Roberto Manassero

Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.

Scanners - FilmTv n° 32/2015

Il poeta romantico Heinrich von Kleist vive a Berlino all’inizio del XIX secolo: è giovane, pallido, tormentato. Nei salotti aristocratici che frequenta si muove impacciato, immobile e impiccato negli abiti a collo alto, spesso confuso con la mobilia degli interni, fra un comò, un quadro e un...

Editoriale - FilmTv n° 31/2015

E.L. Doctorow è morto il 21 luglio 2015 a 84 anni: è stato uno dei più grandi scrittori americani contemporanei, nonostante la sua fama non abbia mai raggiunto quella di colleghi più noti, come Philip Roth, Don DeLillo, Thomas Pynchon o Joyce Carol Oates. In compenso, il suo rapporto con il...

Cinerama - FilmTv n° 26/2015

A cent'anni dallo scoppio del Grande guerra, nel luogo in cui tutto ebbe inizio, nella Sarajevo dell'omicidio dell'arciduca Francesco Ferdinando il 28 giugno 1914, nel 2014 il critico francese Jean-Michel Frodon ha avuto l'idea di riunire 13 registi europei, per riflettere sul ruolo tragico...

Scanners - FilmTv n° 25/2015

È un viaggio ancora aperto, potenzialmente infinito, quello che Werner Herzog ha intrapreso lungo il braccio della morte (in inglese death row), conversando con i condannati alla pena capitale di alcune carceri americane. Un lavoro monumentale, confluito prima nel film Into the Abyss (...

Scanners - FilmTv n° 24/2015

Alcuni film sono fatti di così poco, da arrivare a dire tutto. Tutto della realtà che ci circonda, degli oggetti, degli spazi e dei suoni che segnano la vita nel confine ristretto di una casa, che determinano i rapporti fra le persone, il senso di appartenenza o alienazione di ciascuno al...

Scanners - FilmTv n° 18/2015

Terzo film di Zvyagincev, Elena è anche il migliore del regista di Il ritorno (2003) e di Leviathan (2014): uno spaventoso apologo sulla paura della povertà e sul potere del denaro come forza distruttiva. Protagonista è la Elena del titolo, sessantenne sposata in...

Cinerama - FilmTv n° 17/2015

Il sottotitolo, Montage of Heck, viene da Cobain stesso, dal nome dato a un nastro che conteneva registrazioni di voci, rumori, pezzi di canzoni e demo. Il documentario diretto da Brett Morgen e dedicato al leader dei Nirvana morto suicida nel 1994 è molto simile: un miscuglio di filmati d'...

Cinerama - FilmTv n° 14/2015

Al numero 37 del Quai d'Orsay di Parigi c'è il Ministero degli esteri francese. A capo del ministero c'è un politico, Alexandre Taillard de Worms, che è un signore alto, risoluto, fanfarone ma a suo modo geniale. Per lui lavorano giorno e notte decine di persone, fra cui Arthur Vlaminck, un...

Muzik - FilmTv n° 14/2015

Carrie & Lowell è il canto malinconico che Sufjan Stevens ha dedicato alla madre. La Carrie del titolo è lei, malata psichica, alcolizzata, colpevole di aver abbandonato i figli in tenera età e infine morta di cancro nel 2012. Al suo fianco, nel titolo e nella foto anni 70 della...

Cinerama - FilmTv n° 12/2015

A un anno e mezzo dalla presentazione alla Mostra di Venezia, esce nelle sale italiane L'altra Heimat - Cronaca di un sogno, ultimo tassello della monumentale saga di Edgar Reitz (per dire: quattro film dal 1984 a oggi, più una raccolta di frammenti; 33 episodi; 59 ore di durata...

Servizio - FilmTv n° 11/2015

Da quando la sua biografia del poeta, politico e dissidente russo Eduard Limonov, chiamata come lui, Limonov (Adelphi, 2012), è stata uno vero caso letterario, Emmanuel Carrère è diventato per i lettori italiani uno dei più noti scrittori viventi. Romanziere, sceneggiatore, in passato...

Scanners - FilmTv n° 10/2015

Presentato in sordina al Festival di Cannes, forse danneggiato dall’uscita, pochi mesi prima, di un altro biopic dedicato a Saint Laurent – con il nome completo, però, Yves Saint Laurent, diretto da Jalil Lespert e distribuito in Italia – l’ultimo film di Bonello è in realtà una delle...

Intervista - FilmTv n° 08/2015

Vizio di forma è la prima trasposizione cinematografica di un romanzo di Thomas Pynchon. E non è un caso, visto che si tratta del lavoro più narrativo e facile (nel senso di scorrevole) del grande e misterioso scrittore americano, 77 anni e mai un’apparizione pubblica o una foto...

Scanners - FilmTv n° 01/2015

Un canto funebre: non tanto, o non solo, per il cinema, ma soprattutto per lo spettatore, per la sua (la nostra) capacità di guardare e accettare il cinema come rappresentazione del mondo e forma di racconto ancora credibile. Dragon Inn è un film del 1967, e in questo suo...

Scanners - FilmTv n° 01/2015

Girato fra gli appartamenti imperiali e le gallerie del Louvre, su invito degli stessi curatori del museo, Visage segna, dopo Che ora è laggiù?, un nuovo incontro fra il cinema di Tsai e quello di Truffaut. È un atto d’amore per il mistero delle immagini e la memoria del cinema, e fin...

Cinerama - FilmTv n° 01/2015

Laurence Anyways è forse il film più maturo di Xavier Dolan, sicuramente il più ambizioso e politico. È la storia di un uomo, Laurence, che un giorno di metà anni 80, mentre ha un lavoro, una casa e una fidanzata, dichiara di voler diventare donna. Così, all'improvviso. Da quel momento tutto...

Cinerama - FilmTv n° 47/2014

La parola gett, titolo originale di Viviane, indica un diritto di cui ogni donna israeliana viene privata al momento di unirsi in matrimonio: il diritto al divorzio. In un sistema che prevede unicamente l'unione religiosa, la donna può infatti ottenere solo dal marito, e di fronte a un...

Cinerama - FilmTv n° 43/2014

Junior ha i capelli ricci, li vorrebbe lisci, e ne ha fatto un'ossessione. Junior ha solo i capelli per dire chi è e cosa vuole, ma non i capelli che la natura gli ha dato: i capelli che sente di avere. Pelo malo racconta la storia della sua fragile identità, è un coming of age...

Servizio - FilmTv n° 42/2014

La vita di ciascuno di noi è fatta di tante cose: incontri, amori, separazioni, arrivi, partenze, libri, giochi, film, canzoni, ciascuna con il proprio ruolo nel costruire la nostra identità. Boyhood, che della vita vera ha la durata ed è stato realizzato nell’arco di dodici anni, dal...

Cinerama - FilmTv n° 38/2014

Party Girl è la storia di una sopravvissuta, di una signora non più giovane che si ostina a vivere come una creatura della notte, al limite tra la luce al neon dei locali e la luce naturale del giorno che nasce. Si chiama Angélique, per anni ha ballato nei night club e una volta...

Cinerama - FilmTv n° 36/2014

Un film sull'idea del progresso nel Novecento, come dice il sottotitolo. E più nello specifico, un film sull'acciaio, «la zuppa del demonio» secondo Dino Buzzati, il materiale che per un secolo ha rappresentato l'utopia italiana di un avvenire di benessere nel segno della grande impresa e della...

Servizio - FilmTv n° 36/2014

La vittoria al Festival di Locarno di From What Is Before ha regalato, anche se per breve tempo, un po’ di notorietà al filippino Lav Diaz, vale a dire uno dei più grandi registi viventi che ha però l’aggravante di fare un cinema non propriamente commerciale. Durate sterminate (quattro...

Cinerama - FilmTv n° 34/2014

«Quando le acciaierie avevano chiuso, era andata in crisi tutta la valle. L'acciaio era il cuore. Chissà fra quanto la ruggine avrebbe divorato tutto e la valle sarebbe tornata allo stato primitivo. Solo la pietra sarebbe durata». Ruggine americana di Philipp Meyer (Einaudi 2010, trad...

Scanners - FilmTv n° 28/2014

Il miglior noir di questi ultimi anni è israeliano, l’ha diretto un trentanovenne al suo primo lungometraggio, Nadav Lapid, e si chiama Policeman, versione internazionale dell’originale Ha-shoter. Del genere in sé ha molto poco, se non la pura e semplice struttura: l’...

Cinerama - FilmTv n° 28/2014

Nel modo leggero e liquido con cui l'acquerello si posa sulla carta può racchiudersi l'intero movimento di un film: un passaggio lieve, il colore che si staglia netto e sfuma poi sulla superficie. Non lo so ancora è come i disegni che ne accompagnano l'andamento, un bozzetto, un piccolo film...

Scanners - FilmTv n° 26/2014

Nell’estate dei Mondiali, l’opera prima del critico Kleber Mendonça Filho può aiutare più di ogni altra cosa a capire la società brasiliana. Le sue paure, le sue contraddizioni storiche e geografiche. Il film è la storia di un quartiere benestante di Recife e di alcuni suoi abitanti: una madre...

Scanners - FilmTv n° 26/2014

L’inizio è folgorante: un funerale su una spiaggia, un carrello laterale in piano sequenza, una macchina che irrompe nell’inquadratura in bianco e nero e precipita sulla sabbia. L’assurdo entra letteralmente il campo, sbilancia il senso del sacro di una scena da Tarkovskij, fa intendere l’anima...

Servizio - FilmTv n° 26/2014

Ufficialmente non si sono mai sciolti. E dunque i The Police - con l’articolo, come andrebbero chiamati - sono ancora, e non sono stati, una delle più grandi band della storia del rock. Lo ha dimostrato, se ce ne fosse stato ancora bisogno, il tour nato nel 2007 dalla loro ultima...

Cinerama - FilmTv n° 22/2014

Dieci anni dopo Mondovino, doc sulla guerra tra Francia e California per il controllo del mercato del vino, Jonathan Nossiter è tornato sull'argomento. Nel frattempo dal Brasile si è trasferito in Italia e attraverso l'amicizia con alcuni produttori di vino biologico ha maturato una...

Scanners - FilmTv n° 20/2014

Come recita il titolo del suo lavoro più esplicito, e forse per questo meno riuscito, De la guerre, il cinema di Bonello è in un continuo stato di guerra: contro se stesso e la realtà, verso un ideale di rappresentazione perfetto e irraggiungibile. Tiresia, in concorso a...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy