Emanuela Martini

Emanuela Martini

Capelli rossi, lettrice forte, brutto carattere (dicono). La prima volta mi hanno portata al cinema che avevo tre anni. Ci stavo dalle 2 alle 8, orario continuato. Praticamente, non ne sono più uscita: adesso ci sto anche dalle 8 alle 20, e a volte pesa. Ma la passione resta e non mi annoio (quasi mai). Onnivora: mi piace tutto (quando mi piace). Autori di culto: Michael Powell e Robert Altman. Serie: Twin Peaks e I Soprano forever. Rimpiango il cinema americano anni ’70 e il metabolismo dei trent’anni. Vivo in un disordine "escheriano", tra libri, oggetti, dvd, foto, abiti e scarpe, con Lucrezia, gatta petulante di 19 anni. Credo allo Stregatto (quello di Alice): qui in giro aleggia il sorriso di Blimp, Sibella e Oreste.

Cinerama - FilmTv n° 10/2000

La capacità e il coraggio di un cinema che si prende il suo tempo, che indugia sulle facce e sui particolari (le mani sempre in moto di Al Pacino, gli occhiali e i silenzi di Russell Crowe, un solitario, inquietante giocatore di golf nella notte, gli elementi ravvicinati di una camionetta di...

Cinerama - FilmTv n° 10/2000

Attacco nervoso, e subito immagini di Bangkok che rimandano alla confusione post-evacuazione del Cacciatore. A rincarare la dose, una partecipazione speciale di Robert Carlyle rapato e ammattito, che pare un piccolo Kurtz. Apocalypse occhieggia nelle prime sequenze di...

Cinerama - FilmTv n° 10/2000

Un padre e un figlio, tanto ricchi da potersi dilettare nell'ozio e nel sesso, nella loro villa di Ginevra trasformata in una sorta di bordello privato. Due città, Kyoto e Ginevra, che l'autore descrive come due Eldorado della prostituzione. E, naturalmente, otto donne e mezzo, che riassumono...

Cinerama - FilmTv n° 09/2000

Il cinema europeo, quando decide di essere "europeo" e quindi di proporre temi "di peso" (e di costumi, coproduzioni e partecipazioni internazionali), ama molto la cultura mitteleuropea, le storie che attraversano generazioni, Grandi Eventi Tragici, meglio se con un risvolto Artistico. È nato...

Cinerama - FilmTv n° 08/2000

Questa volta, quasi quasi ci speravo: che Alan Parker facesse un bel film. In fondo, uno dei suoi
titoli più riusciti
è "The Commitments", storia proletaria dublinese tratta dal romanzo di Roddy Doyle. E
"Le ceneri di Angela" nasce dal romanzo di Frank McCourt, certo più...

Cinerama - FilmTv n° 08/2000

All'improvviso, dopo aver scavato nelle immagini di orrore che scorrono sotto la vita americana, David Lynch vola in superficie, a raccontare, per una volta, una storia "diritta", "lineare", "vera". Non che le altre lo fossero meno; e non che questa non celi, sotto il desiderio di quiete e di...

Cinerama - FilmTv n° 07/2000

Brividi. Brividi come quelli che si provavano da ragazzini davanti ai film della Hammer, tra carrozze che corrono nella notte, nella foresta scheletrita e frusciante, tra l'ululato di un lupo e l'improvviso silenzio degli uccelli; ed ecco l'irruzione del mostro, del fantasma o, come qui, di un...

Cinerama - FilmTv n° 05/2000

Disgraziato il giorno in cui la commedia all'italiana (o ciò che ne rimane) ha scoperto l'ambiguità dei sessi. Non il travestimento da avanspettacolo di De Sica-Banfi (che ha una tradizione e una dignità comica) ma il rimescolamento dei generi attraverso il nostro costume. Nascondendosi tutti...

Cinerama - FilmTv n° 05/2000

L'"American Beauty" è una rosa, una rosa rossa e snella coltivata con pignola passione da una moglie frustrata. La "American Beauty" è anche un'adolescente bionda, intravista dal protagonista tra le majorettes del college e subito idealizzata come una nuova Marilyn, ricoperta, nei sogni e nei...

Cinerama - FilmTv n° 04/2000

Storia di esorcismi (uno dei quali avvenne nel passato ed ebbe tanto successo che la donna che ne beneficiò è diventata a sua volta esorcista), della previsione dell'avvento dell'Anticristo, che sta per avverarsi, quando Satana si incarnerà nel corpo di un ignaro scrittore, autore di alcuni...

Cinerama - FilmTv n° 03/2000

Ci sono anime che lasciano il corpo e non vogliono esserci rimesse. Ci sono corpi che vanno tenuti in attività, per dare il tempo al cuore e al cervello di riprendersi e ricominciare a funzionare per conto proprio. Ci sono individui sospesi nel vuoto, che non sanno se lasciarsi andare per...

Cinerama - FilmTv n° 03/2000

È un gioco, un gioco del quale non si conosce lo scopo finché non lo si gioca, un gioco nel quale assumi un carattere che ti fa fare e dire cose che mai faresti o diresti nella vita reale, far l'amore con una donna che prima ti metteva soggezione, divorare un mutante cucinato in umido al quale...

Cinerama - FilmTv n° 02/2000

C'è una porta, la nona, che conduce dritta tra le braccia del diavolo. Gli sprovveduti, ricchi, ambiziosi adoratori dediti a riti ridicoli fatti di camicioni neri, nudità e ciondoli a forma di pentacolo, possono anche lasciarci le penne. Altri, solitarie anime metropolitane impastate di cinismo...

Cinerama - FilmTv n° 01/2000

Lui ha quarantotto anni e pare che gli si sia fermata addosso tutta la polvere di secoli di luoghi comuni sul dongiovannismo: occhi strizzati, maglioncino girocollo e capello ben coiffato, non resiste alla conquista e non è, per definizione, "matrimoniabile". Lei ne ha ventidue, parla come una...

Cinerama - FilmTv n° 01/2000

L'alchimia, die- ci anni dopo "Pretty Woman", funziona ancora: Richard Gere, un po' invecchiato, con le rughe d'espressione e i capelli grigi, un po' meno pimpante, con qualche ferita nello spirito, e Julia Roberts, infagottata in tute da operaio, con la faccia trionfalmente irregolare che...

Cinerama - FilmTv n° 52/1999

C'era una volta un giovane falegname che scriveva racconti per bambini e, con questi, diventò ricco e famoso. Un giorno incontrò una ragazza bella come una principessa, fece l'amore con lei una notte, se ne innamorò, ma poi scoprì che era molto fidanzata. Quattordici mesi dopo, quando il...

Cinerama - FilmTv n° 51/1999

Una decina di personaggi, legati da parentela, amicizia o tra loro sconosciuti, si intreccia nelle strade, nei locali, nelle case di un quartiere meridionale di Londra, durante il lungo weekend della "Notte dei fuochi", durante il quale la città celebra l'attentato al Parlamento. È quasi...

Cinerama - FilmTv n° 50/1999

Follie di Takeshi Kitano, l'autore cattivo e inventivo che ha rianimato con folgoranti pennellate ("Hana-bi") e suicidi in primo piano ("Sonatine"), con una violenza che, programmaticamente, sfiora sempre l'autoparodia e risate che paiono ferite che squarciano il volto umano, il cinema...

Cinerama - FilmTv n° 48/1999

L'estate di Sam è quella newyorkese del 1977, quando un caldo torrido straziava il sistema nervoso e il carattere degli abitanti della città. Un'estate non tanto diversa da quella del 1986, quando in un quartiere di Brooklyn si scontrarono abitanti neri e italiani ("Fa' la cosa giusta"). Oggi,...

Cinerama - FilmTv n° 48/1999

Deludente thriller galattico che nulla lascia all'immaginazione Era probabilmente dai tempi fastosi della caduta libera di Mickey Rourke nel cinema soft-kitsch che non si vedeva un film così brutto: trionfalmente banale (tutto è previsto e prevedibile dalla prima all'ultima inquadratura, non c'...

Cinerama - FilmTv n° 46/1999

La classica torta di mele americana, quella ben chiusa ai bordi, che trattiene al proprio interno sapori e umori di sciroppo e di frutta. E che, ai quattro adolescenti protagonisti del film, alla ricerca spasmodica della prima esperienza sessuale completa sul finire del liceo, evoca ben...

Cinerama - FilmTv n° 46/1999

Cos'è il sesto senso che rende difficile e infelice la vita di Cole Sear, nove anni fatti di soprassalti, dolori, orrori improvvisi? È una sorta di "luccicanza" (lo "shining" posseduto dal piccolo Danny nel film di Kubrick). "Voglio dirti il mio segreto", dice Cole al dottor Crowe, lo psicologo...

Cinerama - FilmTv n° 45/1999

Nella casa, in cima alla scalinata che si protende sul vestibolo, c'è un ritratto, malefico e imponente, dell'antico proprietario e fondatore: un ritratto talmente ghignante e naïf da far impallidire i guizzi più estrosi di Roger Corman. Deve molto a "Il pozzo e il pendolo", "La caduta di casa...

Cinerama - FilmTv n° 44/1999

Una storia di madri e di figli, di padri e di figlie. Una storia silenziosa e, talvolta, raccapricciante, nella quale due personaggi, ugualmente solitari e in qualche maniera "diversi", si incontrano per lo spazio di un incubo. Lei è Felicia, una ragazza irlandese sbarcata a Birmingham alla...

Cinerama - FilmTv n° 44/1999

Scritto da Richard Curtis (come "Quattro matrimoni e un funerale" e "Bean"), interpretato dal maggiore divo inglese e dall'unica diva americana del momento (Hugh Grant e Julia Roberts), ambientato in un quartiere londinese multietnico e alla moda, "Notting Hill" ritenta il colpo di "Quattro...

Cinerama - FilmTv n° 44/1999

L'inarrestabile moda shake-speariana continua a dare frutti; e non poteva non approdare, prima o poi, a quello che, dal 1935, nessuno aveva più osato tentare (a parte le versioni "riscritte" da Bergman e Allen e quella un po' imbarazzante di Salvatores): ovvero l'adattamento della favola per...

Cinerama - FilmTv n° 44/1999

Tre episodi ambientati nei quartieri più squallidi di una città della Gran Bretagna del nord (girati a Glasgow ed Edinburgo), popolati di coppie proletarie e scombinate, di punk prepotenti e maneschi, di hooligans e calciatori sbraitanti. Il primo, surreale, pare un "Incredible Shrinking Man...

Cinerama - FilmTv n° 43/1999

Era il 1928 quando Eugene O'Neill (bizzoso drammaturgo padre di Oona Chaplin e maestro del teatro naturalista americano) introdusse, in "Strano interludio" il monologo interiore, in voce off, con il quale i personaggi del dramma smentivano, negavano, approfondivano quello che si dicevano...

Cinerama - FilmTv n° 42/1999

Una vacanza in famiglia sui monti Caskills, nell'estate del 1969, quando metà dell'America stava col fiato sospeso per l'arrivo del primo uomo sulla Luna, mentre l'altra metà si distaccava da terra nella vertigine e nella musica di Woodstock. Il film di Tony Goldwyn cerca di raccontare l'...

Cinerama - FilmTv n° 42/1999

Londra tra piccoli bar dove si gioca d'azzardo e locali porno, colori squillanti e schiaccianti, quasi un'aria come se il tempo si fosse fermato agli anni Settanta. Anni di quel "Venerdì maledetto" di John Mackenzie, di "Get Carter" di Mike Hodges, di duri smagati e strapazzati da un gioco...

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico - FAQ (Abbonamenti)Satispay
Privacy Policy