protagonista femminile di Il filo nascosto, trova fra le cuciture di un abito da sposa disegnato dall’uomo di cui è innamorata, Reynolds Woodcock, ambitissimo stilista dell’alta società londinese...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 08/2018

«L’ artista tenta di accrescere a dismisura il valore della personalità umana». Lo ha detto Nietzsche, ma la citazione viene da Saul Bellow, da quella preziosa raccolta di saggi sulla scrittura e il mestiere dello scrittore che è Troppe cose a cui pensare (Sur, traduzione di Luca...

Cinerama - FilmTv n° 07/2018

La storia vera di Maria Theresia von Paradis, diciottenne cieca e dal grande talento per il pianoforte, nella Vienna del 1777. Figlia di aristocratici, viene affidata a un medico che gestisce con metodi sperimentali una casa di cura: ma nel momento in cui recupera parzialmente la vista, perde...

Cinerama - FilmTv n° 06/2018

54 anni fa, nel 1964, l’esito del processo di Rivonia segnò uno dei momenti chiave nella lotta all’Apartheid in Sudafrica: Nelson Mandela, leader dell’ANC, il Congresso nazionale africano, insieme ad altri otto compagni di partito, sia bianchi sia neri, fu condannato all’ergastolo, e non alla...

Cinerama - FilmTv n° 05/2018

«Un giorno in pretura, come quella trasmissione in tv», dice una delle 60 persone chiamate a presentarsi al Palazzo di giustizia di Milano e in attesa di sapere se sarà scelta come giudice popolare della Corte d’assise d’appello. La convocazione parla di persone comuni chiamate a...

Cineteca - FilmTv n° 05/2018

La giovinezza di Tenzin Gyatso, il 14° Dalai Lama, dalla reincarnazione nel Buddha alla vita religiosa nel convento di Lhasa, fino allo scontro con la Cina e l'esilio tutt’ora in corso. Scorsese prende un soggetto religioso apparentemente fuori dalle sue corde e lo trasforma in un’...

Servizio - FilmTv n° 05/2018

Firme di Film Tv riflettono sul film di Luca Guadagnino, uscito in sala il 25 gennaio 2018 e candidato a quattro premi Oscar.

Cinelab: Intervista - FilmTv n° 04/2018

Abbiamo incontrato Sophie Fiennes, autrice di Grace Jones - Bloodlight and Bami (in sala solo il 30 e il 31 gennaio 2018, recensione su FilmTv n° 05/2017), documentario sulla grande cantante giamaicana, sul fascino delle sue performance e sull’intimità delle sue relazioni familiari....

Servizio - FilmTv n° 04/2018

Ese la memoria, a forza di evocarla, stesse per diventare una forma di fantasia? E se Auschwitz, da luogo in cui la Storia dell’umanità ha incontrato la fredda materialità del calcolo e dell’accumulo, venisse trasformato in uno spazio inerme riempito di storie, di volti e di nomi, ma svuotato...

Cinerama - FilmTv n° 03/2018

Fondere western, cinema pauperista e surrealismo: è questo l’azzardo di Marlina - Omicida in quattro atti, film indonesiano presentato alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes 2017. Il fascino dei paesaggi brulli e collinosi dell’isola di Sumba, lontani dalla tipica iconografia dell’...

Punti di vista - FilmTv n° 02/2018

Ancora il corpo di un potente. Quello di J. Paul Getty in Tutti i soldi del mondo, passato dalla maschera deforme di Kevin Spacey con naso applicato alla figura elegante di Christopher Plummer, che dell’uomo più ricco del mondo ha dato un’immagine di orgoglio e colpa molto simile a...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Rifugiati che approdano in Europa fuggendo da Siria, Iraq o Africa Centrale. Gente di etnia rohiyngia cacciata dal Manyamar. Curdi in lotta con il governo turco. Il più grande campo d’accoglienza del mondo in Uganda. E poi Gaza, il muro tra Usa e Messico e gli sfollati di Mosul. Ai Weiwei filma...

Cinerama - Articolo per il sito - Solo online

Happy End potrebbe essere un seguito di Amour. Per Haneke, in questo dramma su una famiglia di costruttori di Calais, con il patriarca vedovo, la figlia imprenditrice, il figlio medico, un nipote fallito e una nipote depressa, oltre la morte esiste qualcosa di ancora più...

Cinerama - FilmTv n° 52/2017

«Che nostalgia» recita un manifesto con l’effige di Che Guevara inquadrato nella casa di uno degli abitanti della Bassa reggiana protagonisti di Mondo Za: già, che nostalgia! Di un mondo compreso tra paesi come Brescello, Guastalla, Luzzara, cantato e ricreato da Cesare Zavattini, che...

Cinerama Piattaforma - FilmTv n° 51/2017

Nelle famiglie georgiane si usa ancora vivere tutti sotto lo stesso tetto: nonni, genitori, figli, figlie e rispettivi consorti. Lo spazio si condivide e si subisce - e così la vita. Forse per questo la protagonista di My Happy Family, opera seconda della coppia di registi (lei...

Cinerama - FilmTv n° 51/2017

Nell’omonimo romanzo di Giuseppe Pontiggia da cui il film è tratto, la lettera anonima attorno a cui ruota la vicenda indica un errore filologico sulla parola “ipocrita” come prova dell’incompetenza del professore universitario protagonista. In questa versione, classico esempio di film...

Cinerama - FilmTv n° 50/2017

Si chiama sindrome di Collyer, e indica la tendenza ad accumulare oggetti in maniera compulsiva. Deriva da due fratelli newyorkesi, Homer e Langley Collyer, a cui E.L. Doctorow dedicò uno dei suoi capolavori (Homer & Langley). I due fratelli di La poltrona del padre,...

Servizio - FilmTv n° 50/2017

Da un saggio di Gianni Canova all’ultimo film di Andrey Zvyagintsev, passando per le serie tv: viaggio nel rapporto tra potere e audiovisivo contemporaneo.

Cinerama - FilmTv n° 49/2017

La sceneggiatura di Suburbicon è dei fratelli Coen, si sa. Anche a non saperlo, però, verrebbe da pensarlo dopo pochi minuti di film: una cittadina nell’America degli anni 50, le solite casette tutte uguali, i soliti colori pastello, i soliti sorrisi smaglianti dei bianchi prosperi e...

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy