Giulio Sangiorgio

Giulio Sangiorgio

Dirige Film Tv, sceglie film per Filmmaker. Non è in grado di stendere un suo profilo, ma sa che l'anagramma del suo nome è Luigio Nasogrigio.

Cineteca - FilmTv n° 09/2013

Il film come lavoro collettivo: opera sperimentale di Nicholas Ray («il cinema», direbbe Godard), lacerti di narrazione che sono soprattutto un documentario sulle riprese, traccia dell’evolversi di un gesto creativo, immagini in split screen che sono vita nell’atto di donarsi al cinematografo....

Cinerama - FilmTv n° 09/2013

«Girlfriend in a coma I know I know it's serious» cantavano gli Smiths. Serio il coma dello?Stivale, serio Bill Emmott che, con la complicità di Annalisa Piras, gira il suo viaggio in Italia: omino buffo dal cuore liberale, il fu direttore del "The Economist" cazzia e mazzia (come ha...

Cineteca - FilmTv n° 09/2013

Il film che, con Vittime di guerra di De Palma, fa della rappresentazione del Vietnam una questione di memoria: Coppola sottrae il conflitto all’allegoria sanguinolenta di Apocalypse Now, seppellisce i morti, elaborando un lutto che è anche quello personale di un padre (per...

Cineteca - FilmTv n° 09/2013

Vittime di guerra aggiornato alle nuove tecnologie: collage di reperti, rifacimento di materiale presente in Rete sull’atrocità dell’Iraq. De Palma ci dice che le immagini sono sempre in abisso: si frammentano, estetizzano e testimoniano, colgono e obnubilano i fatti. Possibile...

Cineteca - FilmTv n° 09/2013

Negli Anni Zero, in Francia, s’è fatto strada un horror di violenza estrema, estremamente politico, incentrato sulla Donna come luogo d’elaborazione metaforica. Questo film è la cristallizzazione parodica, parossistica, di quel movimento. Riot & zombie movie, tra il polar e Carpenter,...

Cineteca - FilmTv n° 09/2013

Bertolucci minimale, sinfonia per due solitudini, come Ultimo tango e Io e Te. Un sacrificio d’amore silenzioso, mentre la musica risuona e la mdp, chiusa in interni, accarezza la pelle dei protagonisti, ne articola il lessico emotivo in movimenti impossibili, comprendendo il...

Cineteca - FilmTv n° 09/2013

Dopo I peccati di Madame Bovary, Sergio e Luciano Martino adottano il corpo conturbante di Edwige Fenech, nel primo capitolo di una collaborazione che qui segue i passi di Dario Argento. Febbrile allucinazione sadomasochistica, in un labirinto giallo. Cult movie d’esportazione.

Cinerama - FilmTv n° 08/2013

Maggio 2001, Mindanao, Filippine: il gruppo islamista Abu Sayyaf rapisce un gruppo di turisti. Lo scopo: finanziare le proprie attività, sotto l'egida di Bin Laden, con i riscatti. Mendoza, da una storia vera lunga 377 giorni, trasforma la giungla in un set dove gli attori ripresentano le...

Cineteca - FilmTv n° 08/2013

Sono ossessionati dalle immagini come forma di memoria, Farocki e Ujica, e tessono la trama dei giorni della caduta di Ceausescu in un found footage che è traccia video corale di una rivoluzione. Il controcanto? Quel testo definitivo sulla messa in scena del Potere che è Autobiografia lui...

Cineteca - FilmTv n° 08/2013

La via italiana al mind game movie, al cubo di Rubik noir: qui si guarda a Lynch e De Palma, a Nolan e Shyamalan, si invita lo spettatore a porsi domande, lo si coinvolge nel rompicapo tra presente e passato, sogno e allucinazione. In fondo è più politico un prodotto come questo, che...

Cineteca - FilmTv n° 08/2013

Il cinema, per Reygadas, dovrebbe essere vicino alla musica. Il titolo di questo esordio, bellissimo, suona, contrasta, apre domande. E no, non ci sono risposte sulle note finali di Arvo Pärt. Per citare Picasso: «Chiederesti mai a Dio cosa significano i fiori?». Cinema sensuale, fatto di...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 08/2013

Samson Raphaelson, autore del dramma che nel 1927 divenne il primo film parlato della Storia del Cinema, Il cantante di jazz, era il fratello di suo padre. Film di poche parole. Parole vuote di significato, parole pesanti per lo sviluppo del cinematografo. Lui, Robert detto Bob, nacque...

Cineteca - FilmTv n° 07/2013

17 camere digitali articolano un documentario corale che si finge una fiction sulla danza, tesa tra la scena e il retroscena, tra la regola e l’improvvisazione. È un omaggio all’arte rivoluzionaria della coreografa Isadora Duncan, ma anche, soprattutto, il cinema di Altman allo stato primitivo...

Editoriale - FilmTv n° 07/2013

In libreria dal 1° febbraio 2013 e sul sito della Sigismundus Editrice (www.sigismundus.it) potete acquistare João César Monteiro. L’alchimista di parole, selezione di scritti del regista lusitano scomparso 10 anni fa, il 3 febbraio del 2003....

Cineteca - FilmTv n° 07/2013

5 uomini, un buco da scavare: quello che porta i prigionieri alla libertà. Ultimo film di Jacques Becker, da un romanzo di José Giovanni, un...

Cineteca - FilmTv n° 07/2013

Fincher sfida Hitchcock, chiude l’America e le sue fobie in una stanza e ci ricorda al solito che ognuno sta solo recitando il suo ruolo. E che un altro ruolo, opposto, è lì, disponibile. Così l’aridità di un cinema metallico, freddo, avanguardista, finisce sempre per accendersi, sottopelle....

Cineteca - FilmTv n° 07/2013

Prima c’è l’inasprimento nel grottesco della commedia all’italiana, ci sono i borghesi piccoli piccoli, le maschere nere. Poi c’è la degenerazione neotelevisiva, l’avanspettacolo, il Bagaglino. Villaggio crea un personaggio pietra angolare, segna un passaggio antropologico. Dramma comico...

Cinerama - FilmTv n° 07/2013

Un uomo, una pistola, un cadavere. Ma la mdp non registra che le sfocature della realtà, i colori che colano ai margini dell'evento, i rumori che offuscano le sue dinamiche. Non si vedono le coordinate della colpa. E nemmeno quelle della giustizia. Di certo c'è che Billy è un poliziotto. Che...

Cineteca - FilmTv n° 06/2013

Melville, in miseria e clandestinità, affronta il testo sacro di Henri Vercors sulla Resistenza: ed è un miracolo di presunti opposti, questo film letterario di pure forme cinematografiche, girato all’aria aperta, in odor di...

Cineteca - FilmTv n° 06/2013

Il Minnelli che non ricordi. Una coppia che echeggia una serie Tv (Ball e Arnaz, come in I Love Lucy, come nella vita), una roulotte che è la vera protagonista: palcoscenico, oggetto di discordia, sintomo di progresso idiota e sogno di un consumismo ottuso. Una farsa (raffinatamente)...

Cineteca - FilmTv n° 06/2013

Almodóvar gioca fuori camp, lontano dalla movida, sempre dentro al movimento di cui si alimentano i personaggi, all’inesausta ricerca di altri volti, di altri ruoli, di altri sé: il desiderio è la dinamo del suo cinema, un desiderio costantemente rivolto allo specchio. Per chi scrive, il suo...

Cineteca - FilmTv n° 06/2013

Adattamento letterale del romanzo di Edith Wharton, film in costume che riveste un’ordinaria tragedia novecentesca di determinismo e fallimento. Davies sente i moti irragionevoli e frustrati del cuore lontano nel tempo, con calligrafia sobria dettaglia il ritratto dolente di una donna aspra,...

Cineteca - FilmTv n° 06/2013

Entrare in fabbrica, mettere in scena un rapporto di potere e sottomissione guardando al linguaggio integrato della commedia all’italiana: Petri orchestra un concerto industriale di psicanalisi aggressiva, grottesco iperrealista violento, qualunquismo incurabile, frantumazione politica, ombre e...

Cineteca - FilmTv n° 06/2013

Lo spunto echeggia il cinema vampiresco usurato, Claire Denis evoca il fantasma di Jean Rollin. Un concerto di corpi che si scontrano, squarci insostenibili di carni dilaniate. Cinema erotico perché sensoriale, surrealista perché ellittico, turgido di umori, allergico alle risposte, come alla...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 05/2013

Il cinema contemporaneo ha un problema con il presente. E cito solo i primi film che mi vengono in mente. Gonfio di nostalgia, guarda al passato per cercare insegnamenti (Lincoln, Qualcosa nell’aria, The Master, In Darkness per dire solo dei titoli in sala),...

Lost Highway - Piccole storie di cinema - FilmTv n° 05/2013

Da Burroughs a Hitchcock, da Pasolini a Béla Tarr, il dizionario poetico di Gus Van Sant scivola su voci lontane, l’una dall’altra, e non è solo una questione alfabetica. Dagli esordi in cui la lingua cinematografica batteva le balbuzie allucinate del poeta del cut up (a cominciare da...

Cineteca - FilmTv n° 05/2013

Ritratto esagitato e sardonico di una leggenda criminale divenuta, grazie alla propria autobiograia, stella della letteratura. Chopper, il corpo ottuso di Eric Bana, è un enigma, sul quale Andrew Dominik schianta un post noir satirico, sul teatro stilizzato e violento della società dello...

Cineteca - FilmTv n° 05/2013

Atto d’amore per Lubitsch girato in gloria di Audrey Hepburn, ostile e contro le attese del pubblico: come scriveva il maestro Alessandro Cappabianca, qui si esasperano i divieti della censura per dare loro invadente consistenza. L’amore nel pomeriggio è stilizzato, esangue. Generalmente...

Cineteca - FilmTv n° 05/2013

Erano i tempi dei film sugli assassini seriali, i giorni dei colpi di scena che invitavano a letture retroattive. L’esordio dell’attoruncolo Bill Paxton, con un occhio a Corman e l’altro a Raimi, esacerbava il lato oscuro dell’America puritana con un B movie sull’estremismo religioso, sui...

Cineteca - FilmTv n° 05/2013

Celia non accende quella sigaretta. E le tessere del domino del mondo cadono in un’altra, in altre maniere, in altre ancora. Il cinema, per Resnais, è un palcoscenico teatrale aperto costantemente agli incidenti in cui incorrono le pedine, alle indecisioni di chi le muove. Così costruito e...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy